Traduzione: Will e Magnus

Continuiamo a recuperare le traduzioni delle ultime domande pubblicate su Tumblr da Cassie. In questo caso, si parla di Magnus, e del perché l’argomento “Will” lo faccia soffrire così tanto.

Speriamo che la risposta di Cassie vi piaccia (e magari aiuti qualcuno a togliersi qualche dubbio)!

 

 

 

 

« “Ciao, Cassie! Dopo aver letto tutto TMI, TID e Le Cronache di Magnus Bane, ancora non capisco perché per Magnus ‘Will Herondale’ sia un argomento così delicato. Voglio dire, sì, erano amici, e sappiamo che Magnus ha detto a Camille che stavano uscendo insieme, anche se così non era, e Magnus ha aiutato Will e Tessa un sacco di volte, ma non c’è niente che spieghi (sempre che io non l’abbia completamente mancato) il perché parlare di Will renda Magnus triste. Perché continua a riferirsi a Will come a un ricordo doloroso, e perché mai Alec ha pensato che provassero qualcosa l’uno per l’altro? Magnus era innamorato di Will, e lo faceva soffrire il fatto di non essere ricambiato? Will ha fatto in qualche modo male a Magnus, negli anni? La faccenda mi confonde ancora. Ti sarei molto grata se potessi far luce sulla questione. Grazie per i tuoi libri!

“Sei innamorato di Will?” chiese Woolsey – per pura curiosità, non gelosia.
“No,” rispose Magnus. “Me lo sono chiesto, ma no. È diverso. Sento di dovergli qualcosa. Ho sentito dire che quando salvi una vita, ne diventi responsabile. Sento di essere responsabile di quel ragazzo. Se dovesse non trovare mai la felicità, avrò la sensazione di averlo deluso. Se non avrà la ragazza che ama, sentirò di averlo deluso. Se non potrà tenere il suo parabatai con sé, sentirò di averlo deluso.”

Will ha trovato la felicità, e ha avuto la ragazza che ama. Non ha potuto tenere il suo parabatai con sé. Così il sensazione di Magnus di aver deluso Will sarebbe la spiegazione più semplice per i sentimenti di tristezza che Magnus prova pensando a Will, e anche quello che lui stesso definisce chiaramente il motivo.
Il testo è aperto alle interpretazioni, e non devi sempre essere d’accordo coi personaggi. La mia prospettiva sul perché Magnus sia triste/malinconico/sentimentale riguardo Will nasce da un paio di fonti diverse:

1) Quella che Magnus dice chiaramente, qui sopra. Sente di aver deluso Will.

2) Pensare a Will gli ricorda la sua immortalità. Ricordare le persone di cui gli importava e che ha perso lo rende triste. Gli importava di Will, ed è morto. Cosa c’è di non triste, in questa faccenda?

3) Magnus ha avuto un posto in prima fila per il cuore spezzato di Tessa dopo la morte di Will. Essendo anche lei immortale, il suo amore per un mortale era simbolico, per Magnus. Pensiamo a Tessa come a una persona molto serena e saggia, ma in quel momento era probabilmente distrutta. Magnus all’epoca è stato probabilmente uno dei suoi supporti più grandi, e dunque deve aver visto il peggio della faccenda. E non dovrebbe ricordargli di lui e Alec?

4) Quando Magnus pensa a Will, non pensa a Will com’era l’ultima volta che l’ha visto in CP2, un Will-con-un-lieto-fine. Pensa a tutti i Will che ha conosciuto negli anni, incluso il giovane torturato, e il Will che è invecchiato, e l’assenza di Will che ha spezzato il cuore di Tessa.
Infine, Alec pensava che Magnus fosse innamorato di Will perché era stato ripetutamente manipolato da Camille, che lo ha spinto a credere che fosse così. Ma la ragione per cui Alec era così vulnerabile a quella manipolazione era il rifiuto di Magnus di parlare del suo passato. »

Annunci

Traduzione: “Spoilers for CoHF and Clockwork Princess!”

Si parla di Jem, Magnus e di alcuni avvenimenti de La Principessa/Città del Fuoco Celeste. :) Non diciamo altro per non spoilerare o rovinarvi la lettura del post!
 

 

 

 

« “Ciao, per prima cosa, amo i tuoi libri! Ho una domanda, però: quando Jem ritorna mortale, il suo corpo non invecchia di tutti gli anni che ha vissuto, ma se Magnus dovesse diventare un mortale, l’età del suo corpo si metterebbe in pari con la sua età effettiva, e morirebbe. Perché questo a Jem non è successo?

Ciao, Cassie! :) Volevo solo dirti che amo i tuoi libri, e le persone che li criticano hanno bisogno di una botta in testa! La mia domanda riguarda Jem e Magnus: in CoHF, quando il padre di Magnus stava per prendere l’immortalità di Magnus, Magnus ha detto che sarebbe quasi certamente morto, perché i suoi anni reali gli sarebbero piombati addosso tutti insieme. Dunque perché invece Jem non è morto, quando è tornato mortale dopo essere stato un Fratello Silente?

Ehi, Cassie! Ho appena finito di leggere Città del Fuoco Celeste, e ora posso tranquillamente dire di amare i tuoi libri, e non vedo l’ora che pubblichi il resto! Comunque, ho una domanda su Jem e il suo essere tornato mortale. In TMI, mentre sono a Edom, il padre di Magnus voleva togliergli l’immortalità, ma Magnus ha detto che se l’avesse ceduta, sarebbe morto perché la sua età (superiore ai quattrocento anni) gli sarebbe piombata addosso tutta insieme. Com’è che questo non è successo a Jem, essendo lui tornato mortale dopo centotrent’anni?

Quando ricevo nello stesso momento un sacco di domande tutte uguali tendo a pensare che si stia facendo una specie di Conversazione da qualche parte nel web, e che tutti siano perplessi, così si dicono: “CHIEDIAMOLO A CASSIE”. Il che è okay. Non mi dispiace.

Questo genere di domande ricade nella categoria che io considero: “Perché gli spaghetti e le fettuccine sono entrambi tipi di pasta quando hanno forme diverse?” Conosciamo la risposta perché sappiamo che la pasta non è un’unica cosa. Anche la magia non è un’unica cosa, e così non lo sono le creature magiche. Magia differente agisce sulle persone in maniera diversa. (Avere sangue di demone iniettato nelle vene ha funzionato su Sebastian in maniera rispetto all’effetto che avere un genitore demone ha avuto su Tessa. Avere un genitore demone e un genitore Shadowhunter produce creature diverse (Tessa) da quelle che si producono con un genitore demone e uno umano (Magnus).) Se Maia avesse bevuto il sangue di Jace (non ho idea del perché avrebbe dovuto desiderarlo), non sarebbe diventata una Diurna, perché non è una vampira. A volte vogliamo pensare alla magia come a un: “Fai A, Ottieni B”, ma il sistema magico dei libri sugli Shadowhunters è complicato: se fai A, dipende dal perché lo stai facendo, e con cosa, e su chi. Quindi:

1) Jem e Magnus non sono lo stesso tipo di creatura magica. Magnus è uno stregone. Jem è un Fratello Silente.

2) Magnus e Jem non sono entrambi immortali. Magnus è immortale. I Fratelli Silenti no. Invecchiano solo molto lentamente. Quando Jem si presenta sul ponte, ne La Principessa, sembra avere quattro o cinque anni più di quanti ne aveva nel 1878.

3) A Magnus stava per essere tolta l’immortalità. A Jem non è stata tolta la sua (non esistente) immortalità: è stato privato della sua Fratello Silentosità. Invecchiare lentamente è un aspetto dell’essere Fratelli Silenti, ma non è lo scopo dell’esercizio, né una parte significativa della magia.

3) Su Magnus stava per essere fatto un incantesimo da un demone. Il vero io di Jem è stato letteralmente ripristinato dal fuoco del cielo. È un punto centrale, nei libri sugli Shadowhunters, il fatto che dal potere angelico derivino buone cose, e dai poteri demoniaci vengano le malvagità. È per questo che il Paradiso probabilmente non somiglia a Edom.

A Magnus sarebbe stato fatto deliberatamente un incantesimo malvagio da un demone che desiderava consumare per sé l’immortalità di Magnus. Ciò che è successo a Jem è stato un ripristino, un bruciar via il veleno che aveva reso necessaria la Fratellanza e l’essere un Fratello Silente.

In altre parole, erano tipi di magia completamente diversi, fatti da forze completamente diverse su esseri completamente diversi e in circostanze completamente diverse. Quando Magnus dice che se Asmodeus gli portasse via l’immortalità a Edom, lui morirebbe, sa che morirà in quelle circostanze. Ovviamente non pensa che morirà in qualsiasi altra circostanza, o che questa è una regola dura e veloce che si applica sempre all’immortalità, o non si sarebbe preso il disturbo di cercare nel Libro Bianco e in ogni dove un modo per eliminare la sua immortalità, no?

Spero che aiuti! »

Traduzione: gli Herondale e le grotte

Qualche giorno fa Cassie ha risposto a due domande legate agli Herondale e alle grotte. ;) Penso che non ci sia neanche bisogno di ricordarvi cos’hanno in comune questi due argomenti. XD

Comunque, si accenna anche a una certa scena che succederà in TDA. ;* Leggete!

 

 

 

 

 

« “Ciao, Cassandra! Mi sono assolutamente innamorata dei tuoi libri. Trovo incredibilmente meraviglioso il modo in cui hai creato una razza completamente nuova, e come la storia degli Shadowhunters sia così intrecciata con vecchi racconti. Comunque, la mia domanda è questa: perché le grotte? Gli Herondale hanno semplicemente una fissazione per le caverne? […] Grazie per il tuo tempo!

Non credo che gli Herondale abbiano una fissazione per le caverne, visto che ogni volta che uno di loro si è dato da fare sottoterra, non è stato per scelta sua. Non dicono, tipo:

“Cara! Sto SENTENDO LA SENSAZIONE! TROVAMI UNA CAVERNA!”

Non avevo mai neanche preso in considerazione l’idea che il lago sotterraneo di Jace e Clary e la prigione sotto la montagna di Tessa e Will potessero essere remotamente simili finché i lettori non hanno cominciato a farmi domande in proposito. Il che dice un sacco sul come ciò che giace nella nostra coscienza, come scrittori, sia in effetti… inconscio.
Voglio dire, magari mi piacciono le grot, visto che Magisterium è nel complesso ambientato in una caverne, e quindi, se mai qualcuno si darà da fare, sarà di nuovo IN UNA CAVERNA. E c’era una grotta marina, in Lady Midnight, in cui avveniva dell’azione, ma l’ho tolta per via di tutte le domande sulle caverne. Ho deciso di non voler essere ricordata come la pervertita delle grotte.

Ho rebbloggato il messaggio per aggiungere:

Aspetta… hai cancellato completamente la scena da Lady Midnight, o l’hai solo spostata in un posto diverso dalla caverna? Perché non penso che tu sia una pervertita delle grotte, il che significa che non dovrei perdermi l’azione che sarebbe dovuta succedere nella suddetta caverna… giusto? Giusto?

Quella cosa succederà esattamente nello stesso modo, solo che non sarà in una grotta.

Potrei non essere l’unica pervertita. :) »

Traduzione: uno nuovo snippet da The Dark Artifices!

Buongiorno, Shadowhunters! Stamattina cominciamo la giornata con un nuovissimo estratto da Lady Midnight, il primo romanzo di TDA. ;) Protagonisti dello snippet sono Emma e Jules, e… non vi anticipiamo altro. Leggete!

 

 

 

« “Emma…”
“Sto chiamando.” Emma balzò sul suo telefono.
“No!” fece Julian, il tono abbastanza forte da fermarla. “Sai che non possiamo dirlo a nessuno. A proposito di Mark…”
“Non morirai dissanguato in un’auto per Mark!”
“No,” disse lui, guardandola. I suoi occhi erano di uno strano verde-blu; l’unico colore brillante nel buio interno dell’auto. “Mi aggiusterai tu.” »

Traduzione: “Simon and his […]”

Nuova, lunga domanda su Simon e il finale di Città del Fuoco Celeste. Speriamo vi piaccia!
PS: per evitare spoiler, abbiamo parzialmente “censurato” il titolo del post. ;) Lo trovate completo qui in basso!

 

 

 

 

 

 

 

Simon and his memory

« SPOILER DA CITY OF HEAVENLY FIRE.

EEEEEEEEEK! Ciao! Uhm, sono così nervosa! Sono un’ENORME fan di TMI, e lo stesso vale anche per la mia migliore amica, ne parliamo quasi tutti i giorni… ma devo chiederti… PERCHÉ HAI FATTO PERDERE LA MEMORIA A SIMON? Io e la mia amica abbiamo pianto per tipo un’intera settimana! Ho soltanto bisogno di sapere… *Sospira*

La perdita della memoria di Simon affonda le sue radici in Città delle Anime Perdute, quando Azazel prende un ricordo da ognuno dei membri del Team Buoni, a dimostrazione che i demoni scambiano in ricordi.
Simon ha perso la memoria perché, benché io avessi in programma un finale speranzoso e dolce, per TMI, piuttosto che amaro, non pensavo che una conclusione dovesse giungere totalmente senza conseguenze. Le conseguenze sono parte del tema dei libri, e da qui nasce la citazione di Ted Hughes che apre Città degli Angeli Caduti:

Niente è gratuito. Ogni cosa dev’essere pagata.
Per ogni guadagno, c’è un prezzo da pagare. Per ogni vita, una morte. Persino la tua musica, che tanto abbiamo ascoltato, andava pagata. Tua moglie è stata il pagamento per la tua musica. Adesso l’Inferno è soddisfatto.

Non c’erano possibilità che il Team Buoni uscisse da Edom senza pagare un prezzo enorme. La vita di Sebastian non era quel prezzo, perché erano andati lì per ucciderlo; assolvere il compito per cui ti sei recato lì in primo luogo, per quanto possa riempirti di rimpianto, non è un gran costo. Hanno perso Raphael, ma è successo prima ancora che la maggior parte del Team Buoni arrivasse lì, e Raphael non era andato a Edom volontariamente – era stato obbligato. Essere rapito e poi ucciso non è la conseguenza di una scelta che hai preso.

Era importante, per me, che il Team Buoni fosse coraggioso e subisse delle perdite per salvare il mondo. Hanno scelto di andare a Edom, sapendo che probabilmente non sarebbero tornati mai più a casa. È stata data loro una via per tornare, ma quel modo doveva venire con un prezzo terribile. Si sarebbe potuto trattare di uno qualsiasi di loro che si era offerto volontario per morire – si erano tutti offerti volontari. O il costo sarebbe potuto essere la vita di Magnus, ma visto che erano stati loro a praticamente obbligare Magnus a evocare suo padre, sarebbe stato spiacevole. Quando il Team Buoni obbliga uno dei suoi membri a fare qualcosa che non voleva fare, e questo ha come risultato la sua morte, il Team Buoni potrebbe dover diventare il Team Moralmente Compromesso.

Per non dire, poi, che non sono certa che Alec sarebbe riuscito a sopravvivere alla morte di Magnus.

Per ogni guadagno, c’è un prezzo da pagare. Sono andati tutti a Edom, persino Simon. Il prezzo da pagare è stato la sua memoria. Sarebbero anche potuti uscire dall’Edom senza pagare niente, ma a quel punto sarebbero parsi parecchio stupidi per essersi così preoccupati all’idea di andarci, sebbene sia chiaro che è un luogo nient’affatto pericoloso dove hai pure la possibilità di fare sesso nelle grotte. Tutti dovrebbero andare nei regni dei demoni! Hanno lo sci!

Quando al perché i ricordi?, perché Simon? – beh, togliere la memoria a chiunque altro avrebbe significato gettarlo nelle strade di un mondo in cui non ha modo di sopravvivere; sono tutti Shadowhunters o creature magiche. Simon aveva una vita a cui tornare. Era un compromesso sopravvivibile, anche se doloroso. È pure una scelta che colpisce tutti loro lì dove fa più male. Sono Shadowhunters. Simon no. Avrebbero dovuto proteggerlo. Non hanno potuto farlo. Salva il mondo e perdi un pezzo del tuo cuore; è questa la conseguenza.

Ciao, Cassie. :) Riguardo Simon – mi chiedevo quale fosse esattamente il tuo ragionamento dietro la scelta di far diventare Simon uno Shadowhunter. In un tuo vecchio post (non ricordo quale) hai detto che pensavi ‘meritasse’ di diventare uno Shadowhunter, dopo aver combattuto così a lungo al loro fianco. Ma sento che questo implichi che i vampiri non sono validi quanto gli Shadowhunters, un discorso che Simon e Alec hanno fatto. Stando a quel che ho capito, non andava bene che Alec pensasse a Simon come a una persona a lui inferiore solo perché era un vampiro, ma la tua affermazione non implica che i vampiri non siano pari agli Shadowhunters? Inoltre, ora che Simon è di nuovo mortale, in procinto di diventare uno Shadowhunter e capace pure di avere figli, questo non rende tutti i suoi sforzi durante la serie privi di senso? Mi è piaciuto vedere Simon lottare con la sua identità e accettare il suo vampirismo (se è una parola), e mi è davvero apprezzato tutta la faccenda del Marchio di Caino. Ma se tutto ciò che è successo è stato capovolto, qual è stato il senso dei suoi sforzi? Ho solo la sensazione che il suo finale sia troppo perfetto. Ma sono certa che tu abbia delle ragioni, e sarei onorata se le condividessi con noi. Grazie mille!

Ho messo queste due domande fianco a fianco per mostrare i vari tipi di risposta del pubblico. Da chi pensa che ciò che è successo a Simon sia insopportabile a chi ritiene che fosse troppo perfetto: ognuno ha una sua idea. E, dal momento che credo che tutte le idee personali siano valide, tutto ciò che posso fare è dirvi la mia idea. Potrebbe essere in disaccordo, o potremmo concentrarci su cose diverse, ma questo non significherà che io creda che la vostra interpretazione sia sbagliata. Volevo solo che fosse chiaro.

In un tuo vecchio post (non ricordo quale) hai detto che pensavi ‘meritasse’ di diventare uno Shadowhunter, dopo aver combattuto così a lungo al loro fianco. Ma sento che questo implichi che i vampiri non sono validi quanto gli Shadowhunters, un discorso che Simon e Alec hanno fatto.

Questa è roba fuori dal libro, visto che adesso stiamo discutendo il mio commento sul commento. :) Ma ti dico che non sono d’accordo. Simon meritava di diventare uno Shadowhunter perché è qualcosa che desiderava essere, non perché sia oggettivamente migliore. Dire che qualcuno merita qualcosa che vuole… non equivale a dire che ciò che non desiderano è inferiore. Se Simon avesse voluto essere un pilota e non un marinaio, questo avrebbe significato che il testo comunicava: ‘DANNATI SIANO TUTTI I MARINAI’?

Mi è piaciuto vedere Simon lottare con la sua identità e accettare il suo vampirismo (se è una parola), e mi è davvero apprezzato tutta la faccenda del Marchio di Caino. Ma se tutto ciò che è successo è stato capovolto, qual è stato il senso dei suoi sforzi?

Simon ha perso il Marchio di Caino in Città delle Anime Perdute – scambiato per un’arma da Raziel. In effetti, il suo parlare con Raziel è probabilmente la cosa più Shadowhunter che qualcuno, fatta eccezione di Clary, ha fatto nei libri! Qui è dove discordiamo testualmente (ed è okay) – non ho mai volutamente scritto di Simon come di una persona che ha accettato il suo vampirismo. L’ha sempre odiato. Odiava ciò che era successo a Maureen, l’aver perso la sua famiglia, l’idea di essere in un clan, di vivere con gli altri vampiri. Non aveva nessun amico vampiro, sempre se non conti Raphael, e quello è sempre stato un rapporto teso in cui Raphael gli ripeteva di continuo che era un pessimo vampiro, perché effettivamente era così. Era univocamente inadatto a essere un vampiro. L’unica cosa del vampirismo che è mai parsa piacergli era mordere Isabelle, e ci sono altre cose che avrebbe potuto fare con lei e che probabilmente gli sarebbero piaciute altrettanto, se non di più.

(Lord Montgomery pondera.)

Inoltre, ora che Simon è di nuovo mortale, in procinto di diventare uno Shadowhunter e capace pure di avere figli, questo non rende tutti i suoi sforzi durante la serie privi di senso?

Jace ora è libero dal fuoco celeste, conosce la sua identità, sa che l’amore della sua vita non è sua sorella ed è sulla strada per una vita felice. Questo rende tutti i suoi sforzi privi di senso? Perché un lieto fine dovrebbe specificamente rendere insensati gli sforzi di qualcuno?

Voglio dire, forse non ho capito bene la domanda. Dal mio punto di vista, gli sforzi di Simon – il non voler essere un vampiro, non sapere come accettare di essere respinto dalla sua famiglia, aver sempre paura che i vampiri gli saltino addosso per il suo delizioso sangue da Diurno – sono semplicemente stati rimpiazzati da una diversa serie di lotte. Simon adesso è un ex Nascosto che sta per andare ad addestrarsi per diventare uno Shadowhunter in un mondo in cui gli Shadowhunters, a dispetto dei progressi fatti, ancora odiano e non si fidano dei Nascosti, e tutti sanno chi è lui. Deve vivere a Idris, un posto che non ricorda. Dovrà pure venire in qualche modo a patti col fatto che non ricorda più gran parte della sua vita. Non ricorda per bene la sua infanzia, o la sua migliore amica, o la ragazza che ama, o se stesso. Dovrà ricostruire un Simon completamente nuovo coi pezzi di ciò che era e con qualsiasi cosa recupererà. Secondo me, questo è uno sforzo molto più interessante.

Inoltre, ora che Simon è di nuovo mortale, in procinto di diventare uno Shadowhunter e capace pure di avere figli

Tutte queste cose sono buone solo se Simon le desidera. Chi vuole essere mortale? Io no, francamente. Altri sì. Non tutti desiderano essere degli Shadowhunters. Simon per fortuna sì, l’ha sempre voluto, sin dal primo libro. Quanto alla faccenda dei bambini, chi dice che Simon li voglia o li vorrà mai? Non tutti desiderano dei bambini; non tutti devono avere dei bambini per essere felici. (Qui c’è un post interessante sul quanto è difficile, se non desideri dei bambini, trovare una qualche storia che rifletta la tua vita e ciò che vuoi. “Sembra che in ogni altra storia d’amore debba esserci un epilogo con bambini, o bampilogo, con gravidanza e splendore e 2.5 figli nel futuro. Quale libro presenta un’eroina e un eroe che non sono interessati ad avere dei figli, che si tratti o meno di un argomento di grande importanza? Quale ti piace di più?”) TDA si svolge quando Simon ha 22 anni, TWP quando ne avrà 25. Non c’è ragione di pensare che, se anche dovesse volere dei figli, li avrà in quel lasso di tempo, o avrà un impatto sulla storia. (Inoltre, credo che tutti avessero pensato che sarebbe finito con Isabelle da vampiro, e poi sarebbero stati insieme, e avrebbero potuto avere tranquillamente dei figli adottandoli o con l’inseminazione artificiale. I bambini adottivi sono figli tuoi. Quando Magnus e Alec adottano, sarà il loro bambino. Scusate, sproloquio non correlato – la mia migliore amica ha due bambini biologici, l’altra mia migliore amica ha un figlio adottivo, e io non ho bambini. Mi stanco di sentir dire che solo una di noi ha una famiglia che è considerata felice o accettabile.)

COMUNQUE.

Non penso che, quando gli sforzi sono finiti, siano resi privi di senso. Credo che, se c’è qualcosa che sembra strano, nel finale di Simon, è che tutti gli altri ricevono quella che pare una conclusione. Simon invece ha avuto quello che pare l’inizio di un ulteriore racconto. E ci sarà – in Racconti dall’Accademia degli Shadowhunters, e persino in TDA. Riesco a capire perché qualcuno senta che: “quest’epilogo è diverso/strano/perché provo cose diverse per questa fine qui piuttosto che per le conclusioni degli altri personaggi?”. E a volte, quando le cose ci sembrano strane, ci sforziamo per identificarci perché – troppo felici, troppo tristi, troppo sovradeterminato, troppo poco chiaro? Forse questo spiega in qualche misura i vari tipi di risposta. Inoltre, i lettori sono sempre persone diverse. Un libro è un po’ un caleidoscopio – ogni persona che guarda al suo interno vedrà lo stesso cristallo scintillante, ma mai esattamente nella stessa posizione. »

#ScrivimiAncora – Crea il tuo poster del film: potresti ricevere il libro autografato!

Oggi siamo qui per proporvi un’iniziativa legata a #ScrivimiAncora, il nuovo film con Lily Collins e Sam Claflin in uscita nei cinema italiani il prossimo 30 Ottobre.

L’attività è sviluppata grazie alla nostra collaborazione con thehungergames.it, Sam Claflin Italia, Lily Collins Italia, The Hunger Games Italia, Le più belle frasi di Shadowhunters, Lily Collins Italian Fans, » Shadowhunters Italian Fans. e » She’s Lily Collins, e col supporto di M2 Pictures.


“Di che si tratta?”, vi starete chiedendo. Ed è presto detto: a partire da oggi, 23 settembre, fino al 12 ottobre, vi sfidiamo a proporci una vostra versione del poster del film.
Utilizzando le immagini, il trailer, il logotitolo del film e la data d’uscita (queste ultime due cose potete trovarle qui di seguito in due varianti cromatiche), create un poster che rispecchi il film; non è essenziale essere bravissimi con i programmi di grafica, l’importante è la fantasia!
 

REGOLE:

1 – Dovrete necessariamente inserire nel vostro poster fanmade il logotitolo e la data d’uscita del film nella versione cromatica che preferite. Tutti i lavori che non dovessero rispettare questo punto verranno automaticamente esclusi dalla partecipazione.

 

2 – Il poster va consegnato a partire da oggi, ed entro e non oltre il 12 ottobre. Potrete inviarceli tramite e-mail (se desiderate consegnare a noi il lavoro, la mail di riferimento è roro@shadowhunters.it) o attraverso le nostre pagine Facebook.

3 – Ogni pagina coinvolta nella collaborazione creerà un album Facebook ad hoc dove sarà possibile votare i vostri lavori a colpi di “Mi Piace”.
Tutti i poster inviati avranno grande visibilità anche sulla pagina Facebook della M2 Pictures dove però i “Mi piace” ottenuti non saranno validi.

4 – Il 13 Ottobre i poster più votati sulle varie pagine partecipanti (in totale saranno nove lavori, uno per ogni pagina coinvolta nella collaborazione) saranno caricati in un album apposito sulla pagina della M2 Pictures dove potranno essere votati da tutti fino al 19 Ottobre.
L’autore del poster più votato (dal 13 al 19 ottobre) riceverà UNA COPIA DI #SCRIVIMIANCORA AUTOGRAFATA DAI PROTAGONISTI DEL FILM (un premio parecchio ghiotto, eh?).


CRITERI DA RISPETTARE:

Non siete obbligati a rispettare delle misure precise, ma vi chiediamo di:
a – non realizzare lavori troppo piccoli;
b – non realizzare lavori spropositatamente grandi;
c – passarci, se possibile, una versione in buona qualità del vostro poster;
d – creare un poster che sia più alto che lungo;
e – utilizzare il logotitolo e la data d’uscita forniti;
f – inviandoci il poster (sottolineiamo che potrete partecipare con un solo lavoro a persona), dovrete segnalare il nome con cui intendete partecipare all’iniziativa.
NOTA BENE: al fine di evitare brogli, chiediamo a quanti decideranno di inviarci il poster tramite Facebook di utilizzare il proprio profilo reale (e non quello fake/di roleplaying). Nella descrizione della foto potremo poi tranquillamente inserire il vostro nickname, non preoccupatevi. Quanti lo invieranno per e-mail, invece, dovranno segnalarci sia il loro nome reale che l’eventuale nickname con cui vogliono essere segnati nell’album.
Vi chiediamo la cortesia di non utilizzare metodi più o meno “illeciti” per aumentare il numero di mi piace (esempio: quei programmi che aumentano i like di una foto utilizzando profili di persone palesemente inesistenti/ecc.). Sappiamo che il premio in palio è molto interessante, ma vorremmo che tutti avessero le stesse possibilità di vittoria.

 

Non ci sono altre regole, se non quella di divertirvi (e spargere la voce! Vogliamo tutti che #ScrivimiAncora sia un successo, vero?).
Nel caso doveste aver dubbi, non esitate a contattarci: vi risponderemo immediatamente.

Traduzione: un nuovo snippet da The Last Hours!

A volte Cassie ci regala degli estratti inattesi – in questo caso, un breve snippet da TLH che ha per protagonisti James Herondale, Will e Tessa. :)

Non vi diciamo altro per non rovinarvi la sorpresa!

 

 

 

 

 

« James poteva vedere sua madre muoversi tra gli ospiti come un’ansiosa stella pallida nel suo abito lilla, salutando con calore ognuno di loro, dando loro il benvenuto a casa sua. Non aveva modificato il suo aspetto per apparire dell’età del marito, quella sera, e sembrava enormemente giovane, sebbene i suoi capelli fossero stati acconciati come quelli di una graziosa donna adulta, e non di una fanciulla. Quando Will si materializzò fuori dalla folla e si avvicinò a Tessa per metterle un braccio intorno, sorridendole, il grigio sulle sue tempie scintillò come argento. James distolse lo sguardo; amava i suoi genitori per il loro essere straordinari, ma a volte li odiava anche per quella stessa ragione. »

Traduzione: gli ultimi tweet di Cassandra Clare

Abbiamo tradotto i – tantissimi – ultimi messaggi che Cassie ha pubblicato su Twitter. :) Speriamo vi faccia piacere!

 

PS: sì, lo sappiamo, ci sono un sacco di tweet di complimenti. X) Ci è sembrata una bella idea tradurveli!
E, sì, c’è qualcosa anche da Tumblr – ma erano domande troppo brevi per caricarle a parte. ;)

 

 

 

 

« “Perché scrivi per ultima la fine [del libro]? È più semplice?” Perché se non fai così, per quando avrai scritto il resto saranno cambiate così tante cose che ti toccherà in ogni caso riscrivere completamente la conclusione. »

 

« “Riporterai Will in vita?” No. »

 

« “Per favore, dicci se Malcom Fade avrà un interesse amoroso!” Sì. »

 

« “Cosa dovrei pensare quando scrivo in prima persona?” Che non stai descrivendo il mondo oggettivamente, ma così come lo vede il personaggio. »

 

« “So che la prima storia di The Shadowhunter Academy sarà su iBooks a febbraio 2015, ma quando pubblicherai la versione cartacea? E, sarà prima di TDA?” Al momento non lo so. »

 

Leigh Bardugo (autrice di Tenebre e ghiaccio): « THE IRON TRIAL è terzo sulla lista dei bestseller del New York Times! Enormi congratulazioni a Cassandra Clare e Holly Black! »
Cassie: « GRAZIE! »

 

Maureen Johnson (co-autrice delle Bane Chronicles, e autrice di Shades. Jack lo Squartatore è tornato): « SANTI MICI. The Iron Trial di Holly Black e Cassandra Clare ha debuttato al terzo posto sulla lista dei romanzi middle grade del New York Times! *Braccine da Muppet* »
Cassie: « *Abbraccia* »
Stephanie Perkins (autrice di Anna and the French Kiss, Lola and the Boy Next Door e Isla and the Happily Ever After) « DIAMINE, SÌ! Congratulazioni, Holly e Cassie! :-) »
Cassie: « GRAZIE, NOCCIOLINE. »

 

Rick Riordan (autore di Percy Jackson) ha retweettato il post in cui Cassie ringraziava la Bardugo, e la Clare gli ha risposto con una faccina sorridente.

 

Gwenda Bond (autrice di Girl on a Wire, Blackwood e The Woken Gods): « NON SONO SORPRESA, MA LANCIO CONFETTI E CHAMPAGNE A TUTTI! Yay! »
Cassie: « IO SONO SORPRESA. »
Gwenda: « Beh, non dovresti! UN LIBRO MERAVIGLIOSO È MERAVIGLIOSO. »

 

Barry Goldblatt (marito di Libba Bray, e agente letterario di Cassie e Holly – se la memoria non mi inganna, almeno): « Super emozionato di vedere THE IRON TRIAL, di Holly Black e Cassandra Clare, debuttare alla terza posizione della lista dei bestseller del New York Times! *Lancia confetti* »
Malinda Lo (autrice di Adaptation): « Congratulazioni! L’ho davvero amato! »
Cassie: « Grazie, cara! »

 

« Grazie a tutti! Esco con Holly Black per celebrare! »

 

Jim Di Bartolo (illustratore e scrittore): « Tante congratulazioni a Holly Black e Cassandra Clare, sulla lista dei BESTSELLER DEL NEW YORK TIMES! Complimenti, signore! :) »
Cassie: « Grazie! :) »

 

Beth Revis (autrice di Across the Universe): « TANTISSIME CONGRATULAZIONI! »
Cassie: « :) »

 

Ally Condie (autrice di Matched): « Ogni congratulazione a voi due! È una così bella notizia! »
Cassie: « Grazie, Ally! »

 

Kimberly Derting (autrice di La collezionista di voci): « URRÀ a Holly Black e Cassandra Clare! Il loro IRON TRIAL, scritto in collaborazione, ha debuttato alla terza posizione del New York Times! »
Cassie: « *Abbraccia* »

 

Manca la domanda: « No, ma shippo Nico/meraviglioso fidanzato. »

 

Da Tumblr: « “Com’è che Grace e Christopher sono sposati, nell’albero genealogico? Sono confusa e preoccupata!
Non c’è ragione di preoccuparsi!
L’albero genealogico è un ‘oggetto trovato’. Il che significa che è stato scritto da una persona, quindi non è una verità oggettiva.
C’è un motivo per la presenza di praticamente ogni cosa nell’albero. Ma alcuni dei matrimoni sono combinati/finti, alcune delle persone segnate come morte in realtà sono diventate mondane/Nascosti, c’è una ragione per cui i registri dei Carstairs sono stati distrutti, ecc.
Non puoi, onestamente, predire la trama di The Last Hours guardando l’albero genealogico. Quindi, sebbene sia una cosa divertente, non lasciare che ti porti lutto. Entro la fine del libro capirete perché anche le cose non vere sono state segnate in quel modo. »

 

« “Hai visto qualche stagione (forse) di Doctor Who, giusto? Con chi lo shippi?” Col TARDIS. »

 

« “Ti piace il modo in cui Rick Riordan scrive i suoi libri?” Sì. :) »

 

« “Possiamo supporre che la relazione di Christopher e Grace sia tipo quella di James e Cordelia? TT__TT È un po’ triste, se è così…” È diversa. »

 

« “The Iron Trial ha un seguito?” Quattro. :) Sarebbe un cavolo di finale se non ci fossero altri libri… »

 

« “Tu e Holly Black avete già finito il secondo libro di Magisterium, giusto?” Sì. Sta venendo editato. »

 

« “Vedremo la gravidanza di Tessa, in TLH?” No, i suoi figli sono teenager, in quel libro. »

 

« “Hai intenzione di scrivere una serie fuori dal mondo degli Shadowhunters?” Sì. Magisterium. »

 

« “La cover di Lady Midnight è pronta? Puoi rivelarcela?” Non hanno neanche iniziato a farla. »

 

« “Oggi ho letto un elogio al funerale di mia madre, e ho usato una citazione da TID. Grazie per tutto ciò che fai!” Mi spiace così tanto! Grazie. »

 

Jeremy West (grafico; lavora per la Scholastic, casa editrice di The Iron Trial), in risposta a un tweet sulla terza posizione di The Iron Trial sul New York Times: « WOOHOO! »
Cassie: « Party da Scholastic? :) »
Jeremy: « Siamo sempre in cerca di nuove ragioni per far festa, e questa è una scusa perfetta! :) »

 

Tempo fa, a maggio, qualcuno si era lamentato del fatto che Magnus fosse [SPOILER DI CoHF!] disposto a cedere la sua immortalità per gli amici, ma non abbia rinunciato a vivere per sempre per  Alec. A mesi di distanza, una ragazza ha scritto: « Beh, strano che [questo tipo di finale] lo abbiano avuto le altre coppie, ma non quella gay. :P »
Cassie (giustamente infastidita) ha risposto: « Davvero? Quando hanno ricevuto lo stesso identico finale di Will e Tessa e Jem e Tessa? Maia e Jordan sono finiti con uno dei due morti, e Simon non si ricorda più Isabelle. »
Qualcuno allora si è inserito e, rivolgendosi all’autrice del tweet di maggio, ha detto: « Sei certa di aver letto i libri? Se Magnus cedesse la sua immortalità, morirebbe! »
E Cassie: « Presumo che l’idea sia che dovrebbe morire, perché questo sarebbe felice. »

 

« “Un film su Magisterium? Sto sognando?” Abbiamo appena finito il copione. »
Qualcuno dev’essersi lamentato, così Cassie ha specificato: « Se io non scrivessi il copione di Magisterium, questo non farebbe girare più velocemente o prima o poi il film di Città di Cenere. O succederà o no. »

 

« “E che ci dici di Città di Cenere, Cassie? :((” Non ne so assolutamente niente. »

 

« “Hai già cominciato a scrivere TDA?” Sì! Lo sto scrivendo adesso. :) »

 

« “Quando dici “noi”, intendi dire che il copione di Magisterium lo state scrivendo tu e Holly? :O :D” Sì. »

 

« “Ti piacerebbe che ci fossero dei film di CoA e CoG?” A volte. :) »

 

« “I personaggi di TMI saranno citati un sacco in TDA?” I libri non sono su di loro. Appaiono/vengono menzionati. »

 

« “Scommetto che sei stanca delle domande sul film di CoA.” Profondamente frustrata sarebbe una buona descrizione. Ho detto mille volte di non saperne nulla. »

 

« “Quanto ci vorrà perché Magisterium diventi un film?” Non so se succederà. So solo che abbiamo scritto un copione. »

 

« “È Godfrey Gao quello sulla copertina italiana delle Bane Chronicles? Perché gli somiglia di sicuro!” Gli somiglia, ma ne dubito! »

 

« “FA’ CHE CI SIA UN FILM [di CoA/CoG], SE C’È QUALCOSA CHE PUOI FARE A RIGUARDO.” Non c’è niente che io possa fare. I film sono fatti dagli studio, non dagli scrittori. »

 

« “Nessuno dovrebbe infastidirti con le domande. Comunque, io ti infastidirò col mio amore per Sebastian Morgenstern. :)” :P »

 

« “Volevo disegnare Silas ed Eloisa o Cordelia con Owen – puoi darmi una descrizione fisica, per favore? :( :( :(” Posso descriverti Cordelia, ma non gli altri. Non ho mai pensato all’aspetto di Silas ed Eloisa, affatto.
Cordelia ha la pelle marrone chiaro, i capelli rosso scuro e gli occhi neri. »

 

« “Oggi sono stata quasi colpita da un autobus, e penso che la mia riproduzione dell’angelo meccanico mi abbia salvata.” YAY. »

 

« “Ty avrà un interesse amoroso?” Sì. »

 

« “Smettetela di chiedere a Cassandra Clare del film di CoA! Non sa niente a riguardo, e se sapesse qualcosa ce lo direbbe!” #accurato »

 

« “Pensi che il secondo film sarà più fedele ai libri del primo?” Se ne gireranno uno, lo spero. »

 

« “Progetti di scrivere la proposta e il matrimonio di Jace e Clary?” Forse! Come pensi che dovrebbe proporsi, Jace? »

 

« “Penso che dovresti scrivere, nella tua biografia: ‘CHIEDI A JON SNOW DEL FILM DI CoA E SAI CHE NON NE SA NULLA, PROPRIO COME ME’.” Potrei. :) »
« “Ti senti come Jon Snow?” NON SO NIENTE. Sì, un po’. :) »

 

« “Emma e Jules saranno parabatai, all’inizio di Lady Midnight?” Sì. »

 

« “Chi sta gestendo l’Istituto di Londra mentre lo zio di Jules è a Los Angeles?” Non era lui a gestire l’Istituto di Londra, prima. »

 

« “Penso davvero che TMI funzionerebbe meglio come TV, così che vengano incluse più delle parti migliori!” Sono d’accordo, a dire il vero. »

 

« “Puoi dirci qualcosa di Cordelia?” Sua madre è persiana. »

 

« “Che ne pensi di Maia e Bat? Li amo tanto! Amavo anche Maia e Jordan, ma Jordan… è morto. <3” Mi piace Maia con Bat. »

 

« “Qualcosina su Dru Blackthorn?” È un topo di biblioteca. »

 

« “Progetti di scrivere altro, oltre al mondo degli Shadowhunters e a Magisterium?” Un giorno. Tre serie sono tante. »

 

« “Questo è un argomento sensibile, ma uno Shadowhunter ha mai sofferto di abusi sessuali, prima?” Sono umani, e succedono loro le stesse brutte cose che succedono agli umani. »

 

« “Ci sarà un personaggio musulmano in qualche tuo libro?” Tamara in Magisterium. »

 

« “Stai scrivendo così tanti libri. Com’è possibile?” Me lo chiedo TUTTO IL TEMPO. »

 

« “The Iron Trial avrà una coppia gay o lesbica?” Holly mi dice sempre di non spoiler are le cose. :) »

 

« “Di solito leggi fanfiction sui tuoi personaggi? Se sì, su quale coppia?” Non le leggo, no. »
Molti le hanno chiesto: “Perché no?”, così qualcuno ha commentato: “Immagino sia perché leggere fanfiction influenzerebbe la sua scrittura, anche se inconsciamente.”
Cassie: « L’idea è questa. Mi sta bene che le persone le scrivano. »

 

Pare che una ragazza abbia chiesto (in termini che sembravano più un’imposizione che una richiesta) a Cassie di scrivere una scena in cui Alec dice a Magnus che lo ama. Alla fine ha spiegato alla Clare che: “Oh, Dio, no. D: Non ti sto chiedendo di farlo, ti sto chiedendo perché non l’hai scritta. (Sento di averti fatta arrabbiare. :c)”
Cassie le ha quindi risposto: « Oh, okay. Scusa se ho frainteso. Se la domanda è: “Perché Alec non dice ‘Ti amo’ a Magnus utilizzando quelle parole specifiche?”, allora è perché ci sono un sacco di modi di dire e mostrare che ami una persona, metodi unici per ogni individuo. Will che dice di essere a Tessa: “Sono catastroficamente innamorato di te” è molto più interessante, per me, di se le avesse detto: “Ti amo”, perché dice molto più di Will e della situazione. Alec dice e mostra di essere innamorato di Magnus in un milione di modi che non riguardano il dire “ti amo”, ma Alec. Per me, Alec che dice: “Se anche avessi qualche giorno da vivere, vorrei passarli tutti con te” è molto più interessante di: “Ti amo”, perché parla di lui, di Magnus e della situazione. »

« “Jem e Tessa avranno dei bambini?” Forse. »

 

« “Possiamo aspettarci più Jessa in TDA? Il loro matrimonio? I loro bambini? Per favore! Emma saprà che la stanno proteggendo e chi sono?” Lo scoprirai in TDA! »

 

« “Tessa, maledetta puttana… come può fare qualcosa del genere a Will?” *Sospira* »
« “Oh, di nuovo gli haters. Una ragazza non può amare due persone, in vita sua? #larispostaèsì #persinonellavitareale #personaggiimmaginari” Voglio dire: ‘A una ragazza non può succedere mai niente di buono?’ è una domanda che mi pongo spesso. »

 

« “Avremo della Jemma, nel primo libro di TDA?” È davveeero un grosso spoiler, amica mia! »

 

« L’abito da sposa di Cordelia? :) QUI. »

 

« “Non è contrario alla legge che due parabatai abbiano una relazione romantica?” Sì. »

 

« “Ti piace Faking It?” Il telefilm? Sì, in verità. »

 

« “Puoi darci un indizio sul come farai funzionare la EmmaxJulian?” Non posso. :) »

 

« “Com’è la relazione di Ty e Julian?” Instabile. »

 

« “Ty è buono? Nel senso, nel cuore?” Sì, lo è. »
« “Nel cuore? Pensavo fosse buono totalmente. Lo amo.” Voglio dire, è una persona? Le persone sono complicate? Ma non è affatto cattivo. »

 

« “Cassie, come descriveresti la personalità di Emma?” Insolente, un po’ sciocca, devota. »

 

« “Cordy e Alastair hanno la stessa madre… giusto? (Controllo soltando. :D)” Sì. »

 

« “Hai detto che le ragazze di solito non ‘portano avanti il nome di famiglia’. Clary avrebbe potuto portare quello dei Morgenstern? Se sì, perché non l’ha fatto?” Beh, le sue associazioni con quel nome non sono grandiose. »

 

« “C’è qualche simbolismo dietro il rosso dei capelli di Clary, o hai solo pensato: ‘Sì, il rosso funziona, il rosso è un gran colore’?” Era un po’ basata su un’amica che si era colorata i capelli di rosso brillante, all’epoca. »

 

« “Qual è il tuo scrittore brasiliano preferito?” Paulo Coelho. Ma non riceviamo tante sue traduzioni. :( »

 

« “Hai mai letto Dom Casmurro?” Sì, e un fan mi ha dato anche una copia, mentre ero a San Paolo. »

 

« “Sei ansiosa per la seconda stagione di The 100? Perché io sto morendo, ho bisogno della Bellarke!” Pensi che ce la daranno? :) »

 

« “Il matrimonio tra Cordy e Jamie è una prova per liberarlo dall’‘incantesimo’ di Grace? Inoltre, lui e Jace sanno da dove viene il marchio a forma di stella?” Jace sa del marchio – gliel’ha detto Amatis in CoG. »

 

« “Sei emozionata all’idea di vedere la reazione dei tuoi fan a Lady Midnight?” Sì, amo sempre quando deve uscire un nuovo libro. »

 

« “Ciao! Conosci un autore cileno? Tipo Isabel Allende? O no?” Non di persona. :) »

 

« “Pablo Neruda, forse?” IL MIO PREFERITO. Voglio dire, è una leggenda. »

 

« “Mark aveva un amico/un’amica nella Caccia Selvaggia?” Sì. Un amico/un’amica molto importante. »

 

Traduzione: i figli di Charlotte e Henry

Cassandra ha risposto a una domanda davvero interessante sui figli di Charlotte e Henry (e, in generale, sulla possibilità che i personaggi di TID/TLH abbiano avuto più figli di quelli che conosciamo). ;) Speriamo vi piaccia!

 

 

 

« “Lottie e Henry avevano altri figli? O solo due, Charles e Matthew?

In TLH, Charlotte e Henry hanno due figli: Charles e Matthew. Hanno anche delle figlie molto giovani.
Le ragazze non compaiono sempre sugli alberi genealogici – nel senso, se Owen Herondale aveva una sorella, magari sull’albero lei non c’è – perché gli alberi genealogici seguono il nome di famiglia, e le ragazze non lo trasmettono. Sì, è patriarcale e sessista, ma l’albero genealogico va inteso come un “oggetto trovato”, quindi è quel che è. :) »

Traduzione: le ultime Twitter chat di Cassie!

Negli ultimi giorni Cassie ha risposto a un sacco di domande – alcune generiche, altre per l’hashtag #AskHollyandCassie, principalmente dedicato a Magisterium. ;)
Ve le abbiamo tradotte!

 

 

 

« “Ricerche per cose, chiede con fare speranzoso?” Guardare foto di Matt Bomer è ‘ricerca’? Io dico di sì. »
E poi ha aggiunto: « The Dark Artifices. »
(Le avevano anche chiesto: “Oh, ci sarà un adulto sexy in Lady Midnight?”, e: “Malcom? :’) *Tossisce*”; Cassie ha risposto: « Lui conta. :) »)

 

« “Pensa ai tuoi lettori più adulti. Non possono sbavare per gli adolescenti.” Allora TLH sarà perfetto per te. :P Will adulto, Gabriel adulto… »

 

« “Ti piace American Horror Story?” Non l’ho mai visto. »

 

« “Qualcosina su Diana Wrayburn?” Yay, Diana! Amo Diana. È il tutor dei Blackthorn, in TDA. »

 

« “Perché Julian ha cominciato a fumare?” Perché è incredibilmente stressato. È una cattiva abitudine. »

 

« “Sai in che città del Portogallo sarai? Voglio davvero vedere te e Holly Black!” Solo Lisbona. »

 

« “Sto leggendo Clockwork Angel, e forse ti piace Will… avevi una cotta per lui, mentre scrivevi il libro? Jem o Will?” Non ho cotte per i miei personaggi. Per quelli delle altre persone sì, però. »
« “Non penso di essere l’unica ad aver avuto la sensazione che Tessa abbia sposato Will solo perché non poteva sposare Jem.” [Cassie le ha linkato QUESTO post.] »

 

« “Qual è la sfida più grande, scrivendo con Holly Black?” A me piace viaggiare, a lei stare a casa. »

 

« “Pensi che sia okay scrivere per se stessi (nel mio caso, me stessa) prima che per qualsiasi altra persona (i lettori)?” Va bene. »

 

« “Tu e Holly avete una playlist che ascoltate quando scrivete i libri di Magisterium?” Il suono del nostro chiacchiericcio, penso. »

 

Stephanie Perkins (autrice di “Anna and the French Kiss”, “Lola and the Boy Next Door”, “Isla and the Happily Ever After”): « “Per favore, puoi scrivere ancora un libro su Anna e St. Clair?” Se ne scrivessi un altro, dovrei farli soffrire. »
Cassie: « Stephanie ha ragione. L’unico modo per continuare una storia su dei personaggi che hanno avuto un lieto fine è trovare qualcosa che li ferisca, o peggio. Altrimenti non c’è storia. »

 

« “Qual è un oscuro segreto su Clary e/o Jace che non era nei libri?” Loro… condividono lo spazzolino da denti. »

 

« “La data d’uscita di The Secret Treasons, per favore, Cassie?” Non la so. »

 

« “Alla fine di CoHF, Clary progetta di passare il resto della sua vita con Jace, e lui giocherella con l’idea che potrebbero sposarsi, quindi perché non dovrebbe essere una certezza?” Provavo lo stesso per il mio ragazzo, quando avevo sedici anni. :) »
« “Ma dopo tutto ciò che è successo pensavo che fossero anime gemelle o qualcosa del genere?” E forse lo sono! »

 

« “Aiutami, per favore! Cassie, come posso definire un personaggio che ruba i poteri degli altri solo toccandoli?” Tipo Rogue di X-Men? »

 

« “Mi chiedevo… se… provi pietà(?) per Julian perché ha rinunciato alla sua infanzia per educare i fratelli?” Empatia, ma non pietà. »

 

« “Perché la Germania ha già le Bane Chronicles, quando in America e in qualsiasi altro posto non uscirà prima dell’11 novembre?” Perché non hanno incluso la storia inedita, nella loro versione. »

 

« “Sto rileggendo TMI, e notando cose a cui prima non avevo fatto caso. Mi chiedevo, è possibile che Ty sia autistico?” Lo è, sì. »

 

« “Devi per forza leggere per primo The Mortal Instruments, o puoi cominciare da The Infernal Devices?” Puoi leggerli in entrambi gli ordini. »

 

« “Emma è così diversa da Clary e Tessa – è una Shadowhunter allenata.” Volevo davvero fare qualcosa di molto diverso. »

 

« “C’è una runa che può far diventare uno Shadowhunter bravo in matematica?” Avrei potuto utilizzarla al liceo! »

 

« “Cassie, dimmi… L’interesse amoroso di Ty sarà tua sorella?” Non ho una sorella. *Allarmata* »

 

« “Ti ispirerai a Matt Bomer per descrivere un personaggio in TDA?” Volevo sapere che vestiti indossa in White Collar. »

 

« “The Shadowhunter Academy verrà pubblicato prima o dopo Lady Midnight?” Prima. A partire da febbraio. »

 

« “TLH avrà un’eroina specifica, tipo Tessa, Clary ed Emma? Chain of Gold uscirà nel 2015?” Cordelia e Lucie. Forse più Cordelia. »
« “Aww, la amerò. E mi ricorda Cordelia Chase, da Buffy l’Ammazzavampiri. Ti piace quel telefilm?” Sì, ma tolto il nome, non hanno niente in comune. »

 

« “È vero che ci sarà una rottura, in TDA, tra due personaggi di TMI?” Non ho mai detto che ci sarà o che voglio che ci sia. »

 

« “Alec avrà dei POV [NdT: intende, delle parti raccontate dal suo punto di vista] in The Shadowhunter Academy? E Magnus?” Forse. :) »

 

« “TWP è una realtà, o una voce che gira nel fanbase?” È una serie che spero di scrivere. »

 

« “Gli Shadowhunters possono avere malattie mentali, tipo il disordine bipolare?” Sì. Ma il Conclave è orribile a riguardo. »

 

« “Sapremo altro sui problemi legati all’immortalità della Malec?” Lo considero risolto. »
« “Ma Alec morirà, senza di lui!” Non nel prossimo futuro! »
« “;_; ;_; ;_; ;_; È comunque tanto triste!” È il destino di tutte le altre coppie nelle serie. »
« “Tranne per il fatto che Magnus è immortale e dovrà vivere per sempre senza Alec, dopo la sua morte.” Come Tessa, dopo la morte di Will, e di nuovo dopo quella di Jem? »
« “Vero, vero. Dimenticavo di legarle tra loro, perché tecnicamente sono serie diverse. Mi sono scordata di intrecciarle.” Ogni amore ha una fine. È una schifezza, ma è la verità, e voglio che Magnus e Alec sembrino veri. »

 

« “Jem ha un sacco di interazioni con Tessa e Will?” In TLH? Non è ancora stato scritto… ma ho in programma delle interazioni. »

 

« Holly mi dice sempre di non fare promesse eccessive. :) »

 

« “Dove hai trovato le idee per i libri… Sono eccezionali… E TLH avrà una storia d’amore intensa?” Penso di sì. Molto intensa. »
Un’altra ragazza allora le ha chiesto: « Perché non puoi semplicemente scrivere un libro sulla Malec? Andiamo, Cassie, i fan lo amerebbero! >_< »
E Cassie: « Perché a quel punto dovrei far loro male, e non voglio. »
A questo punto le hanno detto: « Allora scrivi semplicemente della loro felicità! Una miniserie su di loro (i Malec) sarebbe bellissima! No? Beh, almeno ho chiesto… »
E Cassandra le ha risposto: « Persino le Bane Chronicles hanno conflitto e tristezza. Ma anche due storie Malec molto felici. »

 

« “A volte il Conclave è gentile?” Gli individui nel Conclave sono gentili, ma come organizzazione sono parecchio orribili. »

 

« Non avevo idea che condividere lo spazzolino da denti fosse un tale affare di stato. Sono stata illuminata. Vado a comprarmene uno nuovo. :D »

 

« “Posso shippare Callum e Aaron? Sono solo a pagina 100, ma mi piacciono. :D” Sarah Rees Brennan li shippa. »

 

« “Will avrà un POV in TLH?” Sì, e ora vado a letto. Dormireeee. »

 

 

 

#AskHollyandCassie

 

« “Invidiate lo stile di scrittura l’una dell’altra?” Tutto il tempo. »

 

« “Possiamo comprare una copia autografata di Magisterium?” Sì! Chiama Books of Wonder. »

 

« “Cassie, piangi mai alla fine dei tuoi libri?” A volte piango, altre RIDO MALVAGIAMENTE… »

 

« “Qual è il tuo film di Harry Potter preferito?” Ho visto solo i primi 3 o 4… Holly ne ha visti 5? Ma non so quali cinque. »

 

« “Decidere i titoli dei libri è solitamente difficile, per voi?” I titoli sono difficili, ma sai quando hai trovato quello giusto. »

 

« “Che ne dite di un film su Magisterium? ;)” Abbiamo appena finito il copione. »
[Magisterium è stato opzionato dalla Constantin Film, la stessa casa di produzione che ha i diritti degli altri romanzi di Cassie, e che ha prodotto Città di Ossa.]

 

« “Qual è la prima cosa che hai pensato di Holly?” ‘Non penso che sappia di non andare da nessuna parte con gli estranei.’ »

 

« “Cassieee, shippi qualcosa in The Iron Trial?” Sì, ma è un SEGRETO. Perché sarà CANON. »

 

« “Qual è il maggior numero di bozze che hai scritto di un libro, prima che venisse pubblicato?” Nove. »

 

« “Scrivete per prima cosa la fine del libro, o per ultima?” Io la scrivo per ultima. »

 

« “Avete storie scritte quando eravate giovani non pubblicate che possiamo leggere?” Oh, no. Sono pessime. »

 

« “Citazione preferita da The Iron Trial?” Le domande del test della Prova! »

 

« “Avete dei gatti?” Abbiamo entrambe tre gatti, per un totale di SEI GATTI. »

 

« “Non vedete l’ora di sapere le reazioni dei fan al prossimo libro di Magisterium?” Decisamente, visto che è PERSINO PIÙ STRANO. »

 

« “Qual è stato il personaggio più difficile da creare?” Warren. Abbiamo ricevuto alcuni feedback parecchio anti-Warren. :) »

 

« “Cosa ci vorrebbe per inserire il nome di un fan come personaggio di un vostro libro?” L’ho fatto per beneficenza. »

 

« “Dove/quando sarete in Germania?” 11-15 novembre. Amburgo, Colonia, Francoforte. »

 

« “Raccomandereste The Iron Trial a tutte le fasce d’età?” Sì. è sicuro per tutti, persino gli adulti. :) »

 

« “Anche se non potete scegliere la cover, avete il permesso di dare dei suggerimenti?” Sì, il nostro editor David ci permette di dare un sacco di suggerimenti. Amiamo il fatto che Aaron sia al centro dei personaggi della cover, perché quando hai finito il libro ha molto più senso. »

 

« “Inghilterra o America, qual è meglio per vacanze all’insegna della scrittura?” Inghilterra. :D »

« “Come vi sentite a rispondere a così tante domande allo stesso tempo?” Abbiamo un po’ il capogiro. »

 

« “Per Cassie: perché preferisci scrivere u sacco di libri e non pochi?” Ho un sacco di storie che desidero raccontare. »

 

« “Come vi siete incontrare?” Alla prima signing di Holly Black, da Books of Wonder, nel 2002. »

 

« “Annuncerete qualche altra data per il tour? Magari in Canada?” Non quest’anno! »

 

« “Tè o caffè? :)” TÈ. »
[XD Per chi non lo sapesse – a Cassie non piace il caffè. A Holly sì. »

 

« “Qual è il vostro personaggio preferito di The Iron Trial? XD” Call. E Tamara. Anche Jasper. »

 

« “Quando verranno decise le date in cui sarete in Portogallo?” Il 4 e il 5 novembre. »

 

« “Conosci qualche altro autore brasiliano che non sia Paulo Coelho?” Machado de Assis. »

 

« “Cos’hai imparato sulla scrittura da Holly?” Di scrivere il libro che desideri leggere. »

 

Holly: « “Quando avete deciso che questa storia sarebbe diventata una serie?” Abbiamo sempre saputo che sarebbe stata una serie, ma abbiamo dovuto decidere di quanti libri. Ho convinto Cassie del fatto che cinque fosse il numero giusto. »
Cassie: « Cinque è il numero magico, in Magisterium! Cinque elementi, cinque anni, cinque libri, cinque versi nella Cinquina. »

 

« “Litigate mai sulla direzione che deve prendere la storia?” Tutto il tempo, ma risolviamo sempre tutto. »

 

« “Qual è il libro che preferite dell’altra?” Mh. Forse Black Heart. »
Holly: « Il mio libro preferito di Cassie è Clockwork Prince. »

 

« “Come avete deciso di legare i vostri stili di scrittura?” Ognuna di noi scrive ogni parte. Io scrivo cinquecento parole, poi le passo a Holly, che ci scrive sopra e le edita, scrive altre cinquecento parole, le dà a me, io ci scrivo sopra. »

 

« “Com’è stato scrivere con Holly?” Mi maltratta tutto il giorno! A dire il vero, è stato bellissimo. Io e Holly passiamo comunque un sacco di tempo insieme, quindi lavorare insieme è stato semplice. »

 

« “Avete intenzione di scrivere altro, insieme?” Vedremo una volta finito Magisterium! »

 

« “Il coltello di Call, Miri, gioca un ruolo importante. Come avete deciso di renderlo così significativo?” Amo un’arma con un destino. Il nome di Miri ha lo stesso significato di quello di Call. »

 

« “Call è il protagonista, ma comincia la storia come un perdente. È intenzionale?” Decisamente! Non sono certa che non la finisca come perdente. :) »