Intervista tradotta: Cassandra Clare e Holly Black per il TMI Source

Qualche tempo fa Cassie e Holly hanno rilasciato un’intervista al TMI Source (che ha poi caricato il tutto sul sito il 23 novembre). È molto lunga (circa sette pagine), ma anche tanto interessante. :)

Vi segnaliamo sin da subito che sono presenti spoiler da Città del Fuoco Celeste, La Principessa e Magisterium: L’Anno di Ferro; gli spoiler su quest’ultimo sono presenti nella seconda metà dell’articolo (lo stacco tra le due parti è ben segnalato), mentre di CoHF e CP2 si parla nella prima parte dell’intervista. :)

 

 

 

 

 

 

 

Prima che Cassandra Clare e Holly Black firmassero The Iron Trial a Colonia, il 12 novembre, mi sono seduta con loro a parlare di colpi di scena, diversità nei romanzi e come gli aspiranti autori possono rendere più semplice lo scrivere libri.

Dal momento che l’intervista durava venticinque minuti e che Cassie e Holly hanno anche fatto spoiler di The Iron Trial, la troverete divisa in due parti: quella priva di spoiler e quella con gli spoiler, che contiene anche un uso non editato della parola con la F [NdT: qui sul sito troverete tutto in un unico post – ma, come già detto, lo stacco tra le due parti verrà debitamente segnalato].

Cathrin: « Prima dell’intervista avete brevemente citato la copertina di The Copper Gauntlet [NdT: il secondo romanzo di Magisterium]; l’intera serie avrà copertine coordinate? »

Cassie: « Sì, stando a quel che sappiamo. Saranno tutte – le ha fatte tutte Alex Chaudret, e saranno nello stesso stile. Non tutte avranno gli stessi personaggi, ma ognuna ricorderà le altre, tipo quelle di Percy Jackson. »

Cathrin: « Dal momento che state scrivendo insieme Magisterium, condividete un solo portatile e ve lo scambiate: ci sono appunti sparsi ovunque o tutto ciò che è rilevante sta dentro le vostre teste? »

Holly: « A dire il vero, usiamo un programma chiamato Scrivener, di cui io sono super ossessionata, e abbiamo messo un sacco delle nostre note dentro il file di Scrivener dedicato a Magisterium. Quindi, quando ci sediamo a scrivere, non è un capitolo vuoto: è un capitolo con note che abbiamo già messo insieme. »

Cassie: « Salviamo cose come brevi frasi: “Call, Aaron e Tamara vanno al test, combattono…”, e poi dobbiamo riempirle, ma sappiamo qual è l’idea generale. »

Holly: « Su Scrivener abbiamo anche dei file su chi è chi al Magisterium, e su quale anno equivale a quale colore e a quale metallo, e roba simile. Possiamo tornare indietro e controllare dove siamo arrivate in questo momento – è questa l’utilità di scrivere su un solo portatile. Possiamo avere un file principale su Scrivener ed evitare che diventi confuso perché una di noi ha aggiunto qualcosa al suo Scrivener, ma l’annotazione non è finita anche nel post principale. Quindi abbiamo un unico set di note, così come un solo manoscritto. »

Cathrin: « Mi state rendendo quest’intervista incredibilmente semplice, perché avete citato gli anni, e mi chiedevo: quale sarebbe il vostro anno scolastico preferito, al Magisterium, e perché? Se foste studenti lì. »

Holly: « Suppongo che mi piacerebbe l’ultimo anno. [Ridacchia] Potrei oziare in giro, aspettare di diplomarmi; sarebbe quello l’anno migliore al Magisterium, no? »

Cassie: « Non saprei… »

Holly: « Pensi che passeresti troppo tempo a essere sotto pressione per il Collegium? »

Cassie: « Sì! Perché in verità c’è una scuola dopo il Magisterium – c’è il Collegium. Sento che passerei troppo tempo a stressarmi perché devo decidere cosa farne della mia vita, quindi forse apprezzerei di più l’anno d’argento, quando ne manca ancora uno prima di dover prendere una decisione. »

Cathrin: « Fate spesso dei ritiri di scrittura con Maureen Johnson, Sarah Rees Brennan e altre persone, e quando siete insieme succedono un sacco di cose divertenti. È successo qualcosa di davvero divertente o inaspettato mentre stavate scrivendo The Iron Trial, o il secondo libro? »

Cassie: « Sì, il pipistrello! »

Holly: « Aspetta, c’ero? »

Cassie: « C’eri. Però stavi dormendo, no? Beh, è successo in Italia. »

Holly: « No, non c’ero. »

Cassie: « Ma sei arrivata il giorno dopo! »

Holly: « Sono arrivata il giorno dopo e ho sentito parlare del pipistrello. La faccenda del pipistrello non sarebbe successa, se fossi stata lì. »

Cassie: « No, non sarebbe accaduto. »

Holly: « Avrei preso la faccenda del pipistrello in mano. »

Cassie: « Era la notte prima dell’arrivo in Italia di Holly, così c’eravamo io, Sarah e Leigh Bardugo, che ha scritto Ruin e Rising [NdT: il primo romanzo della Grisha Trilogy è edito in Italia col titolo di Tenebre e Ghiaccio]. Leigh era appena arrivata, e Holly sarebbe giunta la mattina dopo, quindi ci stavamo organizzando per la cena. Eravamo in questa enorme villa che aveva un lungo corridoio con delle camere da letto e un soffitto alto; sono uscita dalla mia stanza e ho visto il pipistrello volarmi contro. Ho il terrore dei pipistrelli, mi terrorizza la rabbia, quindi ho urlato. Ero, tipo: “Sarah, posso venire in camera tua?” E lei ha risposto: “Nooo, sono nuda.” E io: “Non mi importa!” Sono irrotta nella sua stanza, e lei era nuda e mi ha detto: “Perché l’hai fatto? Perché qualcuno dovrebbe fare una cosa simile?” E io: “Un pipistrello mi sta inseguendo!” Sarah mi ha risposto: “Non è possibile!” Così è uscita in corridoio, praticamente nuda – indossava l’intimo – e ha detto: “Non può essere un pipistrello.” E il pipistrello le è piombato addosso, e quindi Sarah ha cominciato a correre, ma stava correndo avanti e indietro per il corridoio, il pipistrello la inseguiva – e a quel punto Leigh è uscita dalla sua stanza e Sarah stava correndo nuda per il corridoio, urlando, e Leigh ha detto: “Non vorrò mai sapere.” [Cassie e Holly ridono] Abbiamo dovuto passare mezz’ora a cercare di liberarci del pipistrello… Se Holly fosse stata lì, avrebbe fatto amicizia con lui. »

Cathrin: « Penso che sarei scappata anche io… Parliamo di diversità. [Holly ride per l’improvviso cambio d’argomento] Quanto sentite voi scrittori il bisogno dei lettori di diversità negli Young Adult e nei romanzi in generale? »

Holly: « Credo che ci sia molto bisogno, decisamente. Malinda Lo ha fatto un ottimo lavoro mettendo insieme delle statistiche, e sono deprimenti! Quando vedi quant’è costante e basso il livello della rappresentazione in termini di colore delle persone, di… »

Cassie: « Personaggi disabili… »

Holly: « Sì, sono statistiche davvero deprimenti. Ovviamente è ancora qualcosa che gli editori non hanno capito come indirizzare. »

Cathrin: « Hanno ancora una lunga strada da percorrere, quindi. »

Holly: « Abbiamo una lunga strada da percorrere… E, in verità, ho pensato a quest’argomento perché ne abbiamo parlato in varie sedi. Diciamo che tutti noi notiamo e pensiamo: “Che cosa possiamo fare personalmente a riguardo? Che cosa possiamo fare oggi?” Ciò che possiamo fare oggi – raccomanderò tre libri che penso che chiunque stia leggendo potrebbe apprezzare. Visto che Magisterium è una serie middle grade, suggerirò due titoli middle grade: Kinda Like Brothers, di Coe Booth, che è uscito quest’anno. Assolutamente grandioso. E The Great Green Heist di Varian Johnson; davvero divertente! Davvero bello. Credo che ci sarà un seguito. E poi – visto che so che molte persone che leggono Young Adult potrebbero star leggendo – Love Is The Drug di Alaya Dawn Johnson. Sono stati pubblicati di recente, e sono tutti grandiosi! E se tutti noi ascoltassimo questi consigli e andassimo oggi stesso a comprare questi libri, avremmo fatto una differenza! Ci penso perché ne stiamo parlando tantissimo, e mi sono detta: “Cosa possiamo fare?” Possiamo fare questo. »

Cathrin: « Grandioso! Dunque, avete scritto questo romanzo insieme, e avete scritto altri libri insieme; che consigli dareste a degli amici che stanno scrivendo insieme, in modo che non litighino? »

Holly: « Parlando con la gente, un sacco di persone ci hanno raccontato di come si trovino in disaccordo. Di come ci siano passaggi in cui uno desidera una cosa e l’altro ne vuole un’altra. Credo che ciò che diciamo sempre sia che, se ognuno parla della ragione per cui desidera qualcosa, c’è un modo perché entrambi ottengano ciò che volevano. C’è una terza strada. »

Cassie: « Io credo che se state litigando perché uno vuole una cosa e l’altro un’altra, entrambi dovrete rinunciare. Non otterrete ciò che desiderate – ciò che dovete fare è lavorare insieme per trovare una terza opzione. Quindi smette di essere un litigio sul: “Voglio questo e tu quello.” Di’: “Cerchiamo invece di trovare una terza strada”. »

Holly: « Credo che bisogni avere una visione simile dei personaggi – nel senso, sapere davvero chi sono. Entrambi dovete credere che siano la stessa persona. Penso che, se per noi non fosse stato così, avremmo avuto dei problemi. »

Cassie: « Sì, la maggior parte dei nostri litigi riguarda il ritmo e il tempismo, come il quando succederà qualcosa. Abbiamo litigato in auto, oggi. »

Holly: « Sì, parlavamo di: “Succederà in questo libro o nel prossimo?” »

Cassie: « Che non è un litigio riguardo il: “Succederà?” Abbiamo entrambe concordato sul fatto che accadrà, accadrà di sicuro, ma non sappiamo quando. »

Holly: « Dove si colloca? Come si colloca? Queste discussioni sono molto più semplici di quelle riguardo: “Chi è questa persona?” Dovete cominciare da un punto in cui costruirlo insieme. »

Cathrin: « Un’altra domanda sulla scrittura. Holly, hai un bambino piccolo; Cassie, hai i tuoi figliocci. Mi chiedevo se riuscite a immaginarvi scrivere un libro per lettori anche più giovani e, Cassie – dal momento che i tuoi personaggi delle Shadowhunter Chronicles sono cresciuti –, se riesci a immaginarti scrivere per dei lettori più adulti (libri New Adult)? »

Holly: « Dirò questo: mi sono seduta e ho cercato di scrivere un libro illustrato [pausa] e non ho ancora capito come fare. Ho pensato: “Sì, certo. Posso scrivere un libro illustrato.” Non ne sono così certa. È difficile! È un formato davvero complicato. […] I libri illustrati sono una specie di iceberg, e tu vedi solo questo pezzettino delle cima, ma c’è un sacco di roba, sotto, che devi far funzionare. Penso a Don’t Let The Pigeon Drive The Bus di Mo Willems, un libro geniale – GENIALE! – perché permette al bambino di identificarsi sia col piccione disobbediente che sta facendo quella brutta cosa sia con la persona che per una volta ha la possibilità di dire no. Questo modo di pensare [altra pausa] mi rompe il cervello! Amerei farlo, ma non sono certa di sapere anche solo in che modo iniziare. »

Cassie: « I libri illustrati sono davvero, davvero difficili. Sono come un poema: devi dire tutto in un lasso di tempo molto più breve. Ma per i miei figliocci amerei scrivere qualcosa di adatto a lettori più giovani di quelli di Magisterium. Più intorno ai sei anni, su due gemelli che sono detective. »

Cathrin: « Sembra figo! »

Cassie: « Penso che lo amerebbero! C’è una relazione così unica, guardandoli crescere. Sono sempre insieme, tutto ciò che fanno lo fanno insieme – l’altra persona è tipo parte di te, è sempre lì. E quindi credo che sarebbe divertente esplorare un rapporto simile. […] Dormono nella stessa stanza, allo stesso tempo, mangiano nello stesso momento, fanno tutto insieme, e io passo un sacco di tempo con loro, e sono, tipo: “Aw, sarebbe bello se avessero un libro su bambini come loro.” »

Holly: « Scriverei un libro simile! »

Cassie: « Lo so, ma è il mio libro. [Ridono entrambe] »

Holly: « Sono eccitata all’idea di vederla scrivere qualcosa di davvero breve. È come un sogno. »

Cassie: « Scriverò semplicemente della roba lunghissima e poi la taglierò a caso. »

Cathrin: « Dunque, il New Adult… magari più degli estratti, tipo quello che hai fatto con Tessa e Jem? »

Cassie: « Mi è piaciuto davvero scrivere After The Bridge, e farei dell’altro. Alla maggior parte delle persone è piaciuto davvero, ma continuo a ricevere lo stesso commento da gente che dice: “Non credo sia giusto che tu scriva roba simile su persone minorenni”, e io sono, tipo: “Hanno centoquarant’anni!” [Holly ride] “Non sono minorenni, sono degli anziani! Sono antichi!” […] A dire il vero, non era neppure così esplicito, era chiaro cosa stava succedendo… »

Holly: « Non sono certa che fosse New Adult. »

Cassie: « Non farei passare le mie storie come New Adult. Poi vorrebbero che fosse molto più esplicito. Non so: se scrivessi roba del genere su Clary e Jace, Julian e… sapete, chiunque sia [ride], riceverei tutti questi commenti seccati? Non lo so, me lo domando. Ma è stato davvero divertente scrivere quella storia, e potrei ripetere l’esperienza. Forse qualcosa su Will e Tessa dopo il loro matrimonio, perché non puoi seriamente obiettare se due persone fanno sesso dopo essersi sposate. Voglio dire, andiamo, sono sposate! »

Cathrin: « Holly, hai scritto di fate e vampiri, e anche di persone con abilità magiche. Cosa pensi che ci sia di così affascinante nelle creature magiche da spingere le persone a comprare i tuoi libri e, in generale, così tanti romanzi fantasy? »

Holly: « Penso che il fantasy ci permetta di parlare del mondo reale in un modo differente. Abbiamo tutti sperimentato momenti in cui ci sentivamo arrabbiati, davvero arrabbiati, al punto da temere di dire o fare qualcosa in grado di far soffrire le persone a cui teniamo, e se prendi degli esseri tipo i licantropi, lo stai rendendo letterale. Dici: una volta al mese questa persona diventa un mostro. Non ti stai più chiedendo: “Va bene sentirsi in questo modo?” L’hai semplicemente accettato, è com’è, e ora puoi raccontare una storia diversa sul come ci si sente a essere fuori controllo. Credo che, poiché nasciamo in maniere differenti, possiamo pensarci anche in modi diversi. Quindi penso che sia questa l’utilità del fantasy. Possiamo raccontare le nostre storie in modi diversi, e più siamo in grado di renderle malleabili e rigirarle, più saremo in grado di vederne lati diversi. »

Cathrin: « Cassie, prima dell’intervista a cui avevamo accennato riguardo Simon e Isabelle in Tales from the Shadowhunter Academy, parliamo rapidamente di un altro racconto: ce n’è uno riguardo il Circolo, e poi c’è anche The Secret Treasons [NdT: una graphic novel sul Circolo che Cassandra realizzerà in collaborazione con Cassandra Jean]; è ancora in programma? »

Cassie: « The Secret Treasons è in sospeso perché non potevamo fare quello e The Shadowhunter Academy allo stesso tempo, poiché si tratta di due progetti ambientati all’Accademia, che si svolgono nello stesso modo e che potrebbero contraddirsi a vicenda. Non c’era modo di mantenere la continuità, quindi abbiamo messo in pausa The Secret Treasons. Faremo prima The Shadowhunter Academy e poi qualsiasi sia il canone dell’Accademia degli Shadowhunters stabilito in Tales from the Shadowhunter Academy sarà il canone per The Secret Treasons. Ci abbiamo provato, ed è impossibile. Stavo lavorando alle storie con Sarah, Maureen e Robin [Wasserman], e allo stesso tempo prendevo appunti per The Secret Treasons, e poi mi ritrovavo con un blocco di roba su quello che succederà in Tales from the Shadowhunter Academy che contraddiceva totalmente The Secret Treasons, e pensavo: “Non posso lavorare a entrambi allo stesso tempo.” Ed è un sacco di roba. […] La roba su Simon e Isabelle è davvero divertente, in verità. Si trovano in questa situazione parecchio interessante: Isabelle è innamorata di Simon, adesso, mentre prima a lui lei piaceva, e Isabelle invece era, tipo: “Ugh, Simon!” E adesso è tutto seriamente capovolto, perché lei lo ama – e anche perché lei lo conosce, mentre il Simon che lei conosce non se la ricorda! C’è questa ragazza bellissima, che è davvero carina, che sembra apprezzarlo, e lui è, tipo: “Io… non so che fare a riguardo.” Quindi per Isabelle è davvero dura, perché è una persona molto sicura di sé, ma anche problemi a fidarsi, e si ritrova nella situazione di dover scegliere se andarsene o avere fiducia nel fatto che Simon si innamorerà di nuovo di lei. È una cosa molto difficile da fare con se stessi, mettersi in gioco. […] Mi è davvero dispiaciuto per lei, ho pensato: “Una cosa simile è davvero spaventosa.” Quindi vedremo come andrà. »

 

 

 

INIZIO DELLA PARTE SPOILER DI MAGISTERIUM!

Cathrin: « Qual è la cosa più eccitante che accadrà nel secondo libro di Magisterium [Holly ride], senza fare troppi spoiler? Oppure, cosa possono aspettarsi i vostri lettori dal secondo romanzo che, si spera, è ancora intitolato The Copper Gauntlet? »

Cassie: « È ancora intitolato così. Penso che i lettori possano aspettarsi dal libro che Holly mi schiaffeggerà se rivelo troppo! Per me il romanzo parla molto di Call e suo padre, adesso che il genitore sa di certo che Call è Constantine Madden; quindi ciò che succede tra Call e suo padre, e poi c’è pure la domanda sul chi nel Magisterium scoprirà la verità su Call, e cosa faranno a riguardo. »

Holly: « I suoi amici lo scopriranno? Cosa significa nasconderglielo? Cosa significherebbe dirglielo? Sono un sacco di conseguenze di ciò che Call ha appreso alla fine del primo libro. »

Cassie: « Call davvero non desidera che i suoi amici lo scoprano, ma più a lungo lo nasconde, soprattutto ad Aaron, e peggio sembra. »

Holly: « Ed è anche alle prese con ciò che significa essere – potenzialmente – un signore del male. Nel senso, che significa? E lui? È una specie di signore del male? Quanto può monitorare le sue tendenze da signore del male? Quindi si trova a far conto con un sacco di, tipo: “Questo è essere un signore del male? O forse dovrei farlo, o forse no? Cosa farebbe un signore del male? Lasciate che io faccia il contrario.” »

Cassie: « È interessante perché Call si tiene costantemente d’occhio. Nel senso, nel modo in cui la maggior parte di noi non fa, chiedendosi: “Questa è una cosa giusta o sbagliata da fare?” »

Holly: « “Se fossi cattivo, cosa sceglierei da questo menu? La mia è una scelta malvagia?” »

Cathrin: « Ma almeno ha Havoc… »

Cassie: « Ha Havoc, che è il suo… »

Holly: « Animale da compagnia cattivo. »

Cassie: « Giusto, Call è un po’ preoccupato che Havoc sia un cucciolo cattivo, ma lo ama, e Havoc ama lui. Call non se ne sbarazzerà. »

Holly: « Ma potrebbe essere un animale cattivo. »

Cassie: « Potrebbe essere cattivo, ma Call non se ne sbarazzerà! »

Cathrin: « C’è una ragione particolare per cui Callum non era al centro della prima copertina? »

Holly: « Sì, c’è una ragione. […] Se hai sentito dire che c’è un colpo di scena nel libro, pensi che questo colpo di scena sia quando si scopre che Aaron è il Makar, e Call no. […] In un libro ambientato in una scuola di magia, quando un bambino non ha davvero dato prova di sé, […] diamo per scontate determinate cose. Diamo per scontato che scoprirà di essere super, super speciale, e destinato a lottare contro il Grande Male. E così, quando realizzi che Aaron è quello super, super speciale, e ha molti più segni dell’eroe, ed è pure il Makar, cominci a pensare che quella persona sia il protagonista. In un libro diverso sarebbe stato Aaron il personaggio principale, quindi sistemarlo al centro lo mette nella posizione del personaggio principale/protagonista, ed è un cenno in direzione di quella rivelazione. »

Cassie: « In verità, quando abbiamo visto per la prima volta le copertine, ci hanno mostrato svariate posizioni e design diversi, e ci siamo innamorate di questa, perché l’artista è stato abbastanza sveglio da sistemare Aaron al centro. »

Cathrin: « È davvero un’ottima risposta, perché ci porta a un’altra delle mie domande: dal momento che Callum non è un normale eroe, la sua storia non sembra seguire il “viaggio dell’eroe” di Joseph Campbell. Quanto è stato divertente deviare da questo monomito, e come pensate che i vostri lettori abbiano reagito al colpo di scena? O: come reagiranno i futuri lettori? »

Cassie: « È stato divertentissimo deviare. Abbiamo fatto entrambe, penso, varianti della storia dell’eroe; io l’ho di certo fatta con Clary. […] È incredibilmente divertente lavorare a qualcosa di diverso, perché conosciamo quella storia così bene che possiamo, diciamo, guardare il contrario. È nato tutto da una conversazione che stavamo avendo, in cui Holly faceva costantemente delle brillanti e intelligenti osservazioni ed era tragicamente ignorata dai suoi amici… Parlavamo di come ci siano delle cose, nei libri, che marchiano un personaggio come speciale, e dicano che sarà lui l’eroe, e di come tutto ciò coincida con le cose che dicono: “Questo personaggio diventerà un cattivo.” Questo personaggio ha un passato tragico: è una cosa da eroi, ma anche da cattivi. Questo personaggio ha un potente potere speciale: è una cosa da eroi, ma anche da cattivi. Questo personaggio ha un grande amore perduto: è una cosa da eroi, ma anche da cattivi. Eravamo, tipo: “E se seguissimo ciò che sembra il percorso tradizionale? Dicendo che questo personaggio ha tutti i segni dell’eroe”, e poi abbiamo realizzato: “Oh, in effetti sono le stesse cose che marchiano il cattivo.” »

Cathrin: « Questa serie è ambientata in un periodo particolare – lo stesso anno della sua pubblicazione, o l’inizio degli anni duemila, o è completamente a caso? »

Holly: « Penso che stiamo cercando di tenerci vaghe, così che le persone non realizzino, a mano a mano che la storia procede, esattamente quando sia partita, ma credo che possiamo presumere che inizi nell’anno in cui è stato pubblicato il libro. »

Cassie: « Direi adesso. »

Holly: « Sì, adesso. »

Cassie: « Penso, riguardo a quello che hai detto pure prima, sui nostri lettori e come reagiranno al colpo di scena: di solito sono molto sorpresi. Non ho visto molte persone che non siano rimaste abbastanza sorprese – perché la consideravano una bella sorpresa o una brutta sorpresa –, di solito sono sconvolti, e ricevo un sacco di e-mail in cui dicono: “Ma perché? Perché?”

Holly: « Non so quanto turpe stia diventando quest’intervista, ma oggi hai ricevuto un’e-mail grandiosa! »

[Qui di seguito c’è un utilizzo non editato della parola con la F]

Cassie: « Sì! […] In quest’e-mail si diceva: “Call è Constantine Madden? Fottiti, fottiti, fottiti.” [Ridono tutti] “Fottiti perché?”, dico: “Holly, è grandioso!” »

Holly: « Sì, davvero. Quando ci siamo sedute a scrivere era quella reazione che speravamo più di tutte di suscitare nei lettori. [Ride di nuovo] »

Cassie: « Ero, tipo: “Questa è una fanmail bellissima.” [Ride] »

Traduzione: gli ultimi tweet di Cassandra Clare

Abbiamo tradotto i – tantissimi – ultimi messaggi che Cassie ha pubblicato su Twitter. :) Speriamo vi faccia piacere!

 

PS: sì, lo sappiamo, ci sono un sacco di tweet di complimenti. X) Ci è sembrata una bella idea tradurveli!
E, sì, c’è qualcosa anche da Tumblr – ma erano domande troppo brevi per caricarle a parte. ;)

 

 

 

 

« “Perché scrivi per ultima la fine [del libro]? È più semplice?” Perché se non fai così, per quando avrai scritto il resto saranno cambiate così tante cose che ti toccherà in ogni caso riscrivere completamente la conclusione. »

 

« “Riporterai Will in vita?” No. »

 

« “Per favore, dicci se Malcom Fade avrà un interesse amoroso!” Sì. »

 

« “Cosa dovrei pensare quando scrivo in prima persona?” Che non stai descrivendo il mondo oggettivamente, ma così come lo vede il personaggio. »

 

« “So che la prima storia di The Shadowhunter Academy sarà su iBooks a febbraio 2015, ma quando pubblicherai la versione cartacea? E, sarà prima di TDA?” Al momento non lo so. »

 

Leigh Bardugo (autrice di Tenebre e ghiaccio): « THE IRON TRIAL è terzo sulla lista dei bestseller del New York Times! Enormi congratulazioni a Cassandra Clare e Holly Black! »
Cassie: « GRAZIE! »

 

Maureen Johnson (co-autrice delle Bane Chronicles, e autrice di Shades. Jack lo Squartatore è tornato): « SANTI MICI. The Iron Trial di Holly Black e Cassandra Clare ha debuttato al terzo posto sulla lista dei romanzi middle grade del New York Times! *Braccine da Muppet* »
Cassie: « *Abbraccia* »
Stephanie Perkins (autrice di Anna and the French Kiss, Lola and the Boy Next Door e Isla and the Happily Ever After) « DIAMINE, SÌ! Congratulazioni, Holly e Cassie! :-) »
Cassie: « GRAZIE, NOCCIOLINE. »

 

Rick Riordan (autore di Percy Jackson) ha retweettato il post in cui Cassie ringraziava la Bardugo, e la Clare gli ha risposto con una faccina sorridente.

 

Gwenda Bond (autrice di Girl on a Wire, Blackwood e The Woken Gods): « NON SONO SORPRESA, MA LANCIO CONFETTI E CHAMPAGNE A TUTTI! Yay! »
Cassie: « IO SONO SORPRESA. »
Gwenda: « Beh, non dovresti! UN LIBRO MERAVIGLIOSO È MERAVIGLIOSO. »

 

Barry Goldblatt (marito di Libba Bray, e agente letterario di Cassie e Holly – se la memoria non mi inganna, almeno): « Super emozionato di vedere THE IRON TRIAL, di Holly Black e Cassandra Clare, debuttare alla terza posizione della lista dei bestseller del New York Times! *Lancia confetti* »
Malinda Lo (autrice di Adaptation): « Congratulazioni! L’ho davvero amato! »
Cassie: « Grazie, cara! »

 

« Grazie a tutti! Esco con Holly Black per celebrare! »

 

Jim Di Bartolo (illustratore e scrittore): « Tante congratulazioni a Holly Black e Cassandra Clare, sulla lista dei BESTSELLER DEL NEW YORK TIMES! Complimenti, signore! :) »
Cassie: « Grazie! :) »

 

Beth Revis (autrice di Across the Universe): « TANTISSIME CONGRATULAZIONI! »
Cassie: « :) »

 

Ally Condie (autrice di Matched): « Ogni congratulazione a voi due! È una così bella notizia! »
Cassie: « Grazie, Ally! »

 

Kimberly Derting (autrice di La collezionista di voci): « URRÀ a Holly Black e Cassandra Clare! Il loro IRON TRIAL, scritto in collaborazione, ha debuttato alla terza posizione del New York Times! »
Cassie: « *Abbraccia* »

 

Manca la domanda: « No, ma shippo Nico/meraviglioso fidanzato. »

 

Da Tumblr: « “Com’è che Grace e Christopher sono sposati, nell’albero genealogico? Sono confusa e preoccupata!
Non c’è ragione di preoccuparsi!
L’albero genealogico è un ‘oggetto trovato’. Il che significa che è stato scritto da una persona, quindi non è una verità oggettiva.
C’è un motivo per la presenza di praticamente ogni cosa nell’albero. Ma alcuni dei matrimoni sono combinati/finti, alcune delle persone segnate come morte in realtà sono diventate mondane/Nascosti, c’è una ragione per cui i registri dei Carstairs sono stati distrutti, ecc.
Non puoi, onestamente, predire la trama di The Last Hours guardando l’albero genealogico. Quindi, sebbene sia una cosa divertente, non lasciare che ti porti lutto. Entro la fine del libro capirete perché anche le cose non vere sono state segnate in quel modo. »

 

« “Hai visto qualche stagione (forse) di Doctor Who, giusto? Con chi lo shippi?” Col TARDIS. »

 

« “Ti piace il modo in cui Rick Riordan scrive i suoi libri?” Sì. :) »

 

« “Possiamo supporre che la relazione di Christopher e Grace sia tipo quella di James e Cordelia? TT__TT È un po’ triste, se è così…” È diversa. »

 

« “The Iron Trial ha un seguito?” Quattro. :) Sarebbe un cavolo di finale se non ci fossero altri libri… »

 

« “Tu e Holly Black avete già finito il secondo libro di Magisterium, giusto?” Sì. Sta venendo editato. »

 

« “Vedremo la gravidanza di Tessa, in TLH?” No, i suoi figli sono teenager, in quel libro. »

 

« “Hai intenzione di scrivere una serie fuori dal mondo degli Shadowhunters?” Sì. Magisterium. »

 

« “La cover di Lady Midnight è pronta? Puoi rivelarcela?” Non hanno neanche iniziato a farla. »

 

« “Oggi ho letto un elogio al funerale di mia madre, e ho usato una citazione da TID. Grazie per tutto ciò che fai!” Mi spiace così tanto! Grazie. »

 

Jeremy West (grafico; lavora per la Scholastic, casa editrice di The Iron Trial), in risposta a un tweet sulla terza posizione di The Iron Trial sul New York Times: « WOOHOO! »
Cassie: « Party da Scholastic? :) »
Jeremy: « Siamo sempre in cerca di nuove ragioni per far festa, e questa è una scusa perfetta! :) »

 

Tempo fa, a maggio, qualcuno si era lamentato del fatto che Magnus fosse [SPOILER DI CoHF!] disposto a cedere la sua immortalità per gli amici, ma non abbia rinunciato a vivere per sempre per  Alec. A mesi di distanza, una ragazza ha scritto: « Beh, strano che [questo tipo di finale] lo abbiano avuto le altre coppie, ma non quella gay. :P »
Cassie (giustamente infastidita) ha risposto: « Davvero? Quando hanno ricevuto lo stesso identico finale di Will e Tessa e Jem e Tessa? Maia e Jordan sono finiti con uno dei due morti, e Simon non si ricorda più Isabelle. »
Qualcuno allora si è inserito e, rivolgendosi all’autrice del tweet di maggio, ha detto: « Sei certa di aver letto i libri? Se Magnus cedesse la sua immortalità, morirebbe! »
E Cassie: « Presumo che l’idea sia che dovrebbe morire, perché questo sarebbe felice. »

 

« “Un film su Magisterium? Sto sognando?” Abbiamo appena finito il copione. »
Qualcuno dev’essersi lamentato, così Cassie ha specificato: « Se io non scrivessi il copione di Magisterium, questo non farebbe girare più velocemente o prima o poi il film di Città di Cenere. O succederà o no. »

 

« “E che ci dici di Città di Cenere, Cassie? :((” Non ne so assolutamente niente. »

 

« “Hai già cominciato a scrivere TDA?” Sì! Lo sto scrivendo adesso. :) »

 

« “Quando dici “noi”, intendi dire che il copione di Magisterium lo state scrivendo tu e Holly? :O :D” Sì. »

 

« “Ti piacerebbe che ci fossero dei film di CoA e CoG?” A volte. :) »

 

« “I personaggi di TMI saranno citati un sacco in TDA?” I libri non sono su di loro. Appaiono/vengono menzionati. »

 

« “Scommetto che sei stanca delle domande sul film di CoA.” Profondamente frustrata sarebbe una buona descrizione. Ho detto mille volte di non saperne nulla. »

 

« “Quanto ci vorrà perché Magisterium diventi un film?” Non so se succederà. So solo che abbiamo scritto un copione. »

 

« “È Godfrey Gao quello sulla copertina italiana delle Bane Chronicles? Perché gli somiglia di sicuro!” Gli somiglia, ma ne dubito! »

 

« “FA’ CHE CI SIA UN FILM [di CoA/CoG], SE C’È QUALCOSA CHE PUOI FARE A RIGUARDO.” Non c’è niente che io possa fare. I film sono fatti dagli studio, non dagli scrittori. »

 

« “Nessuno dovrebbe infastidirti con le domande. Comunque, io ti infastidirò col mio amore per Sebastian Morgenstern. :)” :P »

 

« “Volevo disegnare Silas ed Eloisa o Cordelia con Owen – puoi darmi una descrizione fisica, per favore? :( :( :(” Posso descriverti Cordelia, ma non gli altri. Non ho mai pensato all’aspetto di Silas ed Eloisa, affatto.
Cordelia ha la pelle marrone chiaro, i capelli rosso scuro e gli occhi neri. »

 

« “Oggi sono stata quasi colpita da un autobus, e penso che la mia riproduzione dell’angelo meccanico mi abbia salvata.” YAY. »

 

« “Ty avrà un interesse amoroso?” Sì. »

 

« “Smettetela di chiedere a Cassandra Clare del film di CoA! Non sa niente a riguardo, e se sapesse qualcosa ce lo direbbe!” #accurato »

 

« “Pensi che il secondo film sarà più fedele ai libri del primo?” Se ne gireranno uno, lo spero. »

 

« “Progetti di scrivere la proposta e il matrimonio di Jace e Clary?” Forse! Come pensi che dovrebbe proporsi, Jace? »

 

« “Penso che dovresti scrivere, nella tua biografia: ‘CHIEDI A JON SNOW DEL FILM DI CoA E SAI CHE NON NE SA NULLA, PROPRIO COME ME’.” Potrei. :) »
« “Ti senti come Jon Snow?” NON SO NIENTE. Sì, un po’. :) »

 

« “Emma e Jules saranno parabatai, all’inizio di Lady Midnight?” Sì. »

 

« “Chi sta gestendo l’Istituto di Londra mentre lo zio di Jules è a Los Angeles?” Non era lui a gestire l’Istituto di Londra, prima. »

 

« “Penso davvero che TMI funzionerebbe meglio come TV, così che vengano incluse più delle parti migliori!” Sono d’accordo, a dire il vero. »

 

« “Puoi dirci qualcosa di Cordelia?” Sua madre è persiana. »

 

« “Che ne pensi di Maia e Bat? Li amo tanto! Amavo anche Maia e Jordan, ma Jordan… è morto. <3” Mi piace Maia con Bat. »

 

« “Qualcosina su Dru Blackthorn?” È un topo di biblioteca. »

 

« “Progetti di scrivere altro, oltre al mondo degli Shadowhunters e a Magisterium?” Un giorno. Tre serie sono tante. »

 

« “Questo è un argomento sensibile, ma uno Shadowhunter ha mai sofferto di abusi sessuali, prima?” Sono umani, e succedono loro le stesse brutte cose che succedono agli umani. »

 

« “Ci sarà un personaggio musulmano in qualche tuo libro?” Tamara in Magisterium. »

 

« “Stai scrivendo così tanti libri. Com’è possibile?” Me lo chiedo TUTTO IL TEMPO. »

 

« “The Iron Trial avrà una coppia gay o lesbica?” Holly mi dice sempre di non spoiler are le cose. :) »

 

« “Di solito leggi fanfiction sui tuoi personaggi? Se sì, su quale coppia?” Non le leggo, no. »
Molti le hanno chiesto: “Perché no?”, così qualcuno ha commentato: “Immagino sia perché leggere fanfiction influenzerebbe la sua scrittura, anche se inconsciamente.”
Cassie: « L’idea è questa. Mi sta bene che le persone le scrivano. »

 

Pare che una ragazza abbia chiesto (in termini che sembravano più un’imposizione che una richiesta) a Cassie di scrivere una scena in cui Alec dice a Magnus che lo ama. Alla fine ha spiegato alla Clare che: “Oh, Dio, no. D: Non ti sto chiedendo di farlo, ti sto chiedendo perché non l’hai scritta. (Sento di averti fatta arrabbiare. :c)”
Cassie le ha quindi risposto: « Oh, okay. Scusa se ho frainteso. Se la domanda è: “Perché Alec non dice ‘Ti amo’ a Magnus utilizzando quelle parole specifiche?”, allora è perché ci sono un sacco di modi di dire e mostrare che ami una persona, metodi unici per ogni individuo. Will che dice di essere a Tessa: “Sono catastroficamente innamorato di te” è molto più interessante, per me, di se le avesse detto: “Ti amo”, perché dice molto più di Will e della situazione. Alec dice e mostra di essere innamorato di Magnus in un milione di modi che non riguardano il dire “ti amo”, ma Alec. Per me, Alec che dice: “Se anche avessi qualche giorno da vivere, vorrei passarli tutti con te” è molto più interessante di: “Ti amo”, perché parla di lui, di Magnus e della situazione. »

« “Jem e Tessa avranno dei bambini?” Forse. »

 

« “Possiamo aspettarci più Jessa in TDA? Il loro matrimonio? I loro bambini? Per favore! Emma saprà che la stanno proteggendo e chi sono?” Lo scoprirai in TDA! »

 

« “Tessa, maledetta puttana… come può fare qualcosa del genere a Will?” *Sospira* »
« “Oh, di nuovo gli haters. Una ragazza non può amare due persone, in vita sua? #larispostaèsì #persinonellavitareale #personaggiimmaginari” Voglio dire: ‘A una ragazza non può succedere mai niente di buono?’ è una domanda che mi pongo spesso. »

 

« “Avremo della Jemma, nel primo libro di TDA?” È davveeero un grosso spoiler, amica mia! »

 

« L’abito da sposa di Cordelia? :) QUI. »

 

« “Non è contrario alla legge che due parabatai abbiano una relazione romantica?” Sì. »

 

« “Ti piace Faking It?” Il telefilm? Sì, in verità. »

 

« “Puoi darci un indizio sul come farai funzionare la EmmaxJulian?” Non posso. :) »

 

« “Com’è la relazione di Ty e Julian?” Instabile. »

 

« “Ty è buono? Nel senso, nel cuore?” Sì, lo è. »
« “Nel cuore? Pensavo fosse buono totalmente. Lo amo.” Voglio dire, è una persona? Le persone sono complicate? Ma non è affatto cattivo. »

 

« “Cassie, come descriveresti la personalità di Emma?” Insolente, un po’ sciocca, devota. »

 

« “Cordy e Alastair hanno la stessa madre… giusto? (Controllo soltando. :D)” Sì. »

 

« “Hai detto che le ragazze di solito non ‘portano avanti il nome di famiglia’. Clary avrebbe potuto portare quello dei Morgenstern? Se sì, perché non l’ha fatto?” Beh, le sue associazioni con quel nome non sono grandiose. »

 

« “C’è qualche simbolismo dietro il rosso dei capelli di Clary, o hai solo pensato: ‘Sì, il rosso funziona, il rosso è un gran colore’?” Era un po’ basata su un’amica che si era colorata i capelli di rosso brillante, all’epoca. »

 

« “Qual è il tuo scrittore brasiliano preferito?” Paulo Coelho. Ma non riceviamo tante sue traduzioni. :( »

 

« “Hai mai letto Dom Casmurro?” Sì, e un fan mi ha dato anche una copia, mentre ero a San Paolo. »

 

« “Sei ansiosa per la seconda stagione di The 100? Perché io sto morendo, ho bisogno della Bellarke!” Pensi che ce la daranno? :) »

 

« “Il matrimonio tra Cordy e Jamie è una prova per liberarlo dall’‘incantesimo’ di Grace? Inoltre, lui e Jace sanno da dove viene il marchio a forma di stella?” Jace sa del marchio – gliel’ha detto Amatis in CoG. »

 

« “Sei emozionata all’idea di vedere la reazione dei tuoi fan a Lady Midnight?” Sì, amo sempre quando deve uscire un nuovo libro. »

 

« “Ciao! Conosci un autore cileno? Tipo Isabel Allende? O no?” Non di persona. :) »

 

« “Pablo Neruda, forse?” IL MIO PREFERITO. Voglio dire, è una leggenda. »

 

« “Mark aveva un amico/un’amica nella Caccia Selvaggia?” Sì. Un amico/un’amica molto importante. »

 

Traduzione: le ultime Twitter chat di Cassie!

Abbiamo recuperato tutti i messaggi a cui Cassandra ha risposto su Twitter negli ultimi giorni. :) Sono tanti, e forse un po’ ripetitivi, ma alcune domande sono parecchio, parecchio interessanti!

 

PS: abbiamo tradotto anche i suoi commenti sull’episodio di Teen Wolf (non presentano spoiler particolari). Ci sembrava carino XD, visto che da quelli si capisce benissimo quanto Cassandra sia una fangirl come noi lettori.
(Btw, se non siete in pari con la programmazione americana, cercate di saltare i tweet su Teen Wolf! :()

 

 

 

 

« “Ti ricordi di Will?” Difficile dimenticare qualcuno che compare in un libro che stai scrivendo proprio in questo momento. »

 

« “Sei eccitata per tutte le belle recensioni su The Iron Trial?” Sono molto felice che stia piacendo »

 

« “[NdT: il messaggio è riferito a un disegno su Jem e Tessa che viaggiano per il mondo che Cassie ha pubblicato sul suo Tumblr.] È adorabile, sì. <3 Ma adesso sono di nuovo triste, LOL. Will ha avuto la possibilità di viaggiare per il mondo? :(” Sì. Si accenna alle sue vacanze con Tessa, nell’epilogo di CP2. »

 

« “Ho letto un post secondo cui Valentine è il vero di padre di Izzy, è possibile?” No. »

 

« “Stai scrivendo un libro su Will?” Will è un personaggio molto importante in The Last Hours. »

 

« “E i figli di Sophie e Gideon? Compariranno, in TLH?” Sì. E anche quelli di Cecily e Gabriel. »

 

« “The Last Hours sarà pubblicato in forma di libro, o solo online?” È una regolare serie di tre libri. Pubblicati in cartaceo. »

 

« “Qualche Blackthorn, oltre Helen, ovviamente, è gay o bisessuale?” Sì. »

 

« “Qualche Herondale comparirà in TLM?” Cos’è TLM? »

 

« “C’è una connessione tra le canzoni da funerale di Bridget che hanno ‘Will’ e ‘William’ e Will Herondale, o è una coincidenza?” È tematico, ma Bridget non sta predicendo il futuro. »

 

« “The Iron Trial è stato fantastico. Sono così eccitata all’idea di leggere altro su questo mondo e questi personaggi! :)” Yay, grazie! »

 

« Ora vado a guardare il finale di Teen Wolf. »

 

« “Scriverai di Maia e Bat? Insieme?” Ancora non lo so. »

 

« “Guardi Teen Wolf? Shippi Scisaac o Sterek? (O entrambe, ovviamente.)” Shippavo Scissac e Stydia. »

 

« “Coppie della quarta stagione [di Teen Wolf]?” Scott/Stiles. Stydia. Danny/tornare nello show. »

 

« “Ti piace la Stalia?” Sto aspettando, diciamo, di vedere se sembra connettersi in maniera più ampia alla trama. »

 

« “Sei felice di non dover ancora smettere di scrivere sui personaggi di TMI?” Sì. I personaggi ti mancano sempre. »

 

« “The Shadowhunter Academy sarà un libro intero, o come le Bane Chronicles?” Proprio come le Bane Chronicles. Dieci racconti legati tra loro. »

 

« “Shippi Stalia o Stydia, su Teen Wolf? Io Stydia.” Lo aggiungerò alla mia pagina FAQ. :) Stydia. »
[In effetti, glielo chiedono praticamente sempre. XD]

 

« “Quanti anni hanno Jaime e Diego, in TDA?” 16 e 18. »

 

« “Dove posso leggere le Bane Chronicles?” Beh, puoi leggerle adesso in ebook, o aspettare il cartaceo che esce a novembre. »

 

« “Quanti anni hanno i personaggi principali di The Iron Trial?” 12 e 13. »

 

« “Il Conclave farebbe un’eccezione per me, se chiedessi loro di cambiare parabatai? Alla mia non importa più di me. ))):” Scommetto di sì. »

 

« “Quanti anni ha tuo marito?” 35. »

 

« “Hai un libro che è tipo una copia di Supernatural? Mia sorella vorrebbe saperlo.” Spera di leggerne una? »
« “Uh, sì, diciamo di sì.” Forse dovrebbe leggere i libri su Supernatural? Non ho mai visto il telefilm, quindi dubito che i miei andrebbero bene. »

 

« “Scriverai altri libri con Joshua?” Mio marito? Forse. È stato divertente. Magari aggiorneremo il Codice. »

 

« “Ti manca Will?” È davvero strano ricevere così spesso questa domanda! Perché dovrebbe? È in TLH! »

 

« “Ty continua a essere ‘noioso’, in TDA?” Che?” »
« “Del tipo: ‘Non toccarmi.’” Non credo che la parola giusta sia noioso, no? Ty è autistico. Lo sarà sempre. »

 

« “Perché James sposa Cordelia? Pensavo amasse Grace.” Ama Grace. »

 

«  “Cassie, Team Maxon o Team Aspen [NdT: personaggi di The Selection]?” Non ho letto quei libri. »

 

« “Mi sono sempre chiesta perché Jace e Alec non si comportino come parabatai. Voglio dire, si comportano come normali amici.” Si comportano come parabatai; è solo che non si comportano come Jem e Will. »

 

« “Targaryen, Stark o Lannister?” Stark. »

 

« “Puoi dirci qualcosa su Grace Blackthorn?” Tutto ciò che ho da dire su di lei, al momento, è in The Midnight Heir. »

 

« “Se James non ama Cordelia, allora perché l’ha sposata?” È parte della trama. »

 

« “Dal momento che Magnus non può andare in Perù… puoi venire in Bolivia? <3” Non credo abbia irritato la Bolivia. »

 

« “Perché Isabelle e Clary non sono parabatai?” Sono su livelli completamente diversi d’allenamento. »

 

« “Vorrei davvero sapere perché James ha sposato una persona che non ama.” Allora, quando leggerai il libro, lo scoprirai! :) »

 

« “Ancora non leggi fanfiction su Shadowhunters?” Non le leggo, no. Supporto le persone che le scrivono. »

 

« “Qual è il tuo elemento del Magisterium preferito?” Il caos. :) »

 

« “Perché non c’è un Istituto a Buenos Aires?” C’è. »

 

« “Ci sarà qualche ‘nuovo’ stregone, in TDA o in una delle altre serie? <3” Malcolm Fade. »

 

« “Cristina ha un parabatai?” No. Per la maggior parte delle persone è così. »

 

« “Tutta la storia di Magisterium si svolgerà durante lo stesso anno?” No. Ogni romanzo in uno nuovo. »

 

« Aw, Stiles è così preoccupato per Scott. »

 

« Peter sa chi è Liam? »
« “Beh, duh, Scott ha morso Liam, quindi Liam è il beta di Scott.” E questo fa sì che Liam e Peter si chiamino per nome? :) »

 

« “Mi stavo solo chiedendo: non è stato tipo strano, per Clary, perdere la sua verginità in una caverna nel regno dei demoni? X3” Tutto è strano, nella vita! »

 

« “NON SENZA LYDIA.” Giusto, Stiles. »
A questo tweet le hanno risposto: « Stalia, Cassie, Stalia. »
E Cassie: « Non odio mai le coppie che non shippo. Pace! »

 

« Derek aveva un’espressione facciale. *Fissa* »

 

« “The Iron Trial è adatto a una bambina di dieci anni? Sarebbe bellissimo farle finalmente capire perché amo così tanto i tuoi libri.” Assolutamente sì. Sono loro il pubblico per i middle grade. »

 

« “Teen Wolf è il tuo telefilm preferito? Non lo guardo mai, ma lo farò.” Non è il mio preferito, ma mi piace. »

 

Shannon Hale (scrittrice americana; è l’autrice di Austenland, romanzo da cui è stato tratto il film ‘Alla ricerca di Jace’, uscito l’anno scorso): « Se ho un giorno intero per lavorare e resto super concentrata, scrivo 3500 parole. Una volta ho visto Cassandra Clare scriverne più di 7000. »
Cassie: « L’HO FATTO? »
Shannon: « A un ritiro. Ti sei seduta e hai digitato mentre parlavamo. Ero così impressionata. »
Cassie: « Penso fosse l’altitudine. :) »
Shannon: « Eravamo tutte ubriache per la mancanza d’ossigeno. »

 

« “[NdT: riferito allo snippet che vi abbiamo postato ieri.] Awww, quindi a Emma non piacciono i gattini?” Li ama. È per questo che l’ha detto. »

 

« “La gente deve capire che Cassandra Clare non ha ‘ucciso’ Will. È morto. Di vecchiaia. Dopo una lunga vita felice. Ha avuto il suo lieto fine.” Verissimo. »

 

« “[NdT: riferito allo snippet che vi abbiamo postato ieri.] Chi è Diana?” Era in Città del Fuoco Celeste. È il tutor dei Blackthorn. »

 

« Chris Argent/Parrish. »

 

« “The Iron Trial sarà una serie?” Cinque libri. »

 

« Lydia + mazza da baseball! »

 

« “HO BISOGNO DI SAPERE SE CI SARANNO DEI FILM SU TID! ;_;” Beh, se lo scopri, fammi sapere! »

 

« “Qual è la tua OTP preferita, in Teen Wolf?” Scott/Stiles. Poi la Stydia. Non odio nulla in particolare. »

 

« Derek è nudo? O_o »

 

« Amo il Coach. »

 

« Stiles: “È per questo che Lydia non c’è.” Sempre Lydia. :D »
« “Cosa provi per Malia? So che ha ricevuto un sacco di odio dal fandom di Teen Wolf, ma la maggior parte deriva dalla misoginia.” Non la odio per niente. »
« “È bello sentirlo! :) Tutte quelle critiche che riceve mi irritano, perché *so* che non le riceverebbe, se fosse maschio.” Hai ragione. Sono certa che non le riceverebbe. »
[Le hanno anche chiesto: “Che ne pensi di Stiles e Malia, però?”; e Cassie ha risposto: « Individualmente mi piacciono. »]

 

« “Qualche autore ti ha fatto del male, quando eri giovane, ed è per questo che ci ferisci?” MOLTI autori mi hanno fatto del male, e per questo sono loro grata. :) »

 

« “Che aspetto avevano Jonah Carstairs e Ke Wen Yu?” Lei era molto bella. Lui alto e studioso. »

 

« “Che ne pensi dell’assenza di Derek o Lydia, nella quinta stagione di Teen Wolf?” Se Lydia non c’è, darò fuoco a qualcosa. »

 

« “Quindi… Cassandra Clare ha detto che verrà in Germania, ma ho chiesto al suo editore tedesco e mi ha risposto che non hanno in programma nessuna sua visita, nel prossimo futuro.” Ho due editori tedeschi. »

 

Cassandra aveva condiviso, l’11 settembre, una vecchia lista di Sugarscape sui “cattivi ragazzi nei libri” (perché c’è Jace). Il giorno dopo una ragazza le ha scritto: “Spero che tu abbia letto i commenti sotto l’articolo. :D”
Cassie: « Non leggo mai i commenti, mi fanno paura. »

 

« “Isabelle è davvero la figlia di Valentine che lui non sapeva di avere?” No. »

 

« “The Iron Trial è stato fenomenale! Il colpo di scena mi ha completamente mandata fuori di testa. Non me lo aspettavo!” Yay! »

 

« “Ciao, Cassandra! Quando esce il secondo libro [di Magisterium]? Pensi che questa serie vada bene per un lettore di nove anni?” Il prossimo settembre, e di sicuro. »

 

« “Quando esce il tuo prossimo libro? Gli unici momenti in cui mia figlia sta zitta è quanto sta leggendo i tuoi romanzi.” Le Bane Chronicles escono a novembre! »

 

« “Il colpo di scena alla fine di The Iron Trial era davvero inaspettato! Complimenti. Ora inizia l’attesa per il secondo romanzo…” :) »

 

« “Ho davvero bisogno di leggere di James e Lucie Herondale! Perché devo aspettare fino al 2017?” Potrebbe arrivare prima, vedremo. »

 

« “La mia domanda è lunga, quindi te la mando in forma di foto :). [NdT: chiede: ‘Pensavo a Emma e Jules, e cercavo un modo per rompere la runa dei parabatai, e ho realizzato che può essere spezzata solo se uno dei due muore. E mi sono ricordata che Jace è morto, in Città di Vetro, ma alle rune di Jace e Alec non è successo niente. Forse ho saltato qualche passaggio?’]” Il legame è spezzato dalla morte perché in quel caso la persona non sarebbe nei paraggi per farti da parabatai. Se viene riportata immediatamente in vita, allora saranno di nuovo in giro. La runa dei parabatai sbiadisce, non scompare, quando l’altra persona muore, perché il giuramento li unisce anche, ed è per questo che Will ha detto: “Siamo legati sullo spartiacque della morte”, quando pensava che Jem fosse morto. »

 

Rick Riordan, autore di Percy Jackson, ha scritto a Cassie: « Le Bane Chronicles usciranno a novembre. Non vedo l’ora. »
E Cassandra: « Sono disposta a scambiare una copia in anticipo per degli spoiler. Posso essere facilmente comprata. »
LOL.

 

« “Cos’è che Jem voleva dire a Tessa prima che tutti si riunissero per parlare a Nate, ne L’Angelo?” Non lo sapremo mai. »

 

« “Avete già deciso il titolo del secondo libro di Magisterium?” THE COPPER GAUNTLET [NdT: “Il guanto di rame”]. »

 

« “Ho finito di già TMI e TID. <3 Ho una domanda, però. I bambini di Tessa hanno anche loro sangue demoniaco?” I bambini di Tessa hanno degli speciali… talenti. Se hai letto le Cronache di Magnus Bane, conosci quello di James. »
A questo punto una ragazza ha chiesto: “Perché James ha gli OCCHI DORATI? Com’è possibile?”
[Cassandra: « Perché non dovrebbe essere possibile? »]
La persona che aveva posto la prima domanda le ha fatto notare: “Anche Jace ha gli occhi dorati. E so che Jace ha sangue angelico, e ho pensato fosse questa la ragione degli occhi.”
Cassie: « E James ha sangue demoniaco, e i demoni sono angeli caduti. »
Anche la ragazza che ha chiesto degli occhi dorati di James le ha domandato: “Perché Tessa non ha gli occhi dorati?”
E la Clare: « Perché non Clary? »

 

« “The Shadowhunter Academy sarà stampato in cartaceo come le Bane Chronicles, in seguito?” Sì! »

 

« “Ciao, Cassie. Mi chiedevo se Jace ridarà a Tess Racconto di Due Città. Ho pensato che magari avrebbe voluto riaverlo, per me sarebbe così…” Era nell’appartamento di Sebastian quando è stato distrutto. »

 

« “Com’è che le persone hanno già The Iron Trial?” È uscito martedì [NdT: in America, ovviamente. In Italia uscirà a novembre]. »

 

« “Qual è l’importanza degli elementi in The Iron Trial?” Sono le basi della magia. Se leggi il libro, la cosa avrà senso. »

 

« “Qualcosa su Charles Fairchild?” Vuole diventare il prossimo Console. »

 

« “Quante coppie ci saranno in The Last Hours?” Uhm… tante? A volte devi vedere come si evolvono le cose. »

 

« “Cassie, hai citato la spada di Jem col sangue di Will per qualche ragione speciale, o era solo un dettaglio? Ti amo!” In ATB [NdT: “After the Bridge”, racconto Jessa che potete trovare tradotto qui sul sito]? »
« “Sì.” Era un richiamo all’importanza del rapporto di Will e Jem per la relazione di Tessa con Will e con Jem. »

 

« “Cosa devo fare per leggere The Iron Trial? Perché sono brasiliana…” Uscirà in Brasile. »

 

« “Alec prova ancora dei sentimenti per Jace? Lo chiedo per via di ciò che Alec ha visto entrando nel reame.” No. Non di natura romantica. »

 

« “L’amicizia di Lucie e Cordelia è più come quella di Jem e Will, o come quella di Jace e Alec?” È la loro. »

 

« “È da un po’ che volevo chiedertelo: odi Simon? Gli succedono così tante brutte cose.” No, mi identifico più in lui che in chiunque altro, in TMI. »

 

« “Ci saranno tante morti di bambini, in Magisterium?” Er… *Si guarda intorno in cerca di Holly Black* Intendo, dei personaggi moriranno. »

 

« “[NdT: non sappiamo a cosa si riferisca questo messaggio, LOL.] Ehi, guarda quel Will sopra :D” Tutto ciò che dico su ‘Will sopra’ viene fuori osceno. »

 

« “Cassandra Clare e Holly Black, amo the Iron Trial – Magisterium, Libro primo. Presumo che ogni romanzo sarà un diverso anno di apprendistato?” Il progetto è quello. »

 

« “Ty ha letto Harry Potter?” No. »

 

« “Cosa possiamo aspettarci dalla relazione di James Herondale e Cordelia Carstairs?” Penso che sarà sorprendente. »

 

« “Com’è il rapporto di Lucie e James?” Sono molto vicini. »

 

« “Perché scrivi così tanti libri? Vuoi solo arricchirti coi soldi di tutti?” Hai ragione. Gli scrittori non dovrebbero scrivere. »
« “Err. Non è questo ciò che intendevo. Voglio dire, prendiamo Tolkien come esempio. 5 libri. Grande successo. Non venti e più.” E Charles Dickens ha scritto 34 romanzi, ed è uno scrittore migliore di Tolkien. Alexandre Dumas (I tre moschettieri) ne ha scritti 277. »
« “Okay. Mi hai fatta davvero sorridere. Grazie per il tuo tempo, e per aver risposto, e scusa se ti ho disturbata. Continua a scrivere, spero che i tuoi libri lasceranno un’eredità come hanno fatto quelli di Dickens e Dumas. Se così non fosse, sarei molto delusa da te. Atra du evarínya ono varda  [NdT: non so perché, ma l’ha salutata nell’Antica Lingua di Eragon: che le stelle ti proteggano].” Sarei felice di lasciare un’eredità come quella di Enid Blyton, dal momento che era una scrittrice per bambini. Anche se dubito di raggiungere i suoi 800 romanzi. »
« “Non hai bisogno di 800 libri per lasciare un’eredità. Ti servono solo cuore e delle carta. Di nuovo, mi spiace, è stato maleducato da parte mia.” Grazie per le tue scuse. »
[Alla fine la ragazza ha aggiunto: “No, grazie a te per il tuo tempo. :) Adesso so che non sei una di quelle scrittrici voglio-far-soldi.”
Dubito ci fosse bisogno di accusarla di star scrivendo più di un libro per spillare quattrini al resto del mondo, ma okay.
Tra parentesi, un’altra ragazza aveva risposto alla domanda iniziale con un: “Forse perché ama scrivere e vuole condividere la sua creatività con noi?”, a cui Cassandra ha risposto con un cuoricino: “<3”]

 

« “Pensavo di aver letto solo qualche pagina di The Iron Trial, e all’improvviso sono passate due ore. Inoltre, hai notato il suo acronimo [NdT: “TIT”]?” Purtroppo sì. »

 

« “James e Lucie avranno il marchio a forma di stella che ha Will?” Solo James. Ce l’hanno i ragazzi. »
« “Perché solo i ragazzi?” Se l’avessero anche le ragazze, non sarebbe un marchio Herondale, no? »
« “E Clary? Clary ha il marchio, ma non è una Herondale.” Sì, perché è entrata in diretto contatto con Ithuriel (ed è questo il modo in cui Will l’ha ricevuto, dalla collana di Tessa). »

 

« “Ty è l’unico Blackthorn a cui piace davvero tanto leggere?” No, è Dru la lettrice. »

 

« “Ho investito così tanto nelle relazioni di TMI. Chi si sposa? Simon diventerà il parabatai di Clary?” Saranno argomenti trattati in TDA e TSA [NdT: “(Tales from) The Shadowhunter Academy”, la raccolta su Simon]. »

 

« “Ti piace Percy Jackson?” Certo. Quando incontro @camphalfblood [NdT: Rick Riordan], lo infastidisco con la richiesta di spoiler su Nico. »

 

« “E perché Octavian è caratterizzato? Voglio dire, cosa gli piace di più?” Ha otto anni. Ama i pastelli. :) »

 

« “Ho appena finito The Iron Trial, e mi chiedevo: quanto ne hai scritto tu? O tu e Holly avete solo condiviso le idee?” Abbiamo scritto entrambe ogni pagina. »

 

« “I tuoi libri sono così importanti. Grazie, semplicemente grazie.” Grazie! »

 

 

 

[SPOILER ABBASTANZA GRANDE SU THE IRON TRIAL/L’ANNO DI FERRO. FATE ATTENZIONE!]
« “Ho letteralmente APPENA finito di leggere. Quindi, se Call è un malefico mago del caos, non dovrebbe essere in grado di controllare la magia del caos proprio come Aaron?” Buona domanda. Di certo sembra che così avrebbe senso, ma per ora Call non ne è stato in grado. »

Traduzione: gli ultimi tweet di Cassie!

Nelle ultime ore Cassandra ha risposto a un po’ di domande su Twitter. Abbiamo pensato di tradurvele – una in particolare è davvero interessante (ve l’abbiamo già anticipata su FB!).

 

Aperta e chiusa parentesi: ci sono vari tweet di persone che a) hanno detto a Cassie: “Perché non la smetti di scrivere libri sugli Shadowhunters? I bravi scrittori sanno inventarsi anche altri mondi!” e b) le hanno chiesto: “Non ti stanchi di scrivere sempre cose simili?”
Personalmente, non capisco perché queste persone perdano il loro tempo infastidendo Cassie. Non ti interessano altri libri sugli Shadowhunters? Non leggerli. Nessuno ti costringe ad acquistarli.
E nessuno può imporre a Cassandra di scrivere altro, se desidera proseguire le serie sugli Shadowhunters.

 

Bon, vi lasciamo ai tweet! ;)

 

 

 

 

« “Puoi darci un indizio su The Wicked Powers?” Ci sarà un Herondale. Non Jace. »

 

« “Gli Herondale e Jem mi hanno rovinato gli altri uomini. Julian sarà così tanto, siamo per sempre.” Aw! »

 

« “Non mi aspettavo quel colpo di scena… Cassandra Clare, perché mi fai questo?! #TheIronTrial” Whee! »
« “Adesso sono preoccupata. Sarebbe orribile, da parte mia, sbirciare per prima cosa la fine? :D (Lo faccio sempre. <3)” Noooooo! »
« “Nel senso di… Noooooo! Non sarebbe orribile se sbirciassi? :D O: Noooooo! Nel senso di, non dovrei sbirciare affatto? Ack. Mi domando. :)” Non sbirciare. »

 

« “The Iron Trial è appena stato pubblicato, e lo sto amando, ma ho sempre desiderato disegnare Clary. pic.twitter.com/utNS9bgao3” Aw! »

 

« “Vivo in Turchia, e chissà come ho trovato The Iron Trial, qui – ma ancora non l’ho letto. Comincerò stanotte, ma mi chiedo: perché Aaron è quello al centro, quando il protagonista del libro è Callum?” Se leggi il libro, la cosa avrà senso. ;) »

 

« “Hai mai pensato di scrivere di un personaggio con un disturbo alimentare?” Sì. »

 

« “Ehi, Cassie! Non ho finito di leggere tutti i libri di TMI/TID; devo farlo prima di poter leggere The Iron Trial?” No. Sono totalmente slegati! »
« “Quindi TMI/TID non sono coinvolti in The Iron Trial? :(” No. È per questo che c’è TDA! »

 

« “Cos’è che irrita di più Julian?” Quando gli chiedono se shippa Jessa o Wessa. »
[Le voglio bene. XD <3]

 

« “Come possono le persone non sapere ancora che #TheIronTrial non ha niente a che fare con TMI e TID? Non hanno letto nulla a riguardo?” Di solito o sono arrabbiati perché pensano che sia un altro libro sugli Shadowhunters, o arrabbiati perché non lo è. »
« “Uhm, arrabbiarsi con te perché hai scritto un libro, indifferentemente dall’argomento di cui parla, a me sembra ignorante e da maleducati. È ciò che fanno gli autori!” A volte guardiamo video di gatti. :) »

 

« “È eccezionale! (Il colpo di scena [in The Iron Trial]) Dal punto di vista di un lettore/scrittore, amo il modo in cui il genere che parla di scuole di magia è stato capovolto!” Grazie mille. »

 

« “Qual è il tuo nome da Shadowhunter?” Probabilmente qualcosa di orribile, tipo Toadball. »

 

« “Che dovrei fare della mia vita mentre aspetto The Dark Artifices?” Ping-pong! »

 

« “Per favore, non smettere mai di scrivere sugli Shadowhunters! Anche dopo The Dark Artifices!” C’è The Last Hours. »

 

« “TMI, TID, TDA, TLH, non ti stanchi?” Degli acronimi? »
« “Non esattamente, intendevo delle somiglianze tra loro, ma è tipo la tua caratteristica, ormai.” Scrivi a tutte le persone con serie connesse, in questo modo, o solo a me? Hai domandato a Rick Riordan se si è stancato dei miti? »

 

« “Cassandra Clare, per favore, smettila di pubblicare solo libri sugli Shadowhunters. Se sei una brava scrittrice, sei in grado di creare anche altri universi.” Tipo il libro che ho pubblicato ieri? Goditi l’universo di The Iron Trial. Libro uno di cinque. amazon.com/gp/aw/d/054552… »
« “Un solo libro tra cinque serie tutte uguali, solo cacciatori e ancora cacciatori. Mi fido di te, Clare. Dammi di più.” Mi spiace, non capisco. »

 

« “Le persone non capiscono che ci sono migliaia di storie diverse da raccontare, nel mondo degli Shadowhunters? Non è ‘semplice’!” Tolkien ha ambientato i suoi libri in un solo mondo per tutta la vita, ed è riuscito a non essere mai semplice. :) »
« “Esattamente! Non sei la prima persona a scrivere storie interconnesse. Non capisco perché quelle persone ti mandino odio.” E se scrivi qualcosa di diverso, ricevi comunque odio! Non puoi vincere le cause perse, ma grazie per le tue parole gentili! »

 

 

Inoltre, Cassie ha condiviso questa recensione (da TheGuardian.com) su The Iron Trial; l’abbiamo tradotta:

« The Iron Trial è il primo e più recente capitolo di una serie di cinque libri, Magisterium, scritta da Cassandra Clare e Holly Black. Ruota intorno a Callum Hunt, o Call, che, eccezion fatta per una gamba messa abbastanza male, vive un’esistenza completamente ordinaria – va a scuola, ama fare skateboard, e spesso viene beccato a spiare attraverso le finestre della fumetteria, della sala giochi e del negozio di videogiochi.
Anche se non tutto è come sembra…
Per tutta la vita, il padre di Call gli ha insegnato di non doversi mai fidare di un mago, anche se Call non ha mai davvero capito il perché. Quasi tutti i ragazzi dell’età di Callum darebbero qualsiasi cosa se questo permettesse loro di avere il talento necessario perché gli venga richiesto di unirsi al Magisterium, il posto in cui i maghi imparano a usare e controllare i loro poteri… ma prima devono superare la Prova di Ferro.
Il padre di Call desidera disperatamente che il figlio fallisca il test per tenerlo al sicuro, e, sebbene Call si sforzi al meglio delle sue forze di fare il contrario di ciò che i maestri gli domandano, fallisce a fallire.
Ora è costretto a entrare al Magisterium – l’unico posto su cui suo padre l’ha messo in guardia – e, insieme ai suoi nuovi amici Aaron e Tamara, scopre cosa c’era di così brutto da spingere suo padre a volerlo tenere lontano da lì.
È un libro incredibile. Ci sono molti momenti che vi lasceranno sorpresi, scioccati e persino un po’ spaventati! I vari personaggi sono grandiosi – alcuni che amerete, altri che disprezzerete – e ci sono così tanti colpi di scena inaspettati che è difficile tenerne il conto! Il libro ti risucchia dentro e, una volta che hai cominciato a leggere, è difficile metterlo giù. È meraviglioso! È pieno di suspense e non vedo l’ora che il prossimo sia pubblicato!
Si testa l’amicizia, la fiducia e il coraggio in quest’eccezionale libro di scoperta, avventura e magia. »

Traduzione: la Clare e la Black su The Iron Trial

Proprio ieri sia Cassie che Holly hanno risposto a una domanda parecchio interessante (e inevitabile) su The Iron Trial: “Cosa rispondereste a chi paragona il libro a Harry Potter?”
Trattandosi di un romanzo ambientato in una scuola di magia, e che attinge volutamente a tutti gli stereotipi del genere (come dissero Cassandra e Holly nel loro discorso di “presentazione” del libro: « Volevamo raccontare la storia di personaggio che ha tutti i segni dell’eroe: tragedia e segreto nel suo passato, poteri magici. Volevamo che le persone credessero di sapere che tipo di storia si trovavano davanti. E poi volevamo sorprenderli… »), paragoni simili sono inevitabili.

 

La risposta è interessantissima, e pensiamo che possa cancellare la sensazione di “già visto” che qualcuno potrebbe provare durante le prime pagine (nota a margine: il finale è quanto di più lontano da Harry Potter possiate concepire. Se le premesse sono simili, lo sviluppo della storia si prospetta qualcosa di completamente diverso ed entusiasmante).

 

 

 

 

 

 

« Al momento sto leggendo The Iron Trial, e lo sto amando così tanto da sperare di poter tornare indietro alla mia infanzia per aspettare di essere convocata alla prova. Ma ho diciotto anni, quindi, sai, eheh…! In ogni caso, ho una domanda che mi sta infastidendo sin da quando ho cominciato a leggere. Ci sono un sacco di cose molto simili a Harry Potter (se non sempre nei dettagli, almeno esteriormente), e credo non sia la prima volta che te lo dicono. Quindi, qual è la tua risposta a quest’opinione? Grazie per aver letto, amo i tuoi libri! :D »

 

Holly Black: « Ciao! Cassie mi ha mandato questo messaggio perché rispondessi io, poiché lei sta correndo a un party in piscina. Credo che, se leggi The Iron Trial, troverai di certo alcune somiglianze con Harry Potter (e altri libri su scuole di magia), in parte perché è un romanzo che si svolge in una scuola di magia e ha tre personaggi principali, e in parte perché ci sono un paio di deliberati echi a Harry Potter, nel testo. Per quanto arriverai alla fine, penso realizzerai perché quegli echi sono in quel post e, andando avanti, capirai come la storia prenderà un sentiero inevitabilmente e ovviamente molto, molto diverso da quello di Harry Potter.
Sono felicissima che per ora il libro ti sta piacendo. Non vedo l’ora di sapere qual è la tua reazione alla fine. »

 

Cassandra Clare: « Scuole/Accademie/Campi/Università di magia esistono da, beh, sempre, nel genere fantastico. Qui c’è una lista molto incompleta di cinquantaquattro titoli. Harry Potter è di certo il più famoso – probabilmente il secondo è Percy Jackson, al momento. I libri sulle scuole di magia sono per davvero un genere a sé stante, e tutti i libri/film/telefilm a riguardo si somigliano. Sono quelle somiglianze ciò che crea “un genere”. (Il genere distopico descrive un’opera fantasy o di fantascienza in cui il governamento/la società è cattiva e/o corrotta. Se non fossero cattivi o corrotti, il genere del libro cambierebbe, e non sarebbe più distopico.)
Una delle cose divertenti dello scrivere un libro su un genere con cui le persone sono molto familiari, tipo i libri sulle scuole magiche, è che puoi prendere gli stereotipi che la gente conosce così bene, perché esistono da centinaia di anni (ragazzino che va in una scuola magica, scopre di essere il migliore a far tutto/è, in verità, un eroe/ha un destino/ha un nemico/ha degli aiutanti) , e capovolgerli o invertirli completamente. Comunque, non si può rivoltare un cliché se prima non lo si inserisce. (Esempio: non puoi capovolgere le aspettative della gente in una storia, facendo pensare loro che il principe salverà la principessa quando poi è la principessa a salvare il principe, se non hai 1) un principe e una principessa e 2) uno dei due non ha bisogno di essere salvato.)
Volevamo capovolgere i cliché dei libri sulle scuole di magia e della narrativa dell’Eroe Prescelto (clicca sulla sezione dedicata alla “letteratura” nella pagina per trovare Harry Potter e varie dozzine di altri libri). Per fare ciò dovevamo creare una scuola di magia e l’idea potenziale di un Eroe Prescelto. Non c’era altro modo. Sarei molto sorpresa se qualcuno arrivasse alla fine del libro e pensasse ancora che The Iron Trial si stia muovendo nella stessa direzione di Harry Potter. Ma, sfortunatamente, dire altro potrebbe spoilerare il colpo di scena.
(E sì, certo, abbiamo visto paragoni con Harry Potter! Holly ha visto gli stessi paragoni con i suoi libri su Spiderwick – io li ho visti con Shadowhunters. I libri di Harry Potter sono probabilmente i più letti nel mondo. Ogni genere di cosa viene paragonata a loro. Il nostro editore è lo stesso che ha pubblicato Harry Potter, e molte persone nel nostro team hanno lavorato sui libri di HP. È stato grandioso, a dire il vero, lavorare con persone così familiari con gli stereotipi dei libri sulle scuole di magia, e così eccitati all’idea di vederci rivolarli. :)) »

Traduzione: la recensione di The Iron Trial dello School Library Journal!

Due giorni fa Cassie ha pubblicato sul suo Tumblr la “super adorabile recensione di Magisterium fatta dallo School Library Journal”. ;) Abbiamo pensato di tradurla, così che quanti sono incerti possano farsi un’opinione sul libro. ^^

PS: la recensione dello School Library Journal può contenere degli spoiler sul libro. Se non vi interessano, vi chiediamo di non continuare la lettura (potete sempre leggere la recensione priva di spoiler – e tradotta da noi – del Publisher’s Weekly).

 

 

 

 

 

 

« Per tutta la sua vita, Callum Hunt si è sentito ripetere dal padre che praticare la magia è una condanna a morte sicura, l’unico modo certo per assicurarsi di non arrivare vivo al suo diciottesimo compleanno. Quando Call è chiamato a partecipare agli esami di ammissione per il Magisterium, una versione più sinistra della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, promette a suo padre di fallire deliberatamente il test, così da evitare il richiamo pericoloso della scuola di magia.
Sfortunatamente, la magia è nel sangue di Call, e, benché il suo zoppicare e l’atteggiamento sarcastico non paiano essergli d’aiuto durante il test,  viene selezionato insieme ad altri due studenti dell’“Anno di Ferro” per essere il pupillo del più grande mago di tutti, Master Rufus. La Black e la Clare hanno creato un mondo unico in Magisterium, evitando abilmente di annoiare i lettori con un’altra serie sulle “scuole di magia” post-Harry Potter. I tunnel labirintici della scuola sotterranea, le caverne misteriose e gli strani fiumi sono l’ambientazione a tratti meravigliosa, a tratti inquietante, per quest’avventura dell’eroe. Le rappresentazioni multidimensionali del variegato trio protagonista lasciano da parte caratterizzazioni semplici in favore di motivazioni profonde, il che aggiunge uno spessore ulteriore a ogni personaggio. La cosa migliore è la tarda rivelazione del vero eroe e del cattivo del libro, che rivolta completamente quelli che sono i cliché del genere. »

 

Traduzione: Twitter chat recenti!

In questi giorni, complice The Iron Trial (che uscirà domani in America), Cassie ha risposto a un po’ di domande su Twitter. :) Le abbiamo raccolte e ve le abbiamo tradotte! Speriamo le troviate interessanti.

 

PS: sono presenti lievi spoiler di Città del Fuoco Celeste. Leggete a vostro rischio!

 

 

 

 

 

« “Hai detto, qualche tempo fa, che le Bane Chronicles sarebbero state disponibili in cartaceo. Quando succederà?” Stando ad Amazon, l’11 novembre [NdT: in America]. »

 

« “Adesso combattono per l’amore di Jem, ma, per favore, non ripetere ciò che c’era tra Tessa, Will e Jem.” Chi sta combattendo per l’amore di Jules? »

 

« “Per favore, scrivi una storia Wessa ambientata dopo il matrimonio. Per favoreee!” Viste le reazioni crudeli di alcune fan Wessa ad ATB [NdT: After the Bridge] (non tutte, ovviamente, la maggior parte di loro è adorabile), non me la sento. »
« “:S Sono una grande fan della Wessa, ma non ti ho mai mandato odio per la Jessa; proprio come in ogni fandom ci sono persone che rovinano tutto, ma perché noi fan della Wessa che non siamo mai state maleducate o irritate dobbiamo perderci la storia? Anche questo è ingiusto. ;S Sono certa che in passato anche le fan della Jessa ti abbiano mandato dell’odio. :S È tristissimo che pure le fan buone della Wessa debbano rimetterci. :'( E ora non abbiamo nulla benché la maggior parte di noi sia gente che non odia.”  Lo capisco – forse tu puoi capire, però, che non riesco a scrivere qualcosa quando il solo pensiero di farlo mi rende infelice. »
« “I tuoi libri mi hanno aiutata a cambiare come persona. Hanno un posto speciale nel mio cuore. È solo che non voglio che le fan della Wessa che sono gentili e non odiano si perdano la storia. ;S Così come l’odio delle Jessa che sono certa che tu in passato abbia ricevuto, pur avendoti rattristata, non ti ha impedito di scrivere di nuovo per loro, odierei che tu non riuscissi più a scrivere per le persone che ami per colpa di quelle Wessa lì. Forse in questo preciso istante non sei pronta, ma non chiuderti davanti alla possibilità di scrivere, tra qualche tempo, una breve storia Wessa. :(” Non lo farò. »
« “Non lo farò nel senso di ‘non scriverò per loro’, o ‘non mi chiuderò davanti all’idea’; mi spiace così tanto toglierti così del tempo, è solo che volevo dimostrarti che ci sono delle fan Wessa che sono premurose e a cui importa, e vorrei anche che la mia voce si sentisse sopra l’odio. :)” Non mi chiuderò. Scrivo sempre ciò che sento. Nel frattempo, nel caso in cui non l’aveste vista: [NdT: ha linkato un vecchio extra Wessa, Of Loss; lo trovate QUI tradotto da noi.] »

 

« “Hai cambiato il tuo sfondo… Wow… TMI è davvero finito… Non posso crederci.” Ma poi arriverà TDA. Non è finita per davvero. :) »

 

« “Cara Cassandra Clare, ho letto CoHF perché volevo sapere cos’è successo alle mie OTP, non per avere un’altra coppia da shippare.” Avere nuove coppie da shippare è divertente! »

 

« “Scriverai di qualche altro personaggio di colore (oltre a Maia) in TDA o TLH?” Sì, Diana è un personaggio importante, in TDA. »

 

« “Devo farti una domanda – Dorothea è sempre stata un demone? O è stata posseduta dopo che Clary era stata scoperta? Grazie. :)” È stata posseduta dopo la sua prima conversazione con loro. »

 

« “Domanda a caso: qual è il libro preferito di Ty?” Sherlock Holmes, ovviamente. »

 

Un roleplayer di Jace: « TMI non sarebbe dovuto finire. Sono troppo meraviglioso. Scrivi altro su di me, piccola. ;) »
Cassie: « Sarai in Shadowhunter Academy [NdT: la raccolta di storie brevi su Simon] e TDA. »
Jace: « Uhm, ma mi piace di più essere il protagonista. :( »
Cassie: « Ci scommetto. »

 

« “Possiamo aspettarci che TSA (Tales from the Shadowhunter Academy) sarà pubblicato prima di Lady Midnight? ^_^ <3” Sì. »

 

« “Perché non rispondi mai quando ti chiedono se Simon e Clary diventeranno parabatai?” Perché è uno spoiler. »

 

A Kass Morgan, autrice di The 100 (il libro su cui hanno basato l’omonima serie TV): « Grazie per la copia inaspettata di The 100. Sono prontissima per la mia fissa Bellamy. ;) »
Kass Morgan le ha risposto: « Piacere mio! Buona lettura. Comunque, sono ossessionata da THE IRON TRIAL. Scambierei tutto l’ ossigeno sull’Arca per il secondo libro. »
E Cassie: « Sono certa che possiamo metterci d’accordo – scusa, Arca! »

 

« “Shippi Bellarke, Cassie?” Certo. »

 

« “Che te ne pare dell’esperienza di scrivere qualcosa di diverso dalle Shadowhunter Chronicles? Sono molto eccitata all’idea di leggere Magisterium. Ti adoro.” È stato divertente. Di sicuro diverso. »

 

« “Non so se leggere The Iron Trial. Lo consiglieresti a uno Shadowhunter?” Sì, ma sta a te. »

 

« “Sono gay, e, beh… amo i gay. Ce ne saranno, in The Iron Trial?” Hanno solo dodici anni, nel primo libro – non ci sono storie d’amore o orientamenti specifici, per il momento. »

 

« “Sto amando Magisterium di Holly Black e Cassandra Clare. È semplicemente ECCELLENTE, secondo la mia modesta opinione, e non manca molto all’uscita. Eeeek!” :) »

 

A Teen.com che ha citato Jace in un post chiamato: “13 battaglie che solo le persone ossessionate dagli YA capiranno” (nella prima sezione, “Ti sei innamorata di più ragazzi di quelli che puoi contare”): « Aw. Grazie per aver citato Jace! »

 

« “Qualche consiglio per i personaggi immortali?” Resta lì. :D »

 

« “Followa la mia ragazza. È una tua grande fan e voglio vederla felice. Per favore… x21” Non posso, ma mandale il mio amore. »
[NdT: Cassandra ha più volte spiegato che non può followare i fan, perché sono troppi: Twitter diventerebbe inutilizzabile, con quasi quattrocentomila persone da seguire.]

 

« “Cassie, hai già un’idea di come finirà TDA?” Intendi se so cosa succede alla fine? Sì. Cerco di sapere sempre la fine, quando comincio. »
« “Rende più semplice o più difficile scrivere la storia completa?” Conoscere la fine, per me, rende tutto più semplice. »

 

« “Com’è stato scrivere con Holly? Qual è la cosa che hai preferito?” Scrivere i pezzi divertenti. Morivamo dal ridere. »

 

« “Puoi dirci qualcosa del ragazzo di Emma?” Ha i capelli rossi. Per Sarah Rees Brennan. »
Sarah le ha risposto: « Vivi per tormentarmi. »
E Cassie: « Sììì! »
E Sarah: « Capelli rossi! »

 

« “Ho appena scoperto che il nostro primo nipote si chiamerà Jace! È una cosa che amo. Dovrebbe nascere a dicembre.” Awwww! »

 

« “The Iron Trial dovrebbe essere già uscito? Non credo, ma ho potuto comprarlo, stamattina!” Figo! Non è sotto embargo, quindi va tutto bene se lo trovate già esposto. »

 

« “Ciao! :) Sai perché la traduzione tedesca delle Cronache di Magnus Bane è già uscita, mentre il cartaceo inglese no?” No! »

 

« “Ho appena realizzato che il rubino di Izzy è quello che Magnus ha dato a Will, e Will a Cecy. E Cecy l’ha fatto finire nelle mani della discendenza dei Lightwood.” Buone risposte. »

 

« “Credo che The Infernal Devices sia il migliore YA lì fuori, e ho scritto un post sul mio blog per dimostrarlo!” Aw, grazie. »

 

« “Raphael Santiago e Ragnor Fell erano fidanzati?” Se è questo è l’head canon che ti piace, immagino. »

 

« “CHE BOXER INDOSSA VALENTINE?” IL MALE NON INDOSSA LE MUTANDE. »

 

« “Il fidanzato di Emma è uno Shadowhunter?” È uscita solo con degli Shadowhunters, prima di TDA. Fine degli spoiler, per oggi! »

 

« “In una scala da Percy Jackson ad After the Bridge, quanto PG-13 sarà The Iron Trial?” Percy Jackson. »

 

« “Io e i miei figliocci celebriamo i DUE GIORNI dall’uscita di The Iron Trial! #magisterium instagram.com/p/sp_9yekEOT/ »

 

« “Aw, sono così carini con quelle magliette verdi. <3” I miei figliocci sono sempre i più carini! »

 

« “Sono gemelli, vero?” Sì! Eli e Jonah. Ho fatto ricerche su di loro per Ty e Livvy. »

 

« “Tessa e Catarina sono due tipi differenti di streghe; Catarina ha il ciclo, quindi?” No. »

 

« “Adesso la tua dedizione in CoHF ha perfettamente senso! Sono due piccoli amorini. Sono dizigoti o monozigoti?” Dizigoti. »

 

« “Come si comporterà Jules coi ragazzi di Emma?” Lo scoprirete in TDA. :) »

Traduzione: varie domande su CoHF!

Buongiorno, Shadowhunters! È da un po’ che non vi carichiamo nuovi post su Città del Fuoco Celeste (e TDA) tradotti – quindi abbiamo deciso di rimediare. ;) Qui di seguito troverete varie domande poste a Cassie qualche tempo dopo l’uscita americana di CoHF; erano troppo brevi per essere pubblicate in post a parte, e raccoglierle insieme ci è parsa un’idea assai migliore!

 

Speriamo vi piacciano!

 

 

 

 

“some random spoilery questions about CoHF”

« “Ciao! Volevo ringraziarti per tutti i libri che hai scritto: sono semplicemente incredibili, e mi hanno fatta vivere nel mondo che hai creato, e ovviamente ho qualche domanda. Perché Magnus si chiede cosa penserebbe Jocelyn se sapesse il nome di Jessamine? Non riesco a smettere di pensarci.

Perché il nome di Jessamine era Jessamine Gray. E Jocelyn conosce Tessa Gray.

Perché non far morire e basta Sebastian? Voglio dire, muore, ma c’è Jonathan, lì. Mi hai fatta piangere mentre moriva, perché mi ha fatto pensare che sarebbe potuto essere un buon fratello e una persona amabile. Saluti dalla Colombia.

È questa la ragione. :)

Ciao, ho una domanda che mi tormenta da un po’: se Jace è un discendente di Tessa (come si dice nell’albero genealogico alla fine di Clockwork Princess), questo non implica che in sé abbia un po’ di sangue demoniaco, non importa quanto poco sia, pur essendo Sebastian, e non lui, quello a cui è stato iniettato sangue di demone?

Una volta ci ho lavorato su, e Tessa ha circa cinquanta, sessanta discendenti in vita. (Penso possa esserci un po’ di confusione sul come funzionino gli alberi genealogici.) Quindi se Jace avesse qualche traccia di sangue demoniaco, varrebbe la stessa cosa per, tipo, altri quarantanove Shadowhunters. Non è stato mostrato alcun effetto degno di nota, e sarebbe ancor meno plausibile che una cosa simile in Jace, vista l’alta quantità di sangue d’angelo dentro di lui.
Ha un effetto in James e Lucie, ed è qualcosa che vedremo in The Last Hours.

**** ATTENZIONE: SPOILER DA CITY OF HEAVENLY FIRE ***** Mi chiedevo se Jace fosse vergine, prima di Clary. Inoltre, vedremo Simon Ascendere?

No alla prima domanda, forse alla seconda – Simon deve allenarsi, e poi cercare di Ascendere. E quello lo vedremo! »

 

 

“On Sacrifice”

 

« “Ciao, Cassandra. Ho solo una domanda veloce. In uno degli spoiler pubblicati prima di CoHF, hai detto che qualcuno sarebbe morto per salvare un’altra persona. È successo quando Simon ha rinunciato ai suoi ricordi e all’immortalità e non ha fatto portar via l’immortalità di Magnus?

No, è stato quando Raphael ha rinunciato alla sua vita per quella di Magnus.
Raphael deve a Magnus la vita. La cosa è stata accennata un po’ in Città del Fuoco Celeste, ed esplorata con molta più accuratezza in Alla Ricerca di Raphael Santiago.
Raphael è stato a lungo una figura ambigua, in questa serie; a volte era buono, altre lavorava contro i nostri eroi. Ma ha sempre avuto un suo ferreo senso delle priorità e del bene e del male. Ha sempre protetto il suo clan. Sarebbe stato davvero un gran buon leader, per i vampiri.
Si rifiuta di uccidere Magnus, pur sapendo che così Sebastian lo ammazzerà, perché il suo innato senso dell’onore non gli permette di uccidere una persona che un tempo gli ha salvato la vita. Penso che se c’erano dubbi sul fatto che Raphael fosse o meno buono, questo gesto abbia fornito la risposta, anche se mi mancherà tanto. La sua morte è quella che mi ha reso più triste. »

 

 

“TDA”

 

« “Ciao, CC! Prima di tutto, volevo parlarti di quanto amo i tuoi libri. Ho cominciato TMI quest’autunno, e adesso ho letto tutta la serie, inclusi CoHF e TID. Amo il fatto che tu abbia personaggi LGBT. Sono lesbica anch’io, e mi relaziono un sacco ad Aline. Ricordo che la prima volta che ho letto di lei me ne sono istantaneamente innamorata. Mi chiedevo se vedremo di più Helen e Aline, in TDA, e se nel libro ci saranno altri personaggi LGBT. Amerei saperne di più, su di loro, in futuro. Grazie!

Cassie, domanda veloce – puoi dirci qual cosina sui personaggi LGBT in TDA, su chi sono, o è un po’ troppo presto? x

Ogni volta che ricevo domande del genere mi sento come se stessi correndo in un piccolo cerchio, perché da una parte sono super eccitata di parlare dei nuovi personaggi di TDA, e capisco perfettamente perché mi chiediate informazioni. Credo sia totalmente ragionevole controllare se ci saranno rappresentazioni di personaggi LGBT, in una serie, prima di iniziarla. In special modo, capisco il voler sapere se alcuni personaggi specifici che ami sono ancora in giro.
Allo stesso tempo, mi preoccupa anche dare troppi dettagli quando sono ancora nel pieno della stesura del libro. Ci sono personaggi LGBT assolutamente preminenti, e questo non cambierà, ma voglio che il processo di presentazione dei personaggi sembri organico. Li abbiamo incontrati da piccoli, o visti per poco (come nel caso di Mark), quindi non sappiamo ancora nulla della loro sessualità. Non tutti i Blackthorn sono etero (e non intendo solo Helen!), né lo sono tutti gli altri personaggi. Ma proprio come per molte coppie etero nei media, a volte anche la destinazione di un personaggio o la coppia in cui finirà è una sorpresa, e temo che, se mi limitassi a dire chi è gay e chi bisessuale, si finirebbe col fare uno strano gioco per indovinare con chi saranno in coppia quei personaggi prima ancora di conoscerli.
Spero che la cosa abbia senso. Sono soprattutto molto grata, quando ricevo domande del genere, perché comunicano una fiducia nel fatto che le rappresentazioni nei miei libri saranno appaganti/godibili/relazionabili, e per me significa davvero tantissimo. Credo che tutto questo discorso porti a – ci saranno rappresentazioni LGBT*, in TDA? Sì. Posso parlarne nello specifico? Non ancora, anche se posso promettere che Aline e Helen sono vive, in salute e stanno ancora insieme, e le rivedremo. »

 

 

“Books, books, books”
[NdT: di questa avevamo pubblicato un estratto sulla pagina Facebook.]

 

« “Ciao, Cassie! Amo i tuoi libri così, così, cooosì tanto! Ho finito Città del Fuoco Celeste, ed è eccezionale. Mi chiedevo: quando verrà pubblicato il resto dei romanzi (TDA, TLH, TWP, ecc.)? Ci sono date precise o l’anno di rilascio? Grazie mille per queste serie stupende! :)

Shadowhunter Chronicles:

Città del Fuoco Celeste ha concluso The Mortal Instruments. Il prossimo capitolo delle Cronache è The Dark Artifices, che si svolge cinque anni dopo CoHF. Puoi saperne di più qui. [NdT: trovate il nostro materiale su TDA qui.]

Ci sono tre libri su The Dark Artifices: Lady Midnight [La Signora di Mezzanotte], Prince of Shadows [Il Principe delle Ombre] e Queen of Air and Darkness [La Regina dell’Aria e dell’Oscurità]. Lady Midnight è provvisoriamente previsto per gli ultimi mesi del 2015, anche se non è stato ancora deciso.

The Last Hours, la serie sequel di The Infernal Devices, comincerà a essere pubblicata poco dopo Lady Midnight. Puoi saperne di più qui. [NdT: il nostro post a riguardo è qui.]  Si parlerà dei figli dei personaggi degli Infernal Devices. Quindi l’ordine dei libri è:

Lady Midnight (The Dark Artifices #1);
Chain of Gold [Catene d’Oro] (The Last Hours #1);
Prince of Shadows (The Dark Artifices #2);
Chain of Iron [Catene di Ferro] (The Last Hours #2);
Queen of Air and Darkness (The Dark Artifices #3);
Chain of Thorns [Catene di Spine] (The Last Hours #3).

Questo ci porterà attraverso un po’ di anni, quindi al momento credo di poter solo dire che intendo concludere le Shadowhunter Chronicles con una serie chiamata The Wicked Powers.

(Lascio fuori il Codice, le Bane Chronicles e i racconti dell’Accademia, dal momento che tecnicamente non sono romanzi/serie.)

 

Magisterium:

 

The Iron Trial, primo libro di Magisterium, uscirà il 9 settembre 2014. Verrà pubblicato un libro di Magisterium ogni settembre, per i prossimi quattro anni. Il secondo libro, The Copper Gauntlet [La Maschera di Rame], è previsto per settembre 2015.

Spero sia d’aiuto! »

 

 

“Malcolm”

 

« “Ciao, Cassandra. Prima di tutto volevo congratularmi con te per l’uscita di Città del Fuoco Celeste. Il libro è divino, e il finale è stato sconvolgente/bellissimo. Ho una domanda e un dubbio. La domanda è: c’è qualche possibilità che posterai un’immagine, disegnata da Cassandra Jean, del padre di Magnus? Perché pure con la descrizione del libro, credo sia un po’ difficile da immaginare. E la domanda è: vedremo Malcolm, in The Dark Artifices?

Malcolm era un po’ un Easter Egg, in Città del Fuoco Celeste (a differenza di Julian, Emma e Mark, che facevano parte della trama) – ho pensato che le persone avrebbero trovato divertente dargli un’occhiata prima di TDA. È il Sommo Stregone di Los Angeles, quindi sì, lo vedremo di certo, in The Dark Artifices.

Posso dire a Cassandra Jean che disegnare solo se le sto commissionando un lavoro. Sta a lei decidere. :) Se vuole disegnare il padre di Magnus, può. Non mi spiacerebbe se disegnasse Malcolm! Al povero Malcolm è successo qualcosa di terribile, centinaia di anni fa, e quindi il suo lato infantile riflette com’è stato da quel momento in poi… »

Traduzione: un estratto da The Iron Trial!

Shadowhunters, per ringraziarvi di tutto l’impegno profuso nell’iniziativa per Città di Cenere (siamo ancora tra le tendenze italiane!), ecco il nostro “regalino”. ;) Un estratto di The Iron Trial!

 

Come alcuni di voi sapranno, l’editore inglese di Magisterium (serie middle grade co-scritta da Cassie e Holly Black) ha creato un “giochino” per presentarci il primo romanzo – ogni mese si sblocca una nuova missione, e ogni missione regala un contenuto speciale sul libro.

Quest’estratto proviene da lì. ;)

 

Nel caso dovessero servirvi informazioni su L’Anno di Ferro (questo il titolo italiano del primo romanzo, che verrà pubblicato in Italia sempre dalla Mondadori), le trovate in questa sezione del sito: qui.

 

 

 

 

 

 

 

Le speranze di Tamara vennero infrante il giorno successivo, quando furono riportati nel posto che Call aveva soprannominato “Stanza della Sabbia e della Noia” per terminare la divisione. Mancava ancora un sacco di sabbia. Call si sentì nuovamente colpevole.

“Ma quando avremo finito,” chiese Aaron a Master Rufus, “potremo fare altre cose, vero?”

“Concentratevi sulla missione attuale,” rispose enigmaticamente il mago, mentre usciva attraverso la parete.

Con profondi sospiri, i tre si sedettero e si misero a lavoro. Il dividere la sabbia continuò per il resto della settimana, con Tamara che passava il tempo dopo le lezioni insieme a sua sorella o con Jasper o con altri studenti che parevano di famiglia ricca, e Aaron che il tempo lo passava con chiunque, mentre Call se ne stava rinchiuso in camera loro. La divisione proseguì pure la settimana successiva – e la pila di sabbia sembrava sempre più grande, come se qualcuno non volesse permettere al test di finire.

Call aveva sentito parlare di un tipo di tortura per cui una goccia d’acqua colpisce la fronte di una persona, ancora e ancora, finché non impazzisce. Prima non aveva mai compreso come funzionasse, ma adesso sì.

Dev’esserci un modo più semplice, pensò, ma la parte della sua mente dedicata al progettare doveva essere la stessa utilizzata dalla magia, perché proprio non gli riusciva di pensar nulla.

“Insomma,” disse alla fine, “voi ragazzi siete bravi con questa roba, giusto? I migliori maghi tra quelli che hanno sostenuto il test. In cima alla classifica.”

Gli altri due lo guardarono, gli occhi vitrei. Aaron aveva l’aria di uno che è stato colpito da un masso volante mentre nessuno lo stava osservando.

“Immagino di sì,” rispose Tamara. L’idea non sembrava eccitarla troppo. “I migliori del nostro anno, in ogni caso.”

“Okay, beh, io sono terribile. Il peggiore. Ero all’ultimo posto, e ci ho già rovinato le cose, quindi è ovvio che non so nulla. Ma dev’esserci un metodo più veloce. Qualcosa che dovremmo fare. Una qualche lezione che dovremmo imparare. Vi viene in mente qualcosa? Qualsiasi cosa?” Nella voce aveva un tono di supplica.

Tamara esitò. Aaron scosse il capo.

Call vide l’espressione di Tamara. “Che? C’è qualcosa?”

“Beh, ci sono alcuni principi magici, alcuni… modi speciali per attingere agli elementi,” disse, le trecce nere che ondeggiavano mentre si spostava per sedersi in un’altra posizione. “Roba che Master Rufus probabilmente non vuole che sappiamo.”

Aaron annuì con entusiasmo; la speranza di riuscire a uscire dalla stanza gli illuminò il viso.

“Ricordate cos’ha detto Rufus riguardo al sentire il potere nella terra e tutta quella roba lì?” Tamara non li stava guardando. Stava osservando la pila di sabbia come se si stesse concentrando su qualcosa di molto distante. “Beh, c’è un modo di ottenere più potere, più velocemente. Ma dovete aprirvi agli elementi… e, beh, mangiare un granello di sabbia.”

“Mangiare la sabbia?” fece Call. “Dev’essere uno scherzo.”

“È pericoloso, per via di tutta quella roba del Primo Principio della Magia. Ma funziona per lo stesso motivo. Sei più vicino all’elemento – nel senso, se stai facendo magia della terra, mangi pietre o sabbia, i maghi del fuoco possono mangiare fiammiferi, quelli dell’aria potrebbero consumare sangue. Non è una buona idea, ma…”

Call pensò a Jasper che ghignava col dito insanguinato in bocca, durante la Prova. Il suo cuore cominciò a battere forte. “Come fai a saperlo?”

Tamara guardò la parete. Prese un respiro profondo. “Mio padre. Mi ha insegnato come fare. Per le emergenze, ha detto, ma per lui andare bene a un test è un’emergenza. Non l’ho mai fatto, però, perché mi fa paura – se prendi troppo potere e non riesci a controllarlo, potresti essere trascinato in un elemento. Ti brucia l’anima e la rimpiazza con fuoco, aria, acqua, terra o caos. Diventi una creatura di quell’elemento. Come un elementale.”

“Una di quelle robe a forma di lucertola?” chiese Aaron.

Call si sentì sollevato dal fatto di non essere stato lui a porre quella stessa domanda.

Tamara scosse il capo. “Ci sono elementali di ogni dimensione. Piccoli come quelle lucertole o grandi e gonfi di potere, come le viverne e i draghi e i serpenti marini. O persino alti come un umano. Quindi dovremo fare attenzione.”

“So stare attento,” disse Call. “Tu, Aaron?”

Aaron si passò una mano ricoperta di granelli di sabbia tra i capelli biondi e scrollò le spalle. “Tutto è meglio di questo. E se dovessimo finire più velocemente rispetto alle previsioni di Master Rufus, ci darà qualcos’altro da fare.”

“Okay. Non penso che funzionerà.” Tamara si leccò la punta del sito e lo utilizzò per toccare la pila di sabbia. Un paio di granelli rimasero incollati. A quel punto si mise il dito in bocca.

Call e Aaron la imitarono. Mentre Call si piazzava il dito umido tra le labbra, non poté non chiedersi cos’avrebbe pensato se una settimana prima gli avessero detto che sarebbe finito a mangiar sabbia seduto in una caverna sotterranea. La sabbia non aveva un cattivo sapore – non sapeva di niente, in effetti. Buttò giù i granelli ruvidi e attese.

“E ora?” domandò dopo qualche secondo. Cominciava a innervosirsi un pochino. A Jasper non era successo niente, durante la Prova, si disse. Non sarebbe successo niente neanche a loro.

“Ora ci concentriamo,” spiegò Tamara.

Call guardò la pila di sabbia. Questa volta, mentre faceva scivolare i suoi pensieri su di essa, riuscì ad avvertire ognuno dei piccoli granelli. Minuscoli pezzi di conchiglia scintillavano nella sua mente, accanto a pezzi di cristallo, e pietre giallastre incastrate tra le rocce. Cercò di immaginare di sollevare l’intera pila di sabbia con le mani. Sarebbe stata pesante, e la sabbia gli sarebbe scivolata tra le dita e si sarebbe accumulata sul pavimento. Tentò di cancellare tutto ciò che gli stava intorno – Tamara e Aaron, la pietra fredda sotto di lui, il debole fruscio del vento nella stanza – e indirizzò la sua concentrazione sulle uniche due cose importanti, se stesso e la pila di sabbia. La sabbia gli parve completamente solida e leggera, come polistirolo. Sarebbe stata semplice da sollevare. Poteva tirarla su con una sola mano. Con un dito soltanto. Con un… pensiero. Immaginò di sollevarla e separarla…

La pila di sabbia barcollò, facendo cadere qualche granello dalla cima, e poi si sollevò. Rimase sospesa sulle loro teste come una piccola nuvola temporalesca.

Tamara e Aaron la fissarono entrambi. Call ricadde sulle mani. Le gambe gli formicolavano come se le avessero punte spilli e aghi. Doveva essersi seduto nella maniera sbagliata. Era stato troppo concentrato per rendersene conto.

“Adesso è il vostro turno,” disse, e gli sembrò che le mura fossero più vicine, di sentire le pulsazioni della terra sotto di sé. Si chiese come sarebbe stato affondare nel terreno.

“Assolutamente,” fece Aaron. La nuvola di sabbia si divise in due metà, una composta di sabbia chiara, l’altra scura.

Tamara sollevò le mani e disegnò delle pigre spirali nell’aria. Call e Aaron osservarono con stupore la sabbia turbinare in schermi diversi sopra di loro.

La porta si spalancò. Master Rufus stava sulla soglia, il viso impassibile come una maschera. Tamara emise un piccolo squittio, e la pila fluttuante di sabbia cadde a terra, rilasciando sbuffi di sabbia che fecero soffocare Call.

“Che avete fatto?” domandò Master Rufus.

Aaron sembrava pallido. “Io… noi non intendevamo…”

Master Rufus gesticolò bruscamente nella loro direzione. “Aaron, fa’ silenzio. Callum, vieni con me.”

“Che?” cominciò Call. “Ma io – non è giusto!”

“Vieni. Con. Me,” ripeté Rufus. “Adesso.”

Call si sollevò cautamente in piedi, la gamba debole che gli bruciava. Lanciò un’occhiata a Aaron e Tamara, ma i due si stavano osservando le mani; non guardavano lui. E questo è quanto, per quel che riguarda la realtà, pensò mentre seguiva Master Rufus fuori dalla stanza.

Traduzione: la recensione a The Iron Trial del Publisher’s Weekly + illustrazioni di Cassandra Jean

Per festeggiare l’ottima recensione che il Publisher’s Weekly ha dato a The Iron Trial, Cassie ha deciso di condividere con noi dei disegni. :) Realizzati da Cassandra Jean, ritraggono Aaron Stewart e Tamara Rajavi, compagni di squadra e grandi amici di Call.

Nel post, subito dopo la recensione e le due nuove illustrazioni, troverete anche i disegni di Callum e Havoc che Cassandra aveva condiviso qualche tempo fa (e avevamo caricato solo su Facebook).

 

Vi ricordiamo che The Iron Trial uscirà in Italia entro la fine dell’anno (dovrebbe arrivare i primi di novembre) col titolo “L’Anno di Ferro”; la casa editrice, come per Shadowhunters, sarà la Mondadori.
In questa sezione del sito trovate ulteriori informazioni: x

 

 

 

Post di Cassie:
« Whee! Magisterium ha ricevuto una recensione stellata [NdT: abbiamo deciso di rendere così l’espressione “starred review”. Citando il Publisher’s Weekly: “Una starred review indica un libro di qualità eccezionale.”] dal Publisher’s Weekly. Per celebrare, ho pensato di pubblicare le illustrazioni degli amici di Call, Aaron Stewart e Tamara Rajavi, realizzate da Cassandra Jean.

Recensione: “Ambientato in una versione influenzata dalla magia dell’America dei nostri giorni, questo primo titolo della Magisterium series combina il talento della Black (Doll Bones) e della Clare (The Mortal Instruments) in un’emozionante storia di formazione che abbraccia gli stereotipi del fantasy e al contempo spinge i lettori a fare supposizioni. Al dodicenne Callum Hunt è stato insegnato a diffidare della magia. I maghi hanno ucciso sua madre, e suo padre l’ha avvisato che il Magisterium, una scuola in cui i giovani maghi vengono allenati, è una trappola mortale. I tentativi di Callum di fallire il test d’ingresso vanno storti, e viene scelto come apprendista da Master Rufus insieme ad altri due studenti, Aaron e Tamara. Mentre Callum, Tamara, Aaron e i loro compagni cominciano il loro primo di cinque anni di scuola, Callum si rende conto di quanto poco sa della sua stessa famiglia. Lo strano Magisterium sotterrano è reso vividamente, e una serie di rivelazioni inquietanti lascerà i lettori desiderosi di leggere i libri futuri. I fan di entrambe le autrici saranno felici di poter conoscere questo cast a tutto tondo nei primi passi della loro avventura.” »

 

 

tumblr_n933y3GUDq1r3oy4vo1_1280 tumblr_n933y3GUDq1r3oy4vo2_1280 tumblr_inline_n8jw1mfLmD1r0ww6i tumblr_inline_n8jw23352V1r0ww6i