Digressione

« un-derl4nd: “Mi sono sempre chiesta: perché hai fatto sì che Sebastian (Jonathan) amasse Clary? Mi è sempre parso un po’ strano.”

*Si gratta la testa* Non penso sorprenda il fatto che tutto ciò che riguarda Sebastian sia strano. Direi che sarebbe molto più sorprendente se lui dovesse mai fare qualcosa di normale.
È sempre difficile rispondere a questo genere di domande, perché pattinano in quel territorio che Libba Bray chiama: “Perché il tuo gatto è il tuo gatto e non il gatto di qualcun altro?” – cioè che, beh, talvolta i personaggi sono così perché se fossero diversi sarebbero un altro personaggio.
Che Sebastian abbia una strana fissazione per Clary è una delle prime cose che scopriamo di lui. Ce l’ha dal momento in cui l’abbiamo conosciuto in City of Glass. La segue ovunque, e la bacia, e protesta con suo (col loro) padre:

“Clary non era affatto come pensavo sarebbe stata,” continuò Sebastian con tono petulante. “Non era come me.”
“Non esiste nessun’altro al mondo come te, Jonathan. E per quanto riguarda Clary, è sempre stata esattamente come sua madre.”
“Non ammetterà ciò che desidera davvero,” disse Sebastian. “Non adesso. Ma lo farà.”
(Città di Vetro)

Da questo, sappiamo che 1) Sebastian è fissato con l’idea che Clary sia come lui – forse la sua unica possibilità di trovare qualcuno al mondo che gli somigli, che poi è la sua idea fissa – e 2) non ha perso la speranza che un giorno lei si riveli essere come lui/una compagna/dalla sua parte.
Perché questo dovrebbe cambiare? Il fatto che Sebastian sia fissato con sua sorella in modo strano è parte del suo carattere sin dal Primo Giorno, dal momento che una particolarità del suo personaggio è l’unicità – “Non esiste nessun’altro al mondo come te” –, e questo gli piace, ma fa anche sì che soffra di solitudine. E che Clary sia la sua più grande speranza di avere “qualcuno come lui” è stata a sua volta una particolarità del suo personaggio fin da quando è comparso.
Penso sia anche interessante che mi venga chiesto “Perché ho fatto sì che Jonathan/Sebastian amasse Clary” quando in effetti è una mera questione di interpretazione, l’idea che lui la ami o no. Non ha mai detto di amarla. Né l’ha detto qualcun altro. Perché ritenere che la ami, quando non si sa neppure se lui sia in grado di provare quel sentimento? (Non te lo sto chiedendo davvero, tu che mi hai fatto la domanda, sto solo gettando la questione in aria.)
Ma, comunque, di tutte le persone al mondo Clary e Jace sembrano essere gli unici che paiono aver registrato Sebastian come un essere esistente e potenzialmente in grado di creare problemi. E in entrambi i casi lui è ossessionato con la ricerca o la creazione di “qualcuno come me” – lo fa con Jace, prendendo letteralmente possesso di lui, e anche con Clary, attraverso giochi mentali – “Dentro di te hai un cuore oscuro, figlia di Valentine” – e assalti fisici volti a controllarla e possederla. Ma è questo ciò che vuole, di base: qualcuno che gli somigli; e pensa che gli unici in grado di dargli ciò che desidera siano Jace e Clary.
Intendo, non è che stia dicendo, suppongo, che in un modo o nell’altro – dal momento che la serie non è finita, e non abbiamo idea del piano finale di Sebastian, o di ciò che lui crede di provare – lui pensi o non pensi di amare sua sorella o che pensi o non pensi di non farlo. Sebastian pensa e parla di cose circa l’appartenere e il possedere e il controllare, ma mai dell’amore. È palesemente ossessionato. Vuole farle del male, e sconvolgerla, e controllarla. E sembra che desideri ucciderla, se necessario. Ma c’è qualcosa che fa intuire che preferirebbe non farlo?
…lascio a voi decidere se si tratti di amore o no.

absinthe-addicted: “Dunque, ho visto la domanda riguardo la capacità di amare di Sebastian e deciso di scavare più a fondo. Me lo sono sempre immaginata come un eroe dannato, che trova la salvezza o, se è troppo tardi per lui, almeno riceve un qualche perdono attraverso l’amore di qualcuno. C’è qualche possibilità per questo o Sebastian è condannato a rimanere e perire come l’antagonista senz’anima?”

Ma è davvero senz’anima? *Punta in alto* Intendo, o può amare o è senz’anima, non può essere entrambi, no? Puoi essere crudele, ma non senz’anima – guarda Mortmain e Valentine. E Jonathan ha un’anima. Se non l’avesse, non potrebbe portare i Marchi. Le persone con un’anima sono in grado fare cose orribili. Sono in grado di amare e provare sentimenti umani. E potrebbero decidere di usarli, oppure no. Potrebbero o meno aver già commesso atti così crudeli da impedirgli di essere salvati.
Penso che i mostri solitari ci intrighino, perché tutti noi sappiamo cosa si prova a sentirsi soli, e così, per quanto orribili possano essere, potrebbe esserci una parte spaventosa di noi che prova una fitta di compassione. Come ha detto Clary:

“Aveva visto Sebastian guardare Jace, guardare lei stessa, e sapeva che in una parte di lui la solitudine echeggiava come il più oscuro spazio vuoto. La solitudine lo guidava tanto quando la sete di potere – la solitudine, e il bisogno di essere amato senza capire che l’amore era qualcosa che va guadagnato.”

Comunque, c’è qualche speranza, per Sebastian? Beh, abbiamo un altro libro intero per scoprirlo. »

Domande & Risposte dal Tumblr di Cassie

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...