Traduzione: “cut scene from CoHF”

Buongiorno, Shadowhunters! :) Cassandra ci ha regalato una nuova scena tagliata da Città del Fuoco Celeste – e sono più che certa che vi farà piangere (almeno, per me è stato così!).

Segnaliamo che sono presenti spoiler parecchio rilevanti – quindi chi non ha finito il libro (o non l’ha ancora iniziato) farebbe bene a rimandare la lettura a un secondo momento. :3

« SPOILER

Non ho molto, in termini di valide scene tagliate da Città del Fuoco Celeste. La maggior parte delle cose è stata riscritta, piuttosto che rimossa. Ma qui c’è un pezzetto della morte di Sebastian che non ce l’ha fatta a entrare nel libro. »

“Ti perdoniamo,” disse Jocelyn. Stava ancora piangendo in quel terribile modo senza suono, proprio come aveva fatto ogni anno in occasione del compleanno di Jonathan, quando stringeva la scatola con le sue iniziali e singhiozzava.
“No,” le rispose. “Non c’è perdono per ciò che ho fatto. So dove brucerò, una volta che sarò morto.”
“Il Paradiso non perdona, ma le madri sì,” fece Jocelyn. “Quando eri ancora dentro di me, ho sognato ogni genere di cosa, per te. Che saresti stato bellissimo e forte e buono. Che avrei cantato per te e ti avrei amato e mi sarei presa cura di te.” Gli strinse con forza la mano. “Forse non in questo mondo, ma in un altro, credo che tutto questo sia successo.”
“Non perdonarmi,” le sussurrò Jonathan. “Odiami. Gioisci per la mia morte. Dopo tutto ciò che ho fatto, l’ultima cosa che vorrei è portarti altro dolore.”
“Jonathan,” sussurrò Clary.
Gli occhi di lui si mossero nella sua direzione. “E le sorelle,” disse. “Le sorelle perdonano?”

Traduzione: tante nuove risposte da Tumblr!

Come vi avevamo fatto presente già ieri, nel pubblicare la traduzione di “Lost Herondales” (QUI), Cassie ha risposto a un sacco di nuove domande sul suo Tumblr. Noi le abbiamo tradotte – e, visto che si citava un vecchio post (di circa quattro mesi fa) che non avevamo mai caricato in italiano, abbiamo pensato di includerlo. ;) Speriamo troviate tutto interessante!

 

NB: sono presenti spoiler di Città del Fuoco Celeste e La Principessa. Fate attenzione.

 

EDIT: ho aggiunto delle domande che, nella fretta di pubblicare, avevo dimenticato di inserire. XD

 

 

 

 

 

« “Ciao. Prima di tutto, mi piacerebbe dirti che i tuoi libri sono eccezionali e non vedo l’ora che esca TDA. Ho una domanda: perché Magnus non si è innamorato della madre di Alec, benché lei avesse gli stessi occhi blu e i capelli neri del figlio? O del padre di Alec? Mi spiace se te l’hanno già chiesto.

Immagino non gli interessassero le loro personalità. :)

Non ci si innamora del colore dei capelli e degli occhi. »

 

 

 

« “Quando Clary, nel film, dice a Valentine che non può essere suo padre perché non sa dove giacciono i suoi pensieri più profondi, che posto intende? Non è mai stato approfondito. :(

La tua ipotesi è buona tanto quanto la mia. Credo intendesse: “Se ti comportassi da vero padre, mi conosceresti meglio”. »

 

 

 

« “Sono così triste, quindi mi chiedevo se potessi dirci qualcosa di Mark Blackthorn capace di farmi sentire meglio.

…gli piacciono i pancake? »

 

 

 

« “Ehi, Cassie! Amo i tuoi libri, dunque ti ringrazio per averli scritti. Sappiamo che in TLH ci sarà un triangolo (potrebbe non essere ancora un triangolo). In che modo la relazione di James, Cordelia e Grace è diversa da quella di Will, Jem e Tessa?

Non so mai di preciso come rispondere a domande simili, oltre che con: “Beh, sono persone molto diverse in situazioni differenti?”. Ma proverò!

Beh, per prima cosa, come hai detto, non sappiamo ancora di sicuro se ci sarà un triangolo amoroso.

Poi, ciò che definisce la relazione di Jem e Tessa e Will, la cosa dello scrivere su di loro che trovo in primo luogo interessante, è il fatto che Jem e Will siano parabatai. Sono amici incredibilmente intimi che si amano a vicenda. Il loro non voler ferire l’altro è parte di ciò che allo stesso tempo ingarbuglia e risolve la situazione. Grace e Cordelia non hanno un’amicizia intima. Si conoscono a stento.

Will e Jem si conoscono da tutta la vita, mentre Tessa è la nuova arrivata. James e Cordelia si conoscono da tutta la vita. James conosce Grace da tutta la vita. (Cordelia non la conosce per davvero.) Sono tutti Shadowhunters, anziché essere due Shadowhunters e una Nascosta. I genitori di James, Grace e Cordelia hanno dei rapporti tra loro, mentre nessuno dei genitori di TID conosceva gli altri o aveva qualcosa a che fare con la storia d’amore.

Oltre a ciò che entra in gioco quando cambi i sessi – il che è particolarmente importante soprattutto nei romanzi storici… beh, oltre a fatto che ci sono tre persone e un po’ d’amore, non c’è molto che non sia differente. »

 

 

 

« “Ciao, Cassie. Per prima cosa, grazie, AMO SHADOWHUNTERS! E volevo solo chiederti se continueranno coi film, o sei davvero seria riguardo la serie TV. Se così dovesse essere, potresti darmi i dettagli? Sono una tua grande fan dalla Colombia!

Sono davvero seri riguardo la serie TV.

Più di questo, non so. »

 

 

 

« “Ehi, Cassie! Adoro i tuoi libri, e avevo da un po’ una domanda, quindi eccola! La scatola con lo yin fen di Jem è quella di Jocelyn con le iniziali JC? Se sì, com’è finita in mano a Jocelyn? Continua a scrivere i tuoi libri; per favore, non fermarti mai! Sei eccezionale! Tanto amore. <3

No, non sono la stessa scatola [NdT: se non vado errata, la scatola di Jocelyn l’ha fatta suo padre. XD]. »

 

 

 

« “Ciao, Cassie! Volevo solo chiederti qualcosa sull’albero genealogico. Il Conclave è stato coinvolto nel falsificarlo? O sono state alcune persone a fare il lavoro illegale all’interno del Conclave? E, ancora una cosa: è stato modificato dopo essere stato scritto, o l’idea del ‘Ehi, rendiamolo un falso albero genealogico’ è stata progettata sin dall’inizio? Tipo, insieme a Will e Tessa? NON VEDO L’ORA CHE ESCANO TUTTI QUESTI LIBRI! :)

Gli alberi genealogici sono amministrati dai Fratelli Silenti. Quindi potete immaginare chi sia stato coinvolto! »

 

 

 

« “Ciao! Volevo solo chiederti quando riceveremo nuove carte floreali? O il progetto è finito? Grazie.

Non è finito, è solo che sto tenendo la povera Cassandra Jean impegnata con un altro progetto. :) »

 

 

 

« “Ehi, Cassie, James Carstairs è meraviglioso… tanto per dire. Potrebbe essere una strana domanda, ma sono curiosa. Will, Jem e Tessa si incontreranno di nuovo?

Non mentre sono tutti e tre vivi. »

 

 

« “Ciaooo, Cassie! Stavo guardando alcune vecchie foto sul mio telefono, e mi è comparso davanti agli occhi uno snippet che avevi rilasciato più di un anno fa, e mi chiedevo se fosse stato già rilasciato, o se lo sarà mai. Dice: ‘Beh, è un po’ ironico, non credi?’, ‘Che intendi?’, ‘Tutto quegli sforzi per convincerti che non ti amavo [NdT: quando pubblicammo lo snippet tradotto, il 24 settembre 2013, optammo per un “non provavo niente per te”. Ripensandoci, però, “non ti amavo” mi piace di più. ;) Il senso resta quello, comunque.], e ora eccomi qui, in punto di morte tra le tue braccia’. Grazie!

Il libro da cui viene quell’estratto non è stato ancora pubblicato. :) »

 

 

 

the young Circle

« “Leggeremo mai una serie che si concentra sul Circolo? In pratica, tipo Luke, Valentine… tutto il gruppo PRIMA che diventassero dei pazzi scatenati? Per favore, di’ di sì…

Non posso promettere una serie, ma c’è un racconto, in Tales from the Shadowhunter Academy, che parla del giovane Circolo [NdT: la quinta storia, The Evil We Love. Altre informazioni sulle trame dei dieci racconti le trovate QUI]. »

 

 

 

Boston Book Fair

« “Ms. Clare, domani andrò al Boston Book Festival, e mi chiedevo se tu e Holly Black firmerete dei libri, dopo il vostro panel. Ti ringrazio per il tempo dedicatomi.

Sì. Qui c’è un link con la descrizione del nostro evento (insieme a Soman Chainani e Gregory Maguire): X

E faremo una signing subito dopo. Spero di vedere lì tutti voi bostoniani! »

 

 

 

Sebastian/Jonathan

« SPOILER DI CoHF

Ehi, Cassie! Sono innamorata dei tuoi libri, e ho appena finito ‘Città del Fuoco Celeste’, e mi chiedevo perché Jonathan Morgenstern sia morto in quel modo. Sua madre e Clary si sono sentite tristi per la sua morte? Ho avuto la sensazione che Jonathan non abbia ricevuto una vera chiusura o redenzione. Inoltre, Jonathan andrà in ‘paradiso’ o all’‘inferno’, visto che tutta la sua parte demoniaca è stata eliminata e che è ‘cambiato’ in ciò che sarebbe dovuto essere?

Clary e Jocelyn erano entrambe tristi, sì. Ma non è tutto. Erano anche furiose, e confuse e sconvolte. Clary ha provato ondate d’odio mentre suo fratello moriva. Dopo tutto ciò che Sebastian aveva fatto passare loro, nessuna delle due poteva fare un immediato dietrofront e limitarsi a piangerlo. I loro sentimenti erano molto più complessi.
Ho parlato un po’ di Sebastian e della redenzione qui: [NdT: QUI in inglese. La traduzione potete trovarla qui in basso.]
Gli Shadowhunters non sanno ciò che succede dopo la morte più di quanto non lo sappiano i mondani. Malgrado il loro rapporto con gli angeli, il paradiso non è un posto che capiscono granché. Non sappiamo dov’è finito Jonathan più di quanto sappiamo dove sia finito chiunque altro.

Sebastian non ha ricevuto redenzione (la chiusura, immagino, è ciò che di essa te ne fai). Perché la sua non era una storia di redenzione. Non tutte le storie di cattivi lo sono, neanche quando i cattivi hanno momenti comprensibili. Semmai, parlava di potenziale sprecato. »

 

 

 

Sebastian/Jonathan

« “Ehi, Cassie! Sei una delle mie scrittrici preferite di tutti i tempi! Penso che Clockwork Princess mi abbia seriamente fatto creare degli horcrux, perché la mia anima è decisamente andata in pezzi. Beh, ho sempre amato il personaggio di Sebastian, perché la sua storia è molto complessa e ci sono così tante cose di lui che non sappiamo. Vorrei che avessimo avuto più tempo per vedere ciò che sarebbe potuto essere… È possibile? Vedere un ‘what if’? Inoltre, Jem credeva nella reincarnazione. Nella storia è vero?

Non vorrei promettere uno specifico ‘what if’. Ci sono troppi fattori che hanno reso Jonathan la persona che è. Un Jonathan col sangue demoniaco, ma non cresciuto da Valentine, è una cosa. Un Jonathan senza sangue di demone, ma cresciuto da Valentine, è altro. Un Jonathan senza sangue di demone e non cresciuto da Valentine sarebbe potuto essere ciò che abbiamo visto nel sogno di Clary – è la cosa più vicina a un ‘what if’ che penso avremo mai.

Quanto al fatto che Jem potrebbe o meno avere ragione – non posso dirti cosa succede quando muori. Non lo so. I personaggi nel libro non lo sanno. Jem crede in ciò in cui crede. Ma nessuno di loro, benché siano Shadowhunters, ha una risposta sulla vita dopo la morte.

In CoLS Clary (vede i segni di frusta su Sebastian e) si chiede perché Valentine avrebbe ‘frustato un ragazzo, ma non l’altro’. Non credo che questa domanda abbia mai ricevuto risposta. Sebastian dice che si tratta di una lezione circa il prezzo dell’obbedienza, ma ho la sensazione che l’argomento non sia mai stato approfondito ulteriormente. Esattamente che intendeva? E perché è stato l’unico a essere frustato? E perché Valentine ha tenuto Sebastian e mandato via Jace?

Connettere le frustate al fatto che Valentine abbia tenuto con sé Sebastian e mandato via Jace è intelligente. Valentine spiega il perché delle sue azioni in Città di Vetro:

 

“Non era un figlio ciò di cui avevo bisogno,” disse Valentine. “Era un soldato. Avevo pensato che Jonathan sarebbe potuto essere quel soldato, ma c’era troppa natura demoniaca, in lui. Era troppo selvaggio, imprevedibile, non abbastanza minuzioso. Temevo persino allora, quando a stento era uscito dall’infanzia, che non avrebbe mai avuto la pazienza o la compassione per seguirmi, per guidare il Conclave seguendo le mie orme. Quindi ci ho riprovato con te. E ho avuto il problema opposto. Eri troppo gentile. Troppo empatico. Sentivi il dolore degli altri come se fosse tuo; non eri neanche capace di sopportare la morte dei tuoi animali da compagnia. Capisci questo, figlio mio – ti amavo per quello. Ma erano proprio le cose per cui ti amavo a renderti per me inutile.”

Luke spiega il perché Valentine abbia tenuto Jonathan e mandato via Jace:

 

“E, se me lo chiedi, penso che Valentine ti abbia mandato dai Lightwood perché sapeva che quella era la tua migliore possibilità. Forse aveva anche altre ragioni. Ma non puoi ignorare il fatto che ti abbia mandato da persone che sapeva che ti avrebbero amato e cresciuto con amore. Potrebbe davvero essere una delle poche cose che lui abbia mai fatto per qualcun altro.” [CoG]

Jace parla a Sebastian dei sentimenti di Valentine:

 

Sebastian stava ancora ghignando, ma era un sorriso fisso, simile a quello di un teschio. “Sei il ragazzo angelo. Ho dovuto ascoltare tutto, di te. Tu, con la tua graziosa faccia d’angelo e i tuoi modi gentili e i tuoi delicati, delicati sentimenti. Non riuscivi neanche a guardare un uccello morire senza piangere. Non c’è da meravigliarsi se Valentine si vergognava di te.”
“No.” Jace dimenticò il sangue che aveva in bocca, dimenticò il dolore. “Sei tu quello di cui si vergognava. Pensi che non ti abbia voluto portare con sé al lago perché aveva bisogno che tu restassi qui e aprissi il cancello a mezzanotte? Come se lui non sapesse che non saresti stato in grado di aspettare. Non ti ha portato con sé perché trovava imbarazzante l’idea di stare di fronte all’Angelo e mostrargli cos’aveva fatto. Mostrargli ciò che aveva creato. Mostrargli te.” Jace alzò lo sguardo verso Sebastian – riusciva a sentire una terribile e trionfante pietà fiammeggiargli negli occhi. “Sa che non c’è niente di umano, in te. Magari ti ama, ma ti odia pure.” (CoG, 473-474)

Valentine ha frustato Sebastian perché 1) provava per lui sentimenti diversi da quelli che sentiva per Jace, e il modo in cui trattiamo le persone dipende da ciò che sentiamo per loro. 2) Sebastian era un ricordo vivente del male commesso da Valentine. 3) Forse lo amava, ma lo odiava anche. 4) Sebastian era incline a commettere cose terribili, il che “richiedeva” disciplina (abuso, nel caso di Valentine), mentre Jace no. Ha pure mandato Jace via quando aveva dieci anni e tenuto Sebastian, ed è probabile che sarebbe stato più propenso a frustare un ragazzo più grande che uno più piccolo.

Infine, in TID si discute di come la progenie di un demone e uno Shadowhunter nascerà morta (sempre che, certo, lo Shadowhunter non sia privo di Marchi). Quindi immagino che la mia ultima domanda sia: come ha fatto Sebastian a sopravvivere alla nascita? Come ho detto, è uno dei personaggi più affascinanti che io abbia mai incontrato. In effetti, probabilmente è questa la ragione per cui mi piacerebbero maggiori spiegazioni sul perché è così com’è, e com’è diventato così. Onestamente, sei uno dei miei idoli tra gli scrittori, e vorrei solo sapere come hai fatto a creare un personaggio così complesso. PS: un’altra domanda: sento che la ragione per cui i suoi resti sono stati dispersi nel Lago Lyn/lo Specchio Mortal sia importante. C’è una possibilità che Sebastian torni indietro tra qualche anno e si redima, o è qualcosa di puramente headcanon?

Sebastian non è la progenie di un demone e uno Shadowhunter.

Mi delizia il fatto che tu sia affascinata da Sebastian – non penso a lui come a un martire, però, o come a qualcuno che potrebbe risorgere dalla sue ceneri. Il simbolismo presente nel mettere i suoi resti nel Lago Lyn è qualcosa che scegli di leggere tu. Perché restituire le ceneri di un ragazzo che ha creato una razza oscura di Shadowhunters al posto in cui i primi Shadowhunters sono stati creati? Perché no?

Parte 1 di 2 – Ciao! Per prima cosa, mi piacerebbe dirti che sono una grande fan del tuo stile di scrittura, e che amo i tuoi libri. (Inoltre, vorrei ringraziarti per aver incluso dei personaggi LGBTQA+ nei tuoi romanzi. Ogni accenno di rappresentazione positiva aiuta.) Amo il commento sulla differenza tra il sentimento di possesso e il vero amore che fornisce la dinamica Sebastian/Clary, specialmente in CoHF, ma sono un po’ confusa sul cosa tu volessi trasmettere alla fine del suo arco narrativo. Il Jonathan Morgenstern che abbiamo visto alla fine di CoHF è ciò che sarebbe potuto essere senza sangue di demone, ma vorrei chiederti come l’educazione di Valentine avrebbe influenzato un Jonathan simile (uno senza sangue demoniaco). Sarebbe diventato cattivo (così com’è successo col sangue di demone), o una persona più simile a Jace?

Beh, pensa a Valentine stesso, e alla differenza tra Valentine e Sebastian.

Valentine non era una brava persona. Non aveva sangue di demone. Era solo un fanatico disposto a sacrificare qualsiasi cosa per una causa bigotta. Comunque, credeva di essere nel giusto (e non era completamente nel torto quando diceva che il Conclave fa schifo, anche se non per le ragioni che pensava lui).

Sebastian, d’altra parte, è quasi il mostro di una storia dell’orrore. Vuole bruciare il mondo, assale sessualmente sua sorella, uccide gioiosamente e senza criterio, e la sua intenzione è di causare dolore e distruggere vite: non è solo un danno collaterale. In Città di Vetro appendiamo che Sebastian era così orribile che persino Valentine era disgustato da lui. È questo il sangue di demone.

È possibile che, se fosse stato cresciuto da Valentine, Jonathan sarebbe stato influenzato dalla sua educazione pure non avendo sangue di demone, sì, ma è probabile che non sarebbe stato quello che è praticamente un demone in forma umana. Seb/Jonathan è un misto di cattivi impulsi e cattiva educazione. Non avevo certo intenzione di lasciare intendere che, se non avesse avuto in sé sangue demoniaco, sarebbe stato un angelo di luce: non abbiamo idea di cosa sarebbe stato, e mai lo sapremo. Ciò che volevo trasmettere alla fine del suo arco narrativo è la semplice tragedia di un potenziale sprecato. Jonathan stesso dice di non essere una persona vera, dopo che Glorious ha bruciato il suo sangue di demone; è come il sogno di Clary, un possibile Jonathan che sarebbe potuto esistere, ma non è mai stato davvero reale. Quando Clary piange mentre lo sta seppellendo, sta specificamente piangendo il fratello che non ha mai avuto la possibilità di vivere, non Sebastian. Sono due persone diverse; è solo che una delle due non è mai davvero esistita al di fuori del reame di Edom, dove le cose sono numinose, e i sogni, siano essi buoni o cattivi, prendono forma.

Hai mai pensato di non uccidere Sebastian/Jonathan, alla fine, e lasciare che vivesse dopo essere stato curato da Glorious?

Decisamente no. Non sono contraria al permettere a un cattivo redento di vivere, in certe circostanze, ma le cose che ha commesso Sebastian erano oltre ogni redenzione. Ciò che era rimasto, piccoli frammenti di bontà, sono stati appena sufficienti per permettergli di sopravvivere qualche minuto.

Potresti rispondermi che si tratta, in pratica, di due persone diverse – Jonathan il buono e Jonathan il cattivo – e sono d’accordo, ma Jonathan il buono era comunque per buona parte un qualcosa che sarebbe potuto essere. Le conseguenze del lasciarlo vivere sarebbero state tremende in ogni caso: il Conclave non l’avrebbe considerato una persona “diversa”, e l’avrebbe condannato a morte; nessuno dei buoni, eccetto forse Jocelyn, sarebbe riuscito a guardarlo senza sentirsi nauseato; i poveri Isabelle e Alec e Jace si sarebbero costantemente trovati a fronteggiare lo spettro del ragazzo che ha ucciso loro fratello – e la povera Clary, Gesù. Più di tutto, povero l’immaginario Jonathan il buono. Una delle cose che amo di più nella cultura popolare della TV è la maledizione, in Buffy, che restituiva ad Angel il vampiro la sua anima, perché faceva sì che la punizione per i suoi anni di crudeltà fosse semplicemente l’agonia di dover soffrire per il ricordo di aver commesso quelle cattiverie con una coscienza. L’ha fatto impazzire, ed è finito a mangiare ratti in strada. Lasciare che Jonathan sopravvivesse non sarebbe stato fargli un favore; sarebbe stata una punizione.

Ho davvero, davvero bisogno di una fanfiction su un Jonathan Morgenstern che fa il bravo fratello con Clary, insieme a Jocelyn e Luke, e che è un normale Shadowhunters e via dicendo. Per favore, per favore, qualcuno la scriva…

Qualcuno probabilmente lo farà. :) »

 

 

 

More Sebastian/Jonathan

« ALTRI SPOILER SU CoHF

Ciao, Cassie! SONO UNA TUA ENORME FAN (anche se penso che un sacco di persone te l’abbiano già detto, prima), e i tuoi libri sono praticamente la mia vita, al momento. =) Mi chiedevo se Clary e il gruppo, tipo, non saprei, amassero/non odiassero Jonathan, sai, mentre moriva? Voglio dire, prima di morire era un innocente, perché in sé non aveva sangue demoniaco, e si allude al fatto che, benché Clary sentisse qualcosa, agli altri non importasse davvero. Grazie per i tuoi libri eccezionali! Sono così eccitata per TLH e TSA! <3

Grazie, Allison [NdT: l’URL della ragazza è “allisonaregnets”]! Jonathan è stato libero dal sangue di demone per davvero poco, poco tempo. Non abbastanza perché qualcuno di loro riuscisse a capire questo nuovo Jonathan dagli occhi verdi, o riflettesse sui suoi sentimenti per lui, o sull’idea di lui come persona separata dal Jonathan che, diciamo, ha ucciso il loro fratellino, li ha assaliti, ha attaccato le persone che amavano, ha controllato mentalmente e distrutto interi Istituti di Shadowhunters, ecc. Si sentivano combattuti e confusi? Alcuni di loro probabilmente sì. Hanno avuto il tempo di decidere come si sentissero nei suoi confronti? Non penso. Non mentre era in vita.

Come ho scritto in un post precedente [NdT: quello qui in alto] sull’argomento:

Potresti rispondermi che si tratta, in pratica, di due persone diverse – Jonathan il buono e Jonathan il cattivo – e sono d’accordo, ma Jonathan il buono era comunque per buona parte un qualcosa che sarebbe potuto essere. Le conseguenze del lasciarlo vivere sarebbero state tremende in ogni caso: il Conclave non l’avrebbe considerato una persona “diversa”, e l’avrebbe condannato a morte; nessuno dei buoni, eccetto forse Jocelyn, sarebbe riuscito a guardarlo senza sentirsi nauseato; i poveri Isabelle e Alec e Jace si sarebbero costantemente trovati a fronteggiare lo spettro del ragazzo che ha ucciso loro fratello – e la povera Clary, Gesù. Più di tutto, povero l’immaginario Jonathan il buono. […] Lasciare che Jonathan sopravvivesse non sarebbe stato fargli un favore; sarebbe stata una punizione.

Dal momento che i personaggi di TMI verranno rivisitati in The Shadowhunter Academy e nei futuri romanzi, potremmo ricevere qualche informazione sul come i vari personaggi hanno iniziato a sentirsi nei confronti di Jonathan, passato del tempo. »

 

 

 

parabatai

« “Ehi! Dunque, perché gli Shadowhunters devono scegliere un parabatai (se ne vogliono uno) prima di compiere diciotto anni? I parabatai sono un impegno così grande, e gli adolescenti devono ancora crescere/cambiare. Se fossi potuta diventare la parabatai della mia migliore amica, a sedici anni, adesso ci saremmo rese un sacco più infelici, perché non importa quanto siate intimi, non puoi predire come cambieranno le persone. Non dici alle persone di scegliere il proprio consorte prima dei diciotto anni – sarebbe un’idea terribile –, quindi perché un parabatai?

E questo è uno dei modi in cui il matrimonio è molto diverso dall’essere parabatai! Ed essere parabatai è anche diverso dall’essere migliori amici.
Il primo parabatai, Jonathan Shadowhunter, e il suo parabatai David non avevano diciott’anni, quando sono diventati parabatai (trovi la storia completa nel Codex). Ma non è andata bene. Dal Codex:

 

Oggi i parabatai devono essere legati durante l’infanzia; cioè, prima che entrambi abbiano raggiunto i diciotto anni. Non sono meramente guerrieri che combattono insieme; i giuramenti che i novelli parabatai pronunciano insieme davanti al Consiglio includono i voti a rinunciare alla propria vita per l’altro, ad andare ovunque vada l’altro, e, inoltre, a essere sepolti nel medesimo luogo. I Marchi dei parabatai vengono posti su di loro, di modo che possano vicendevolmente attingere l’uno alla forza dell’altro, in battaglia. I parabatai sanno avvertire la forza vitale dell’altro; gli Shadowhunters che hanno perso il proprio parabatai dicono di aver avvertito la vita lasciare il loro compagno. Inoltre, i Marchi che un parabatai disegna all’altro sono più forti di quelli normali, e alcuni Marchi possono essere utilizzati unicamente dai parabatai, poiché attingono alla forza raddoppiata dei compagni.

L’unico legame a loro proibito è quello di natura amorosa. Queste coppie vincolate devono conservare la dignità del loro legame guerriero, e non permettere che si trasformi in quell’amore terreno che chiamiamo Eros. Il tardo Medioevo era pieno di canzoni cantate da trovatori Shadowhunters che parlavano dell’amore proibito di coppie di parabatai, e delle tragedie da cui venivano travolti. I loro avvertimenti non si limitavano ai cuori spezzati e al tradimento, ma pure a disastri magici, impossibili da evitare, qualora due parabatai si leghino sentimentalmente.

 

La ragione per cui scegli un parabatai a un’età così giovane è, essenzialmente, poiché dovete allenarvi insieme. È parte del processo. Il vostro allenamento da parabatai è diverso, ci sono dei test, ecc., che dovete affrontare. L’età massima sono i diciotto anni perché è allora che l’addestramento finisce.

Stiamo anche parlando di magia angelica, qui. David il Silente e Jonathan Shadowhunter hanno creato il rituale dei parabatai con la magia degli angeli (e probabilmente un po’ d’aiuto da parte di Raziel). Il Conclave non può cambiare quella formulazione, o l’età dei partecipanti, o niente di niente, e si aspetta che il rituale funzioni così come vogliono loro. Come puoi vedere grazie al Codex, ovviamente a volte non va bene. Ma il Conclave non ha intenzione di considerarlo un motivo per cambiare una Legge che pensano sia stata approvata dal loro Dio.

Mi è stato chiesto di Clary e Simon, e sapere come verrà risolto il loro problema sul diventare parabatai in TFSA. »

Traduzione: “of Sebastian and Clary”

Cassie ha risposto di nuovo alla domanda: “Cosa prova Jonathan/Sebastian per Clary?”. :) Come sempre, quest’argomento si rivela molto interessante – e quindi abbiamo deciso di tradurre il post per voi.
Fateci sapere qual è la vostra idea in proposito!

 

 

« “Ciao, Cassie: per prima cosa, voglio dirti che amo i tuoi libri e non vedo l’ora che esca CoHF, anche se ho un po’ paura che mi spezzi il cuore. In ogni caso, non so se hai già risposto in passato a questa domanda (ti chiedo scusa se è così), ma potresti, per favore, aiutarmi a capire meglio i sentimenti/non-sentimenti, o qualsiasi cosa ci sia sotto, che Jonathan/Sebastian prova per Clary? O verrà spiegato meglio in CoHF? Grazie!

 

I sentimenti che Jonathan/Sebastian prova per Clary sono complicati. Una delle ragioni per cui non sono messi su carta in frasi tipo “Jonathan guardò Clary, e si rese conto che la amava come una sorella/che la odiava come un nemico/che la amava nel modo in cui ami la tua rana da compagnia e non provava per lei altri sentimenti o emozioni conflittuali” è perché Sebastian stesso sta cercando di capire cosa sente per lei. (E anche perché nessuno pensa per davvero in quel modo.)

Idealmente, tutti i personaggi provano per gli altri dei sentimenti complicati. Alec ama Jace come si ama un fratello, ma un tempo aveva una cotta per lui, e ogni tanto è geloso di tutte le attenzioni che riceve; sente il bisogno di proteggerlo, ma l’atteggiamento autodistruttivo e avventato di Jace gli dà anche noia. Anche i sentimenti positivi sono complicati.

Sebastian ha un rapporto complesso con le emozioni. Probabilmente era affezionato a Valentine. Lo infastidiva molto l’idea che Valentine potesse tenere a Jace. Sebastian non si considera una persona in grado di amare, ma l’idea che gli altri possano non volergli bene lo irrita. In realtà, in Città delle Anime Perdute Sebastian si è dilungato molto con Clary parlando di ciò che prova per lei (“Sai, quando ci siamo incontrati la prima volta, a Idris, ero molto speranzoso – pensavo saresti stata come me. E quando ho realizzato che non mi somigliavi per niente, ti ho odiata. E poi, quando sono stato riportato indietro e Jace mi ha raccontato ciò che avevi fatto, ho capito di essermi sbagliato. Tu sei come me.” – ecc. A pagina 361 [NdT: ovviamente, Cassie si riferisce all’edizione inglese del libro]), e poi, alla fine del libro, Clary spiega a Jace ciò che a parer suo Sebastian prova per lei. (“È guidato dalla solitudine tanto quanto dalla sete di potere – dalla solitudine, e dal bisogno di essere amato senza comprendere che l’amore è qualcosa che va guadagnato.”)

Ora, non è necessario che tu creda a Sebastian quando parla di ciò che sente, e poi anche ritenere l’ipotesi di Clary sbagliata. O suppongo che tu possa star cercando una risposta che sia davvero esplicita e categorizzabile – “La amava come una persona che viaggia spesso ama una valigia con le ruote” –, ma a volte il problema è che è il personaggio a non capire necessariamente o voler comprendere in maniera esplicita i suoi sentimenti, perché sta lui stesso iniziando a dare loro un senso. Pensate a Harry e Piton – a come ciò che Piton provava per Harry sia stato incomprensibile fino alla fine della serie perché lo sviluppo della relazione tra Piton e il nostro protagonista era, in definitiva, l’arco narrativo del personaggio. Non è una cosa che ti si poteva semplicemente dire fin da subito. Avrebbe rovinato la storia.

Dunque penso che la risposta alla tua domanda sia: devi leggere la serie fino alla fine per comprendere ciò che Sebastian prova per Clary, perché, di nuovo, ciò che questo particolare personaggio sente per la protagonista è il suo arco narrativo. Non credo che sarebbe una buona idea darvi più spiegazioni di quelle già presenti nei libri – se qualcuno mi avesse dato un foglietto con su scritto “PITON PROVA DEI SENTIMENTI COMPLICATI PER HARRY PERCHÉ ERA INNAMORATO DELLA SUA DEFUNTA MADRE” prima dell’uscita dei Doni della Morte non sarei stata felice. (Anche se, lo ammetto, lo avevo indovinato. Ma continuo a preferire che le cose le si scoprano leggendo, e per questo mi accanisco su di voi!)

Se desideri leggere altro dal punto di vista di Sebastian, puoi dare un’occhiata a Becoming Sebastian Verlac sul mio sito web [NdT: potete trovare questo extra tradotto in italiano QUI. L’ebook costa appena novantanove centesimi, e contiene sia questa che altre storie!]. »