Todd Slavkin e Darren Swimmer sono i nuovi showrunner di “Shadowhunters: The Mortal Instruments”!

Shadowhunters, interessanti novità sullo showrunner: esce (come già detto) Ed Decter ed entrano Todd Slavkin e Darren Swimmer, famosi per aver lavorato su Smallville. Qui di seguito trovate l’articolo di Deadline tradotto e il loro tweet sull’annuncio. :)

 

 

 

« Gli ex showrunner di Smallville, Todd Slavkin e Darren Swimmer, sono stati presi come nuovi produttori esecutivi/showrunner della serie fantasy di Freeform Shadowhunters. Rimpiazzeranno Ed Decter, che ha sviluppato per la TV l’adattamento dei romanzi della serie The Mortal Instruments e svolto il ruolo di produttore esecutivo durante la prima stagione. Decter ha improvvisamente lasciato il progetto la scorsa settimana, proprio mentre cominciava la produzione della seconda stagione.
Inoltre, Matt Hastings (The Originals) si è recentemente unito a Shadowhunters come produttore esecutivo/regista della serie.
Shadowhunters è stato uno show eccitante per Freeform, con i due premi che si è recentemente aggiudicato ai Teen Choice Awards. Dopo una premiere dai rating molto alti, i risultati sono drasticamente calati, ma la serie si è stabilizzata alla svelta ed è rimasta relativamente costante per tutta la messa in onda della prima stagione.
Negli ultimi tempi Slavkin e Swimmer hanno lavorato come showrunner sul telefilm soprannaturale di Syfy Dominion, e fatto pure da produttori esecutivi per la nuova serie di Freeform Guilt. »

 

 

 

Todd Slavkin ha scritto su Twitter, a nome suo e di Darren Swimmer: « Io e Darren siamo emozionati di far parte di Shadowhunters. Grazie, Ed Decter, per una stupenda prima stagione, e grazie a Cassandra Clare per aver creato tutto ciò. »
« Grazie, Cassandra, per questi incredibili personaggi con cui possiamo lavorare. Io e Darren siamo onorati. »

 

Cassie ha fatto sapere che domani avrà modo di sentirli telefonicamente – e speriamo che questo possa essere l’inizio di una lunga e proficua collaborazione (e non l’unico contatto tra lei e la produzione)! :*

Annunci

Ed Decter non è più lo showrunner di “Shadowhunters: The Mortal Instruments”!

A sorpresa, e quasi all’alba dell’inizio delle riprese della seconda stagione del telefilm, Deadline ci rivela che Ed Decter ha lasciato il progetto a causa di “divergenze creative”.

 

Questa la traduzione dell’articolo:

 

« C’è stato uno scossone dietro le quinte del telefilm fantasy di Freefrom Shadowhunters. Ed Decter, che ha adattato per la TV i romanzi di The Mortal Instruments ed è stato un produttore esecutivo della prima stagione, ha lasciato la serie, rinnovata lo scorso marzo. Per il momento non è stato ancora scelto un rimpiazzo.

Lo sviluppo è stato improvviso. Quando, ad aprile, è stato trasmesso l’episodio finale della prima stagione di Shadowhunters, Decter ha parlato a lungo dei suoi progetti per la seconda stagione in numerose interviste.

Mi è stato riferito che Decter ha lasciato il progetto qualche giorno fa e non ha partecipato alla prima lettura del copione, tenutasi oggi. Mi dicono che il suo allontanamento dipenda da “divergenze creative”, e che il nuovo/i nuovi showrunner dovranno perfezionare la direzione creativa della serie in vista della seconda stagione. Nel mentre, la produzione dovrebbe continuare così come previsto, senza risentire dell’allontanamento di Decter.

Shadowhunters è stato uno show eccitante per Freefrom, con i due premi che si è recentemente aggiudicato ai Teen Choice Awards [NdT: quello come “Breakout Show” e il premio per la “Breakout Star” dell’anno, dato a Matthew Daddario]. Dopo una premiere dai rating molto alti, i risultati sono drasticamente calati, ma la serie si è stabilizzata alla svelta ed è rimasta relativamente costante per tutta la messa in onda della prima stagione. »

 

 

La news è chiaramente improvvisa, ma – se devo essere sincera – non mi dispiace per nulla: non ho apprezzato le scelte di Decter durante la prima stagione, e ora la mia speranza è che prendano qualcuno più interessato a dare una coerenza ai personaggi e agli avvenimenti.

Voi, invece? Siete scioccati, o la cosa in fondo vi fa piacere? :)

Traduzione: “‘Shadowhunters’ Cast Tease ‘Malec,’ Season Finale Cliffhanger”

Variety ha pubblicato un articolo sul panel di ieri – e ve l’abbiamo tradotto, perché si rivela qualche informazione interessante. :) Fateci sapere che ve ne sembra!

 

 

 

 

 

 

Il cast di “Shadowhunters” ha partecipato al WonderCon, venerdì pomeriggio, per rivelare informazioni stuzzicanti sugli ultimi due episodi della prima stagione, tirando fuori una clip dell’attesissimo dodicesimo episodio, in onda la prossima settimana e intitolato “Malec”.

Lo sneak peek vede tutti riuniti per il matrimonio di Alec (Matthew Daddario) e Lydia (Stephanie Bennet), ma prima che i due possano recitare i voti nuziali, Magnus (Harry Shum, Jr.) interrompe la cerimonia, dal momento che la sorella di Alec, Isabelle (Emeraude Toubia), l’aveva segretamente invitato. La madre di Alec, Maryse (Nicola Correia Damude), cerca di convincere Magnus ad andarsene, ma lui le risponde di avere degli affari in corso col figlio, e che se ne andrà solo se glielo dirà Alec – e la clip finisce prima della risposta di Alec.

“Alec a questo punto non sta solo mentendo a se stesso:  sta proprio costruendo delle mura per evitare di sentire ciò che prova realmente dentro di sé,” ha detto Daddario dello stato mentale di Alec nel prossimo episodio. “Tutte le distrazioni e i vari problemi portatigli da queste persone… ha un sacco di cose su cui riflettere.” Sebbene abbia fatto diverse scelte davvero discutibili, nel corso della stagione, Daddario ha spiegato che gli piace pensare che nella maggior parte delle situazioni “Alec, alla fine, prende le decisioni più giuste”.

Alec e il suo migliore amico, Jace (Dominic Sherwood), sono stati in contrasto, di recente; entrambi gli attori hanno ribadito la forza del loro legame, però. “Non penso che Jace e Alec potrebbero mai rompere definitivamente,” ha scherzato Daddario, e Sherwood ha aggiunto: “L’amore che Alec e Jace provano l’uno per l’altro è così completo e inesauribile che quando raggiungono un punto critico e vengono alle mani è perché si vogliono bene e tengono l’uno all’altro… Senza passione non c’è nulla.”

Ma molti fan tifano per un altro tipo di connessione amorosa che riguarda Alec, e Shum ci ha incuriositi dicendo che nell’episodio della prossima settimana “vedremo un po’ del passato” di Magnus, incluso ciò che l’ha portato a questo punto. Stando a Shum: “Vedrete quanti muri ha costruito, e che capirete per lui è una roba grossa essere flirtante” tanto quanto lo è stato con Alec.

Dopo la notizia bomba secondo cui Clary (Katherine McNamara) e Jace potrebbero essere fratellastri, Alberto Rosende ha accennato al fatto che Simon sta ricominciando a sperare di potere, prima o poi, vincere l’affetto di Clary. “Simon fa sempre dei progetti per Clary, è il suo modo di agire, diciamo. Sta cercando di diventare più sicuro di sé,” ha spiegato, ridendo. “Per la prima volta, non c’è più nessuna minaccia [da parte di Jace] – posso buttarmi in picchiata.”

“Shadowhunters” è stato rinnovato per una seconda stagione la scorsa settimana, quindi lo showrunner Ed Decter ha ammesso di non aver ancora iniziato a lavorare ai copioni della seconda serie, ma promette di: “avere in programma una stagione piena d’azione – potrebbero succedere un sacco di cose dei libri che avete amato, ma potrebbero accadere in modi completamente diversi rispetto ai romanzi.” Ha fatto notare che il suo lavoro sorprendere i fan dei libri di Cassandra Clare tanto quelli nuovi del franchise.

Quando gli è stato chiesto se il personaggio di Sebastian, presente nei libri, comparirà nello show, Decter ha confermato di avere in programma di introdurlo, prima o poi: “Sebastian sarà nella serie, ma magari dovremo essere rinnovati ancora una volta prima che arrivi,” ha stuzzicato.

Il cast e i produttori avevano le labbra sigillate sul finale di stagione, in onda il 5 aprile, ma Decter ha rivelato che la conclusione “sarà un cliffhanger sostanziale”, per lasciare i fan in sospeso tra la prima stagione e la seconda.

Traduzione: “‘Shadowhunters’ Showrunner on Network Response to ‘Racy Material’: ‘Bring It’”

Secondo articolo della giornata, Shadowhunters – ecco arrivare quello di The Wrap! :) Che ve ne sembra per ora?

 

 

 

 

 

LO SHOWRUNNER DI ‘SHADOWHUNTERS’ PARLANDO DELLA RISPOSTA DEL NETWORK QUANDO HA SAPUTO DEL ‘MATERIALE PICCANTE’: ‘PORTALO’

 

 

TCA 2016: “Ho detto loro che lo show sarebbe stato più cupo, più sexy. Ha dei contenuti sexy, e loro hanno risposto: ‘Portali’,” ha rivelato il produttore esecutivo Ed Decter.

Il produttore esecutivo di “Shadowhunters”, Ed Decter, ha detto che la serie sarà più matura di ciò che normalmente ti aspetteresti da un canale che ha la parola “famiglia” nel nome (almeno, fino al 12 febbraio [NdT: gennaio]).

“Ho detto [alla ABC Family/Freeform] che lo show sarebbe stato più cupo, più sexy,” ha spiegato Decter durante un panel al TCA di questo sabato. “Ha dei contenuti sexy, e loro hanno risposto: ‘Portali’.”

I fan, al contrario, si sono dimostrati più difficili da accontentare.

“Shadowhunters”, che comincerà il 12 febbraio [NdT: di nuovo, gennaio. In Italia arriverà grazie a Netflix il giorno dopo, mercoledì 13], è basato sulla serie di romanzi YA di Cassandra Clare, e arriva dopo un adattamento cinematografico – non legato al telefilm – del 2013.

Sebbene questo fornisca allo show già un pubblico di partenza, porta anche una serie di preconcetti su quello che, secondo i fan, dovrebbe essere il telefilm. E ciò include anche piccolezze come l’accento che il protagonista della serie TV, interpretato da Dominic Sherwood, dovrebbe avere – se inglese o americano.

“Per me è strano che ci siano aspettative per cose così piccole – o grandi, per alcune persone – come l’accento,” ha dichiarato Sherwood.

I fan dei romanzi hanno tenuto d’occhio ogni singolo aspetto del telefilm sin dal suo annuncio, ha detto Decter. E in verità questo gli ha fornito una buona scala con cui valutare le loro decisioni.

“La cosa bellissima è che Cassie e i suoi fan sono quasi un metro di approvazione per ciò che stiamo facendo [NdT: vi ricordiamo che comunque Cassie NON ha potere sulle loro decisioni, quindi non è detto che abbiano ascoltato qualche suo suggerimento – o gliene abbiano domandati],” ha concluso.

Traduzione: “Shadowhunters Team Talks Satisfying Shippers, How Far Season 1 Will Go”

Buon pomeriggio, Shadowhunters! :) Come ricorderete, ieri il nostro cast ha partecipato ai TCA, e durante/dopo il suo panel ha rilasciato molte dichiarazioni.

Abbiamo deciso di tradurvi un paio di articoli – a partire da questo, di TVLine. ;D

 

 

 

IL TEAM DI SHADOWHUNTERS PARLA DEL SODDISFARE LE SHIPPER E DI QUANTO OLTRE SI SPINGERA’ LA PRIMA STAGIONE

 

CYTQ7mjUMAAX3Bd

 

I fan delle numerose coppie di The Mortal Instruments saranno più che soddisfatti da Shadowhunters, la nuova serie della ABC Family/Freeform basata sul franchise letterario di Cassandra Clare (in onda da questo martedì [in America; in Italia da mercoledì, su Netflix]).

“Anche le shipper più sfegatate non resteranno deluse,” ha promesso il produttore esecutivo Ed Decter questo sabato, al press tour invernale della Television Critics Association, tenutosi a Pasadena.

Parlando di ciò che i fan più accaniti potrebbero volere: “Mi piace pensare che c’è almeno un elemento di ogni cosa, nella prima stagione,” ha aggiunto Dominic Sherwood, che interpreta lo Shadowhunter Jace Wayland. “Che succeda nella sua interezza, o ci sia solo un’allusione, o, in alcuni casi, che venga e vada via – in qualche modo, forma o misura c’è tutto. Dovrete guardare per sapere se vi abbiamo dato tutto o meno nella prima stagione.”

La serie ha un sacco di materiale di partenza da cui attingere, ma la prima stagione si basa “generalmente sul primo libro”, Città di Ossa, ha dichiarato Decter. “Alcune delle cose che succedono nella storia vengono dal sesto libro”, mentre gli altri spin-off editi, come Le Cronache di Magnus Bane, offrono occasionali “soluzioni per cose che vogliamo chiarire nella storia.”

Mentre le stagioni successive, in caso di successo, si svilupperanno, “non seguiremo i libri a uno a uno,” ha detto Decter, “per via del cast, del denaro che abbiamo a disposizione… Tutti questi fattori diversi ci diranno dove possiamo spingerci con la storia.”

Uno degli elementi del romanzi che per il momento è stato tagliato – Idris, la capitale degli Shadowhunters – “lo stiamo conservando per la seconda stagione, se saremo così fortunati,” ha spiegato Decter.

Trasportare la storia in televisione ha i suoi vantaggi, però. Mentre i libri vengono raccontati strettamente dal punto di vista di Clary, la serie “espanderà il mondo” rivelando ciò che gli altri personaggi stanno facendo nei momenti più importanti, ha detto Decter. “Non puoi raccontare una saga dal punto di vista di un’unica persona.”

Shadowhunters sarà anche più “cupo” e “sexy” degli altri telefilm di Freeform, stando all’EP [NdT: produttore esecutivo]. “Ha dei contenuti piccanti,” e visto che il canale sta per cambiare nome, “[I dirigenti] hanno detto: ‘Portali!’”

Traduzione: “Shadowhunters”

La nostra Cassandra si è già trovata nella posizione di dover chiarire il suo NON legame con la produzione del telefilm, in passato – e ora che Beyond the Shadows è andato in onda, ci ha tenuto a ribadirlo un ennesima volta, in modo da rispondere definitivamente a quanti hanno frainteso la situazione.

Trovate qui di seguito la traduzione del bellissimo post che ha scritto su Tumblr. :)

 

PS: solo una noticina: prima di prendervela con lei o con la produzione del telefilm, contate fino a dieci. Cassie desidera che i fan guardino la serie TV e spera che la apprezzino.
Semplicemente, ci ha tenuto a ribadire che lei NON c’entra niente, NON l’hanno coinvolta nella scrittura delle sceneggiature e NON può rispondere di ciò che succederà nella serie, visto che NON l’ha deciso lei.

 

 

 

 

 

SHADOWHUNTERS

 

Cassie, hai detto che Isabelle è chi è perché è stata cresciuta sapendo del tradimento di Robert (dal momento che Maryse gliel’aveva detto, e che le ha detto pure di non fidarsi mai di un uomo – soprattutto, non col cuore), e che non sarebbe Isabelle senza questa consapevolezza. Ma da qualche parte ho letto che la Isabelle del telefilm non sa del tradimento di Robert ed è a conti fatti una cocca di papà. Pensi che questo cambierà il modo in cui viene rappresentata? E credi che cambierà la persona che è nello show, e che sarà una Isabelle diversa da quella del libro (voglio dire, differente a livello emotivo, mentale e personale; non il suo venir dipinta come una persona cazzuta)? Perché è quella vulnerabilità – la vulnerabilità che deriva dall’aver sempre saputo di suo padre, e dall’essersi sentita ripetere da Maryse sin da quando era piccola di non fidarsi mai di un uomo – ad aver fatto sì che Simon LA vedesse davvero, e ad avergli permesso di capire perché è fatta in quel modo. O, almeno, la mia interpretazione è questa. Tutto ciò la rendeva pure più reale e meno fantasy.

 

Dunque: da quando è andato in onda lo speciale, Beyond the Shadows, sono stata inondata da domande di questo tipo, così come pure dalla solita roba in cui mi si chiede come io abbia potuto “lasciare” che “loro” cambiassero i libri, ecc.

Ho pensato che fosse il momento di ribadire ciò che è già scritto sul mio sito web, semplicemente perché voglio che capiate che la mia posizione era questa già prima, qual era la situazione in precedenza, e che non è cambiato niente, è tutto uguale.

Sì, il fatto che Isabelle non sapesse del tradimento di suo padre, crescendo, la cambia moltissimo, e altera sostanzialmente il personaggio che ho creato. Non solo per come la percepisce Simon, ma anche nei modi in cui il personaggio di Isabelle è stato plasmato e formato: solo crescere con le conoscenze che aveva lei, e non apprendendole in seguito, ha permesso che si creasse la Isabelle che conosciamo noi. Hai ragione.

Penso sia chiarissimo a tutti, a questo punto, che ci sono stati molti cambiamenti nel trasformare il libro in un adattamento televisivo, e che i personaggi sono diversi, così come pure la storia e il modo in cui si sviluppa. Persino gli abiti della Isabelle del telefilm non sono quelli che la Isabelle dei romanzi indosserebbe o ha indossato. (Ho una tabella in cui mi sono appuntata tutte le volte in cui ho citato i vestiti di Isabelle nei romanzi. In genere si parla di gonne lunghe, vestiti, jeans e l’uniforme.)

Non posso parlare dei cambiamenti fatti per questo telefilm, della loro ampiezza e delle ripercussioni che avranno, perché non sono per niente coinvolta nella creazione dello show. Non perché io non volessi avere alcun input. Mi sono offerta di farmi coinvolgere, ho cercato di venir coinvolta e mi sarebbe molto piaciuto, ma sfortunatamente non mi è stata data la possibilità, e alla fine ho smesso di leggere i copioni perché mi sembrava inutile, visto che non potevo commentarli in maniera significativa o cambiare effettivamente qualcosa. (C’è una scena, nell’episodio pilota, presente lì per via di una discussione che ho avuto con McG, e ho il sospetto che quando andrà in onda capirete di che scena si tratta.)

Ho deciso di restare positiva e sperare il meglio per il telefilm, dal momento che non guadagnerei nulla dalla mia negatività. La serie TV è la serie TV, e niente di ciò che potrei dire qui o in qualsiasi altro luogo potrà cambiare qualche suo aspetto. Sebbene io sappia delle cose a riguardo, c’è tantissimo che non conosco, e non credo che ci si possa fare un’idea di qualcosa senza conoscere il quadro completo, o che si possa fuorviare qualcuno con delle opinioni che non sono basate sulla storia nella sua interezza.

Tornando all’argomento dell’input: è normale e per niente insolito che l’autore del materiale su cui si basa un adattamento non venga consultato. Sono le eccezioni ad attirare più l’attenzione: Game of Thrones, Outlander. Ma sono eccezioni. Ecco una discussione [NdT: in inglese; cliccate qui per leggerla] su: “Quanto è stato coinvolto Thomas Harris, autore de Il Silenzio degli Innocenti, nello sviluppo di Hannibal?” La risposta: “Neanche un po’.” E lui è uno scrittore molto più famoso e potente di me.

Hollywood si basa sulla gerarchia. Nel caso degli show televisivi, le decisioni vengono prese dallo showrunner. Ho notato una cosa interessante, e forse dipende dal fatto che lo show non è ancora andato in onda, ma la maggior parte delle domande dei fan sul telefilm vengono ancora indirizzate a me, e le discussioni sui cambiamenti dal libro citano vagamente “gli scrittori”. La persona a cui state pensando è Ed Decter. È lui lo showrunner.

Stando a ciò che ho visto, i nomi degli showrunner sono conosciuti con passione, su Tumblr. Tutti sanno che Jeff Davis è responsabile per Teen Wolf. Julie Plec è responsabile per The Vampire Diaries. Bryan Fuller è responsabile per Hannibal. Allo stesso modo, Ed Decter è responsabile per Shadowhunters. (Ho visto delle persone chiamarlo Ben Decter. Il suo nome è Ed [NdT: Ben Decter è il compositore delle musiche della serie TV].)

Quindi sì, hai ragione per quanto riguarda Isabelle, ma non so se il mio dirmi d’accordo mi sia di qualche aiuto. Capisco perché vogliate la mia opinione, e che vi chiediate se condivido le vostre paure e preoccupazioni, e ovviamente ho delle preoccupazioni. Ma penso che il mio parlarne accresca solo l’idea che io abbia un qualche controllo, o la possibilità di dire qualcosa, o che io abbia un input e così non è.*

Dunque, con la speranza di indirizzare le persone verso i veri creatori di questo telefilm, non farò più commenti a riguardo fino a dopo la messa in onda. Non risponderò a nessuna domanda, né sui capelli dei personaggi né sui cambiamenti della trama né sul se il telefilm andrà in onda in Antartide. Non posso farlo, perché non voglio essere la persona che parla di una serie TV a cui non ha preso parte – quando parli di una creazione artistica, dovresti parlare con/del creatore, e in questo caso non si tratta di me.

Non voglio dire che ignorerò l’esistenza dello show; mi fa sempre piacere condividere i set di gif e le foto su Instagram, quando sono col cast o la troupe, in modo che possiate vedere che sta succedendo. Ma non risponderò a domande che coinvolgono decisioni prese da persone diverse da me. Principalmente, sono qui per parlare dei libri: sono sempre emozionatissima all’idea di parlare con voi dei personaggi, e di libri passati e futuri, e sono felicissima per Lady Midnight, non vedo l’ora che lo leggiate!

Qualsiasi cosa accadrà con il telefilm – io sono sempre una scrittrice, per prima cosa, e condividere il mondo degli Shadowhunters con tutti voi è stato uno dei più grandi piaceri della mia vita. :)

*In verità, ho potuto dire qualcosa durante i casting dei ruoli principali: gli attori mi piacciono moltissimo e credo alla loro dedizione ai ruoli. Se mi chiedeste: “Perché hai avuto un input col casting e non per la storia?” – beh, i casting e la scrittura sono dipartimenti diversi.

Ed Decter: @edecter su Twitter
Shireen Razack, editor della storia: @shireenwhynot su Twitter

Novita’ dalle interviste di Wikia + le foto dal NYCC!

Shadowhunters, vi avevamo promesso un breve riepilogo del NYCC, le foto e qualche intervista. ;) Ed ecco arrivare una prima parte del materiale che abbiamo intenzione di fornirvi!

 

Delle informazioni chiave rivelate al New York Comic-Con abbiamo già parlato: il 6 dicembre andrà in onda un Making Of, “Beyond the Shadows: The Making of Shadowhunters” [“Dietro le Ombre: La Realizzazione di Shadowhunters”], che ci permetterà di scoprire nuove informazioni dal dietro le quinte del telefilm.
Il 12 gennaio 2016, invece, la ABC Family/Freeform trasmetterà il primo episodio del telefilm. ;)

 

Ma il nostro cast ha ovviamente rilasciato altre interviste – come queste (1; 2; 3; 4; 5) a Wikia.
Sono clip piuttosto brevi, e un po’ ripetitive… ma abbiamo pensato di sintetizzarvi sommariamente cos’ha detto il cast in ogni intervista, riportandovi pure le frasi più significative.

 

 

Cominciamo dai preferiti di molti: Harry Shum Jr. e Matthew Daddario. ;)

La prima domanda che l’intervistatrice ha posto loro è stata: « Che ne pensate dell’impatto che la Malec ha avuto sui fan LGBT? »
Harry ha risposto per primo, dicendo: « Penso che essere rappresentati nei libri […] e adesso pure in televisione sarà molto d’impatto per la comunità. […] Ciò che amo è il fatto che permette alle persone di essere semplicemente chi sono, alla fine della giornata, e di avere della rappresentazione con cui magari possono rapportarsi, o qualcosa che anche al di fuori del semplice intrattenimento può dare loro un qualche tipo di consiglio, sai, sul come procedere coi sentimenti che provano. »
Matthew ha aggiunto: « Il Mondo delle Ombre contiene un sacco di creature fantastiche e cose del genere, ma questo è un aspetto che volevamo mantenere realistico, e non volevamo avventurarci nel territorio dell’assurdo o in qualche tipo di trama cliché tradizionale. Quindi per noi era molto importante farlo in maniera realistica, in un modo che permetta di relazionarsi. E penso che ci siamo riusciti. »

A questo punto è stata rigirata loro una domanda che era già stata posta anche durante il panel: « Una domanda davvero importante: il Presidente Miao sarà nello show? »
Harry ha risposto di nuovo per primo: « È una domanda che è stata posta durante il panel. Ed ha detto di restare sintonizzati. »
E Matthew ha ribadito: « Restate sintonizzati. » ;)

L’intervistatrice ha poi chiesto loro degli scherzi sul set – e sia Harry che Matthew hanno ribadito che il re degli scherzi, sul set, era Dominic.
Pare inoltre che utilizzassero delle pistole giocattolo che sparano proiettili di gomma per combattere tra loro. XD

 

 

La seconda intervista che vi “riassumiamo” è quella di Dominic e Katherine. E preparatevi a ridere, perché la prima cosa che l’intervistatrice ha detto a Dominic è stata: « […] mi hanno detto che eri quello che faceva più scherzi, sul set. »
« Chi te l’ha detto? » ha chiesto quindi lui, e quando l’intervistatrice si è rifiutata di fare il nome, definendo il suo informatore un “uccellino”, Dominic ha concluso: « Beh, quest’uccellino deve tapparsi la bocca… Matthew. »

La certezza che si trattasse di Matthew è comunque durata molto poco: « È stato Matthew? O Alberto? Potrebbe essere stato Alberto. »
Anche Katherine si è detta d’accordo con la sua ultima teoria: « Penso che sia stato Alberto. »

Continuando a parlare di scherzi, Dominic ha riconosciuto che era diventato troppo semplice farli a Katherine, al punto che intorno al sesto episodio ha dovuto cambiare bersaglio perché non si divertiva più. XD

Dominic ha anche cercato di negare di essere un burlone, ma Katherine l’ha bloccato (« Sì, sì, sì, lo sei. »), ed entrambi hanno ricordato il giorno in cui Dominic ha deciso di legarla con lo scotch alla sua roulotte.
Katherine: « Ero bloccata. Matt è dovuto venire con le forbici. »
Dominic ha potuto solo rispondere: « È stata una giornata divertente. »

L’intervistatrice ha cambiato argomento, ponendogli una domanda dei fan: « […] tu e Matt siete parabatai, nella vita reale? »
Katherine ha cominciato ad annuire con foga; Dominic ha risposto: « Siamo molto vicini. […] Ehi, Matt! Siamo parabatai nella vita reale, tesoro? »
« Sì che lo siamo, » ha urlato Matthew a sua volta, e Dominic si è limitato a ripetere la frase con espressione soddisfatta.

 

 

L’intervista a Emeraude e Alberto è cominciata subito con una domanda per lei: « Che ne pensi dello stile di Izzy? Com’era lavorare coi tacchi e combattere i demoni? »
« È fantastico. [Isabelle] è la Shadowhunter migliore di tutti, perché combatte coi tacchi. È più brava di Jace e di Alec, devo riconoscerlo. No, sto scherzando. No, sai, è una sfida, combatto con tacchi da sette pollici e faccio le mie acrobazie, e diventa pericoloso, ma per ora tutto è andato benissimo, non mi sono mai ferita. Ma è davvero divertente, sai, con la frusta, ed è così potente, e sexy, e cazzuta, e ama – ama così tanto, ama così tanto suo fratello che morirebbe per lui, e questo dimostra quant’è generosa. Ed è davvero bello interpretare un personaggio figo come Izzy, » ha risposto Emeraude col sorriso sulle labbra.

A questo punto l’intervistatrice ha chiesto della reazione di Twitter ai loro casting: « Dunque, Twitter stava impazzendo, quando vi hanno annunciato. Cos’avete pensato voi due quando avete ottenuto le parti? »
Il primo a rispondere è stato Alberto: « Per me questa è la prima serie, uno dei miei primi lavori, quindi non avevo capito cosa significasse, quando il mio agente mi ha detto che avevo ottenuto la parte. […] Avevo tipo duecento follower [su Twitter], ed erano miei amici di scuola – e dopo l’annuncio il mio telefono è praticamente esploso per le successive tipo sei ore, senza tregua, » ha rivelato. E se all’inizio aveva trovato questo supporto un po’ travolgente, c’è voluto pochissimo perché lo vedesse come qualcosa di meraviglioso. « Sappiamo di avere questo fanbase per cui lavoriamo, con cui tipo lavoriamo, per portare davvero in vita la storia. »
Emeraude si è quindi inserita nel discorso, dicendo che aveva visto su Twitter che stavano per annunciare: « […] la Sizzy? O solo… »
« Sizzy, » ha confermato Alberto.
« …la Sizzy, » ha quindi ripreso Emeraude, « e Isabelle, e io ho pensato: “Oh, mio Dio, la stanno per annunciare, non ce l’ho fatta, visto che la annunceranno tra tipo cinque minuti.” Ho ricevuto una telefonata dal mio manager, che mi ha detto: “Mi spiace, non ce l’hai fatta,” e io ho risposto: “Okay, va bene.” E in quello stesso istante lui: “Stavo scherzando! Ce l’hai fatta!”, e io: “Che?” E appena me l’hanno detto ho visto su Twitter […] la nostra foto. Oh, mio Dio, è stata una montagna russa di emozioni. » Ha poi aggiunto che come latini si sentono benedetti per questa possibilità di rompere gli stereotipi.

 

 

Passando a Isaiah ed Ed Decter – la prima domanda, piuttosto diretta, l’intervistatrice l’ha posta a Isaiah: « Com’è interpretare un licantropo? »
La risposta di Isaiah è iniziata con una risata: « Direi com’è interpretare Luke Garroway. Sai, ho sempre desiderato interpretare un poliziotto o un detective, in TV, quindi ho studiato un sacco e avevo questo libro […] che ho tipo studiato, e mi piacerebbe portare un sacco di autenticità nel personaggio […]. Spero che ai personaggi piacerà ciò che ho fatto con il personaggio. »
« E cos’hai in comune con Luke? » ha chiesto quindi l’intervistatrice.
Una figlia adolescente. XD « So cosa significa avere a che fare con una giovane. » E ha cercato di inserire nel personaggio questo lato paterno.
Ed Decter ha aggiunto: « Inoltre, come attore e persona, direi che è piuttosto protettivo […] e bada davvero al cast. Ed è questo che ha fatto Luke con Jocelyn per tutti questi anni, ha badato a lei e l’ha protetta. »

L’intervistatrice ha poi chiesto a Isaiah con quale membro del cast vada più d’accordo.
« Con tutti, penso. » Poi ha aggiunto che forse passa più tempo con Harry, visto che sono più vicini per età, e direbbe anche “Matesu”, Matt – ma anche Dominic, Alberto e gli altri.

« Com’è stato lavorare a uno show che ha un fanbase assurdo? » è stata la domanda successiva.
Inizialmente sembrava posta a Ed, ma alla fine il primo a rispondere è stato Isaiah: « Una grande responsabilità. Vuoi davvero assicurarti che i fan siano felici con ciò che produrrai, e allo stesso tempo vuoi portare loro qualcosa di nuovo […]. »
« Sai, speriamo che i fan, quelli davvero appassionati e che conoscono i libri benissimo, guarderanno il telefilm e saranno un po’ irritati: “Non c’era nel libro!” E poi penseranno: “Oh, aspetta un attimo, sembra star tornando nella stessa direzione del libro… Ah, è così che ci sono arrivati, è per questo che hanno fatto quella cosa”. È per questo che abbiamo trasformato Luke in un detective. Non è nei libri, ma quando vedrete cos’abbiamo fatto, e com’è protettivo, come bada a Jocelyn facendo il detective, speriamo che i fan penseranno: “Sai cosa? Adesso la troviamo una cosa sensata”, » ha aggiunto Ed Decter.

 

 

L’ultima intervista fatta da Wikia è a Cassie e McG.

« La mia prima domanda è per Cassie: quanto sei coinvolta nella produzione sul set? » ha chiesto l’intervistatrice.
Cassandra ha ribadito ciò che ripete da mesi: « Non sono stata molto coinvolta nella produzione. Sono stata in parte coinvolta… Sono stata decisamente coinvolta col casting. » E ha anche parlato, spiega, con McG riguardo al tono generale del telefilm – ma ogni episodio ovviamente ha un regista diverso, che ha collaborato con gli sceneggiatori della serie TV (anche perché per lei sarebbe stato impossibile incontrarli tutti).

McG aggiunge che Cassie è l’autrice dei libri: « […] e in televisione – la televisione è una cosa degli showrunner, non dei registi. » Come il David Benioff di Game of Thrones. « E, sai, il nostro uomo, Ed Decter, sta facendo del suo meglio, e penso che ci abbia preso con un sacco di cose: sta cercando di interpretare l’essenza di ciò che lei ha scritto. »
(Tra parentesi, a un certo punto McG si è messo a parlare di un discorso di Cassie ed Ed Decter sull’essenza di Magnus – e Harry, come si vede nello stamp qui a lato, quando ha sentito: “Più glitter!” ha cominciato ad agitare una mano in aria.)

« […] la bellezza della televisione è che si evolve, » ha concluso McG. « Mentre noi parliamo, non è pronto neanche il pilot della serie, quindi sto studiando tutti voi […]. E se non dovesse piacerci, » è stato il suo ultimo, divertito commento, « il mio suggerimento è di prendercela con Ed Decter. »

 

 

Adesso vi lasciamo alla gallery con le foto. :) E a presto per la traduzione del panel e delle altre interviste!

 

 

 

Traduzione: What we learned from the Shadowhunters panel at New York Comic-Con

Shadowhunters, buongiorno! ;) Vi abbiamo tradotto anche il riepilogo che EW ha fatto del panel di ieri al Comic-Con di New York – e speriamo che la cosa vi farà piacere. :3 Diteci che ve ne pare!

 

 

 

 

 

 

« La folla presente al panel di Shadowhunters al New York Comic-Con ha potuto vedere uno sneak peek di sei minuti del pilot [NdT: potete guardarlo QUI e QUI con i nostri sottotitoli], che ha dato ai fan un piccolo assaggio di ciò che possiamo aspettarci quando lo show comincerà ad andare in onda, il prossimo 12 gennaio. Nello specifico: Clary Fray che viene introdotta al misterioso mondo degli Shadowhunters, il Pandemonium Club e, ovvio, Jace Wayland, insieme a un sacco di calci nei culi e Spade Angeliche brandite, il tutto per stuzzicare l’appetito dei fan.

Dopo la clip, i partecipanti al panel – Alberto Rosende, Dominic Sherwood, Katherine McNamara, Emeraude Toubia, Matthew Daddario, Harry Shum Jr. e Isaiah Mustafa, insieme a McG, Ed Decter e l’autrice Cassandra Clare – sono saliti sul parco per parlare dell’adattamento televisivo di The Mortal Instruments della Clare.

“Per me, una cosa davvero eccitante di questo progetto è il vedere cosa pensano i fan,” ha detto la Clare. “Non l’hanno visto, e non l’ho visto neanche io, quindi lo sperimenteremo insieme.”

La Clare ha chiesto ai fan di “tenere una mente aperta”, mentre il produttore esecutivo Decter ha assicurato alla folla che l’intento del team creativo era di ‘onorare’ il lavoro della Clare – e inserirci dentro pure qualche sorpresa.

Quindi aspettatevi qualche nuovo personaggio – alcuni proveniente dagli altri lavori della Clare. “Ciò che abbiamo cercato di fare è stato onorare tutte le cose che ha creato Cassie,” ha detto Decter. “Ma inserendo pure qualche sorpresa per quelli che sono davvero fan di The Mortal Instruments.”

Stando a McG, era importante “farlo nel modo giusto”, e per questa ragione era importante assicurarsi che il cast fosse azzeccato, specialmente nel caso dell’eroina, Clary, interpretata dalla McNamara.

“Amo Clary perché ha questa miscela di forza e vulnerabilità,” ha detto la McNamara. “E ha davanti a sé un viaggio enorme che nella prima stagione comincia a stento, e sono davvero emozionata all’idea di condividerlo con voi.”

Altre informazioni dal panel:

1 – L’interesse amoroso di Clary, Jace (interpretato da Sherwood), tira fuori la sua arroganza in quest’adattamento.

2 – Sebbene Simon (Alberto Rosende) passi la maggior parte della prima stagione struggendosi ancora per la sua migliore amica, Clary, potrebbe esserci qualche breve momento tra Simon e Isabelle (Emeraude Toubia) che i fan possono attendere con ansia. E stando a quanto detto da Daddario, quelli che si aspettano una piccola interazione Alec/Magnus potrebbero essere fortunati. (“Se siete fan della Malec, potreste restare felici,” ha detto.)

3 – Un libro non equivale a una stagione: “Non stiamo seguendo i libri girando un romanzo a stagione. Comunque, ciò che stiamo facendo è prendere in prestito. Potremmo cominciare a porre le basi per qualcosa che sappiamo che succederà nella sesta stagione, ma adesso iniziamo a impostarla,” ha detto Decter. “Prendiamo in prestito da tutti i libri e seguiremo tutti i più grandi colpi di scena della storia che i fan desiderano vedere. E poi faremo molta attenzione perché i nuovi spettatori capiscano cosa sta succedendo. Non ci sarà bisogno di essere super fan per godersi il telefilm.”

4 – L’esperienza di Sherwood col film del 2014 Vampire Academy l’ha preparato per l’entusiastico fan di Shadowhunters. (C’erano un paio di fan con gli occhi lucidi che si sono avvicinate al microfono per fare delle domande al cast e al team creativo.)

5 – Mustafa – che interpreta lo pseudo-patrigno di Clary – ha assunto il ruolo di figura paterna del cast più giovane, con cui ha legato sin dall’inizio, a Toronto, grazie all’aiuto di un gioco chiamato “Werewolf”.

6 – Stando alla McNamara, è lei quella che si è ferita di più tra tutti i membri del cast – anche se si fa male facilmente.

7 – Le abilità con l’arco di Daddario potrebbero competere con quelle di Katniss Everdeen di Hunger Games. “Sono notevolmente superiori,” ha detto lui.

8 – Se Toubia potesse prendersi in qualsiasi oggetto dal set, si tratterebbe, ovviamente, della sua famosa frusta. E la McNamara? Preferirebbe avere uno stilo anziché una Spada Angelica, con grande sorpresa di Sherwood.

9 – Shadowhunters resterà fedele ai libri, per quanto riguarda il retaggio di Simon (viene da una famiglia ebrea).

10 – Per quelli che desiderano vedere il Presidente Miao e Church: “Restate sintonizzati,” ha detto Decter. »

Traduzione: Shadowhunters @ NY Comic-Con: Premiere Date, ‘Malec’ Teases, Possible New Characters and More

Abbiamo pensato di tradurvi un riepilogo del panel fatto da TVLine.com, Shadowhunters, in attesa dei nostri sottotitoli (che probabilmente arriveranno, ma non sappiamo ancora quando). :)
Buona lettura!

 

 

 

 

« Il cast di Shadowhunters della ABC Family/Freeform è salito sul palco del New York Comic-Con, sabato, per rivelare delle sorprese sulla serie soprannaturale, che debutterà [in America] il 12 gennaio alle 21 [ora americana].

[…]

“Ciò che abbiamo cercato di fare è stato onorare tutto ciò che Cassie [Clare] ha creato, inserendo comunque delle sorprese anche per i fan di The Mortal Instruments,” ha detto lo showrunner Ed Decter, e ha aggiunto che potremmo vedere “personaggi di altri lavori di Cassie Clare”.

“L’arroganza [di Jace] e il suo disprezzo per la sua stessa mortalità” sono le cose di lui che verranno principalmente esplorate, ha riconosciuto Sherwood. “Entriamo nella storia di Jace e nel suo passato e scopriamo che a volte sa essere davvero vulnerabile.”

I fan della ‘Malec’ – la relazione tra il Magnus di Harry Shum Jr. e l’Alec di Matthew Daddario – hanno a loro volta ricevuto una sorpresina durante il panel.

“È molto in conflitto,” ha detto Daddario sul suo personaggio per stuzzicarci, aggiungendo che i progressi della coppia preferita dai fan saranno una sorta di ‘sorpresa’. “Se siete fan della ‘Malec’, potreste restarne felici,” ha commentato.

“Può andare da ambo le parti,” ha aggiunto Shum Jr. su Magnus. (In verità, stava discutendo della possibilità che il suo personaggio sia ‘cattivo’, ma tutto vale al Comic-Con.)

Un’altra ship che i fan potrebbero voler tenere d’occhio è la ‘Sizzy’ – tra il Simon di Alberto Rosende e la Isabelle/Izzy di Emeraude Toubia –, dal momento che la Toubia dice che potrebbe esserci una ‘scintilla’.

Fan di Shadowhunters, aspettate con ansia la serie della ABC Family/Freeform? »

Riepilogo: cosa sappiamo del panel di sabato?

Sicuramente lo sapete già, ma questo sabato (10 ottobre) parte del cast del telefilm – insieme alla Clare, a Ed Decter e a McG – parteciperà al Comic-Con di New York.
Visto che in giro c’è un po’ di confusione, e che qualche nuova informazione è saltata fuori proprio stanotte, abbiamo pensato di “riassumervi” un po’ quello che presumibilmente sarà un evento molto interessante.

 

 

Cominciamo dal cast: quali attori saranno presenti al NYCC?

 

L’annuncio è stato dato tempo fa: ci saranno Katherine McNamara, Dominic Sherwood, Emeraude Toubia, Alberto Rosende, Matthew Daddario, Harry Shum Jr. e Isaiah Mustafa.
Ovviamente, come già detto, saranno accompagnati da Cassandra Clare, Ed Decter (produttore esecutivo e showrunner) e McG (regista del pilot e produttore esecutivo).

 

 

C’è la possibilità di vedere in streaming il panel?

 

Sì! ;) A QUESTO LINK potete trovare uno streaming messo a disposizione dal NYCC.
Il panel di Shadowhunters si svolgerà sull’Empire Stage (1-E).

 

NB: il tutto dovrebbe iniziare alle 17:00 e finire per le 18:00.

 

Per i possessori di dispositivi Apple (iPhone, iPad, ecc.): potete scaricare l’app di Twitch cliccando QUI. :)

 

 

Cosa verrà mostrato/detto durante il panel?

 

Oltre a un filmato esclusivo (NON sappiamo se sia o meno un trailer. Potrebbe trattarsi di una clip, per esempio), durante il panel verrà pure rivelata la data d’uscita AMERICANA della prima puntata della serie TV.

 

DOPO il panel ci sarà un incontro con gli attori. :)

 

 

Quanto alla copertina di Lady Midnight: NON verrà mostrata sabato. Cassandra avrà un panel tutto suo, nella stanza 1A10, questo VENERDÌ (9 ottobre). Il giorno prima, quindi.
Durante il suo “panel”, parlerà dei libri, di The Dark Artifices e poi, insieme a Harry Shum Jr., rivelerà la copertina di LM – che verrà subito caricata anche online.

Speriamo che salti fuori qualche video (uno streaming presumibilmente non ci sarà)! ^^

 

 

QUI c’è un vecchio post (caricato dalla Clare e tradotto da noi) riguardo il NYCC.

 

 

EDIT: @ShadowhuntersTV ha annunciato anche delle iniziative legate a Snapchat (il loro account è TVShadowhunters). Questo è il programma principale:

 

» Giovedì 8 ottobre
L’account Snapchat di Shadowhunters mostrerà un esclusivo primo sguardo al nuovo promo della serie alle 17 (ora italiana).

» Venerdì 9 ottobre
Riceverete dei video e delle foto mai viste prima direttamente dal panel di Cassandra Clare e dalla sua sessione d’autografi.

» Sabato 10 ottobre
Darete una prima occhiata al filmato dal panel di Shadowhunter e dalla sessione d’autografi.