Traduzione: “‘Mortal Instruments’ Drama ‘Shadowhunters’ Goes Straight to Series at ABC Family”

The Hollywood Report ha finalmente rivelato un bel po’ di nuove informazioni sul telefilm di Shadowhunters! Pronti a leggere, Nephilim? ;)

 

PS: vi ricordiamo che per “straight-to-series” si intende un telefilm che verrà prodotto direttamente, senza che prima si giri un pilot che potrebbe o meno convincere l’emittente a comprarlo e mandarlo in onda.

 

 

 

 

 

 

« Basato sul libro di Cassandra Clare, con Ed Decter di ‘Helix’ come showrunner.

ABC Family sta entrando negli affari di The Mortal Instruments.

Il canale diretto ai giovani ha ordinato un telefilm straight-to-series per Shadowhunters, un drama basato sulla serie di libri The Mortal Instruments di Cassandra Clare, ha appreso The Hollywood Reporter.

Prodotto dalla Constantin Film, Ed Decter (Helix, Unforgettable, The Client List) è a bordo come showrunner e produttore esecutivo. Il telefilm sarà una serie di 13 episodi con una data d’inizio ancora da decidere; il cast verrà annunciato successivamente. La produzione inizierà a maggio a Toronto.

Basato su una serie bestseller di sei romanzi young adult fantasy, Shadowhunters ruota intorno alla diciottenne Clary Fray, che scopre nel giorno del suo compleanno di non essere ciò che pensa, ma piuttosto di discendere da una lunga stirpe di Shadowhunters – metà umani metà angeli che cacciano i demoni. Quando sua madre Jocelyn viene rapita, Clary si ritrova in un mondo di cacciatori di demoni insieme al misterioso Shadowhunter Jace e al suo migliore amico, Simon. Ora che si scopre a vivere tra le fate, gli stregoni, i vampiri e i licantropi, Clary comincia un viaggio alla scoperta di se stessa mentre apprende sempre di più sul suo passato e su ciò che il futuro potrebbe avere in serbo per lei.

The Mortal Instruments è cronologicamente la terza serie delle cinque sulle Shadowhunters Chronicles; è formata da Città di Ossa, Città di Cenere, Città di Vetro, Città degli Angeli Caduti, Città delle Anime Perdute e Città del Fuoco Celeste di maggio [scorso].

La notizia giunge mesi dopo l’annuncio, fatto dalla Constantin, che il franchise della Clare sarebbe stato rilanciato come una serie drammatica di alto livello. Shadowhunters è l’ultimo adattamento del franchise: la Screen Gems aveva prodotto Città di Ossa, un film con Lily Collins e Jamie Campbell Bower, rispettivamente nei ruoli di Clary e Jace, nel 2013. La Constantin progettava di trasformare la serie fantasy in una serie di lungometraggi, ma ha bocciato l’idea dopo che Città di Ossa ha incassato solo 31 milioni di dollari in patria.

Shadowhunters è un’enorme serie epica che riscuoterà approvazione tra gli spettatori che arrivano su ABC Family dai franchise Harry Potter, Hunger Games e Twilight,” ha dichiarato il presidente della ABC Family, Tom Ascheim. “Un bestseller del New York Times per 122 settimane consecutive, con oltre 35 milioni di copie cartacee vendute in tutto il mondo: Shadowhunters è la storia perfetta da condividere col nostro pubblico.”

Per la ABC Family, Shadowhunters arriva sul canale via cavo della Disney dopo il loro progetto per rilanciare il canale per un pubblico più vecchio e per le famiglie. Si unisce a un elenco di drama che include Chasing Life, The Foster, Pretty Little Liars oltre che i nuovi arrivi Stitchers e Recovery Road. »

 

EDIT: qui trovate il profilo ufficiale della ABC Family.

Annunci

NEWS: THE MORTAL INSTRUMENTS DIVENTERA’ UNA SERIE TV!

Dopo i tweet di Martin Moszkowicz, che parlavano di una news in arrivo domani, è The Hollywood Report a rivelarci di cosa si tratta: THE MORTAL INSTRUMENTS VERRÀ TRASFORMATO IN UNA SERIE TELEVISIVA.
Prima di lasciarvi alle nostre considerazioni, la traduzione del post:

« Dopo essere stato bloccato dal box office, The Mortal Instruments sta tornando. Come serie tv.

La Constantin Film, società di produzione che controlla i diritti del franchise YA bestseller di Cassandra Clare, e che ha prodotto il film di Città di Ossa, sta rilanciando The Mortal Instruments come una serie ad alto profilo.

La Constantin ha assunto Ed Decter, il cui curriculum come scrittore/produttore include Helix, Unforgettable, In Plain Sight e The Client List, come showrunner per The Mortal Instruments. Il progetto è attualmente in fase di sviluppo, con la Constantin che prevede di iniziare la produzione il prossimo anno. Nessun’emittente è attualmente legata alla serie.

La Constantin aveva inizialmente progettato di trasformare la serie fantasy di Cassandra Clare in una serie di lungometraggi, ma ha archiviato l’idea dopo che il primo film, che aveva per protagonisti Lily Collins e Jamie Campbell Bower, è affondato al botteghino, guadagnando, in patria, appena 31 milioni di dollari. La Constantin, comunque, ha insistito nel non voler abbandonare il franchise, e prevede un ritorno per The Mortal Instruments.

“A dire il vero, ha senso trasformare (i romanzi) in una serie TV,” ha dichiarato il capo della Constantin Film e TV, Martin Moszkowicz, a THR. “C’è così tanto del libro che ci è toccato lasciar fuori dal film. In una serie TV potremo andare più in profondità ed esplorare questo mondo nel dettaglio e con più profondità.”

La Mortal Instruments series è parte di un cambiamento di strategia più ampio della Constantin Film, che vedrà la compagnia tedesca muoversi nel mondo delle serie TV in lingua inglese. Moszkowicz ha detto che la Constantin sta pensando a possibili adattamenti di svariati altri suoi film in lingua inglese, incluse il dramma in costume Profumo: Storia di un Assassino e il franchise sci-fi horror Resident Evil.

Gli affari televisivi tedesci della Constantin sono stati, negli anni, dei profitti cospicui, anche se i suoi più recenti film in lingua inglese, con l’eccezione dei titoli legati a Resident Evil, hanno fatto cilecca. Oltre a The Mortal Instruments, il disastro ad ampio budget della Constantin, Pompei, e il film in 3D Tarzan hanno entrambi fallito al box office. »

 

Ora… sappiamo che molti di voi staranno storcendo il naso. XD Ma in Brasile, durante una breve “intervista”, Cassie disse (e l’aveva già fatto molte volte) che sarebbe stata felice se TMI fosse diventato una serie TV (più che una pellicola, lei aveva sempre desiderato un telefilm).
E, beh, se fatta bene – e credo sia negli interessi della Constantin non fallire di nuovo –, una serie TV potrebbe rivelarsi la scelta vincente.

Certo, non sappiamo se il cast tornerà. :( Possiamo solo augurarcelo.

Aspettiamo nuove news su tutti i fronti. Per adesso cercheremo di essere quanto più positive possibile – e speriamo sarà così anche per voi! ;)

Sigourney Weaver in trattative per il ruolo di Imogen!

Vi abbiamo rivelato, stamani in pagina, che Sigourney Weaver (Alien, Avatar) probabilmente interpreterà in Città di Cenere il ruolo di Imogen Herondale. :)
Di conseguenza, ci è parso logico tradurre l’articolo in cui l’Hollywood Reporter ne ha parlato (e vi facciamo notare che Martin Moszkowicz ha a sua volta pubblicato la notizia sui suoi social network, quindi forse è cosa quasi fatta!). ;)

 

 

« Sigourney Weaver è attualmente in trattative per entrare a far parte del cast di The Mortal Instruments: City of Ashes, seguito del film fantasy di prossima uscita The Mortal Instruments: City of Bones, prodotto dalla Constantin.

Ritroveremo in questo film gran parte del cast del primo capitolo (in uscita il prossimo 21 agosto); tra i nomi, Lily Collins, Jamie Campbell Bower, Kevin Zegers, Robert Sheehan, Jemima West e Jonathan Rhys Meyers, come pure il regista Harald Zwart.

Il progetto continua a raccontare la storia di una ragazza (la Collins) che scopre di essere un’ammazza-demoni Shadowhunter ed entra a far parte di un mondo pieno di belligeranti vampiri, licantropi e fate; nel frattempo, si innamora anche di un altro Shadowhunter (Bower).

Il ruolo interpretato da quest’attrice veterana è quello di una spietata leader degli Shadowhunters pronta a tutto per distruggere l’uomo che ha ucciso suo figlio.

Le riprese dovrebbero cominciare quest’ottobre. »

Interviste del Comic Con: Lily Collins per The Hollywood Reporter!

Poco fa abbiamo pubblicato un’intervista a Godfrey – adesso è il turno della nostra Clary, Lily Collins. ;)
Come sempre, la traduzione è nostra (l’originale è reperibile qui: x).

 

 

« “Il mondo è più cupo se paragonato a quello degli altri franchise per adolescenti che abbiamo visto fino a ora,” ha detto l’attrice a THR mentre presenziava alla convention annuale di San Diego.

Per Lily Collins, questo è il primo Comic Con.

Ma probabilmente l’attrice è abituata al grande fervore che circonda il suo prossimo film, The Mortal Instruments: City of Bones, che uscirà nei cinema il 21 agosto [NdT: in Italia, il 28].

“È emozionante vedere quanto sono eccitate le persone,” ha detto al The Hollywood Reporter. “Ero a Dublino, di recente, per le riprese di un altro film [NdT: Love, Rosie], e stavamo nel mezzo del nulla. A un certo punto queste ragazze mi si sono avvicinate piangendo e hanno iniziato a urlare. ‘21 agosto!’ E io: ‘Che succede il 21 agosto?’ Avevo la testa concentrata su un film diverso. E le ragazze: ‘City of Bones!’”

Nel film, la Collins – figlia del musicista Phil Collins – interpreta Clary, un’adolescente che scopre di possedere dei poteri speciali perché discende da una stirpe di guerrieri metà angeli metà umani.

THR ha parlato con l’attrice riguardo ciò che i fan possono aspettarsi dal film, del perché questo adattamento è più sexy degli altri – e le abbiamo anche chiesto se comincerà mai a usare Twitter.

 

The Hollywood Reporter: “Anche se questi film sono basati dei romanzi YA, quanto oscuro è il mondo? È un film per bambini?”

Collins: “È davvero un mondo cupo. C’è umorismo, il che penso lo renda diverso da tutti gli altri franchise. Ha un sottotono da commedia. Ma il mondo è più buio di quello degli altri franchise che abbiamo visto fino a ora. È molto gotico e sotterraneo. Quindi probabilmente il film non va molto bene per il pubblico più giovane. Penso che la pellicola su di loro eserciterà un certo fascino perché i ragazzi fanno da sé le loro scene d’azione, ma sono convinta che il film interesserà anche ai più grandi, perché è più sexy.”

THR: “Dimmi come hanno fatto i costumi a farti entrare maggiormente nella parte.”

Collins: “È stato stupendo perché Clary nasce come una normale adolescente che indossa i jeans del fidanzato e stivali e giacche di pelle, e poi nelle scene d’azione ha addosso pantaloni di pelle strettissimi, un vestito che praticamente è un top e persino degli stivali con dei tacchi da cinque pollici. Non mi ero allenata a fare nessuno dei miei stunt indossando il costume. Così, tutt’a un tratto, mi sono ritrovata a salire di corsa le scale e strisciare alle quattro del mattino con addosso questa roba. Ma ne è valsa la pena, perché ho amato interpretare questo personaggio cazzuto, sexy e che combatte indossando dei vestiti che le danno un po’ l’aria di una dominatrice.”

THR: “Ho sentito dire che eri già una fan dei libri da prima di essere scritturata. Qual è il tuo preferito?”

Collins: “Ho amato il primo – lo so che è ovvio, visto che il film che deve uscire adesso è questo –, ma l’ho amato davvero perché al suo interno c’è la trasformazione di Clary da adolescente normale a persone che realizza che in un nuovo mondo ha la possibilità di farsi sentire.”

THR: “Questa storia è davvero il racconto di una crescita. Com’è stato per te essere allevata in quest’ambiente?”

Collins: “È buffo, perché sono davvero convinta che sia stata un’esperienza abbastanza normale. Sono andata al liceo, ho fatto i compiti in classe, gli esami finali, sono andata alle partite di football – ho fatto tutto. Perché volevo con tutta me stessa quel tipo di normalità. Ho cominciato a fare delle audizioni, ma desideravo avere del tempo libero da quest’industria, del tempo da passare con gli amici conosciuti a scuola. Anche oggi i miei migliori amici sono quelli incontrati lì. Crescere in una famiglia impegnata in quest’ambiente mi ha esposta sin dall’infanzia ai pro e ai contro di questa carriera, sì, ma non mi ha scoraggiata.”

THR: “Comincerai a girare il prossimo film della saga a settembre. Per quante pellicole ti di interpretare Clary in questo franchise?”

Collins: “Il più possibile. C’è troppo da dire per limitarci a un film. È per questo che è tutto così complicato, quando prendi una saga popolare di libri e la adatti cinematograficamente: all’inizio pensi che si tratterà di un’unica pellicola. Speri ce ne saranno altre, ma ogni cosa dev’essere coincisa, nel film. C’è così tanto da dire.”

THR: “I tuoi fan vogliono sapere perché non sei attiva su Twitter.”

Collins: “[Ride] Pare che le mie sopracciglia abbiano un loro Twitter personale. Ma vi assicuro che non sono io a gestirlo! Non sono granché, coi social network. Di recente sono stata così impegnata che nel mio poco tempo libero mi sono dedicata agli amici e alla famiglia. Mi piace abbastanza avere quest’aria da vecchia Hollywood, preservare un po’ di mistero. Questo non significa che non voglio socializzare, sono così grata ai fan, e voglio essere me stessa – ma mi piacerebbe anche proteggere ciò che posso. Mai dire mai, ma in questo momento i social network non sono uno dei miei obiettivi.” »

Nuove informazioni sul film di Clockwork Angel!

L’Hollywood Reporter ci regala una chicca gustosissima sul – tenetevi forte! – film di Clockwork Angel!

Qui di seguito la traduzione in italiano dell’articolo:

 

 

« “Stephanie Sanditz è stata ingaggiata per scrivere il copione degli Infernal Devices, adattamento della saga spin-off di Cassandra Clare”

Il si spera franchise Young Adult “The Mortal Instruments: City of Bones” non uscirà al cinema prima del 23 agosto, ma la Constantin Films sta già lavorando a un prequel.

Si è infatti buttata nella realizzazione degli Infernal Devices, un adattamento della serie spin-off scritta dall’autrice dei Mortal Instruments, Cassandra Clare – e perciò hanno assunto Stephanie Sanditz per scrivere il copione.

The Mortal Instruments, una serie bestseller di romanzi fantasy, parla di una giovane che scopre di far parte di una nascosta razza di angeli conosciuti come “Shadowhunters”, in lotta contro gli Stregoni e i Vampiri, definiti “Nascosti”.

Gli Infernal Devices sono invece ambientati nell’Inghilterra vittoriana, e hanno per protagonista un’adolescente che si trova coinvolta in un viaggio ricco di avventura e in cui scopre se stessa. Nei libri compaiono gli antenati di molti personaggi dei Mortal Instruments, così come alcuni personaggi condivisi da entrambe le serie.

I tre libri, chiamati Clockwork Angel, Clockwork Prince e Clockwork Princess, sono stati tutti pubblicati.

La Constantin è anche in cerca di un regista per gli Infernal Devices.

La compagnia ha certo molta fiducia nel potere della Clare e dei suoi lavori. Anche se non al livello di Stephenie Meyer e Suzanne Collins, l’autrice ha una legione di fan fedeli, per la maggior parte ragazze adolescenti, la stessa parte della popolazione che ha alimentato gli altri fenomeni YA.

Ad esempio, all’ultimo WonderCon The Mortal Instruments ha avuto un panel, e la Clare – non gli attori, tipo Lily Collins – aveva fan in prima linea a sgolarsi e fare domande.

Sandiz, rappresentata da Gerish, è un’attrice diventata sceneggiatrice. Ciò che le ha fatto ottenere l’ingaggio per scrivere il copione degli Infernal Devices è stato il suo script per The Mediator, adattamento di una storia d’amore con fantasmi della serie di libri di Meg Cabot (autrice de I diari della principessa/Pretty Princess), girato da A Bigger Boat. »